Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’apparato sessuale maschile

• . FIMOSI

PEYRONIE

IPOSPADIA

L’apparato sessuale

femminile

• . L’apparato sessuale

femminile

• . .

. .

. Desiderio

Nasce da fattori biologici, psichici e relazionali.

Il suo trattamento non può prescindere dal non

considerare una di queste dimensioni.

Relativamente costante e continuo nell'uomo,

sia pur con un lento declino.

Nella donna fisiologicamene discontinuo, anche in

età fertile, in relazione alle variazioni endocrine

correlate ai diversi stati fisiologici e psicoemotivi del

ciclo mestruale, della gravidanza, del puerperio e

della menopausa.

Kafka 1997 Basson 2004

Fisopatologia

del desiderio e dell’eccitazione

STIMOLO Esterno

Interno SESSUALE

sogni, fantasie, impulsi tattili,

ricordi, amore, olfattivi,

PSICOPLASTICITA’

energia fisica gustativi, uditivi

NEUROPLASTICITA’ e visivi

modulate dagli ormoni sessuali

Sistema

Sistema Sistema

EMOTIVO E

AUTONOMO COGNITIVO

AFFETTIVO

CORRELATI COMPORTAMENTALI E CLINICI

© A. Graziottin, 2005

Desiderio

• Gli androgeni, nell'uomo e nella donna, hanno il ruolo

più potente nell'accendere il desiderio fisico istintuale:

testosterone;

deidroepiandrosterone (DHEA), o. surrenalico.

• Gli estrogeni, nella donna, agiscono come modulatori

della femminilità e del benessere psicofisico.

• La prolattina ha un ruolo inibitorio dosedipendente.

• L'ormone tiroideo, se carente, può ridurre il desiderio

in entrambi i sessi.

Effetti centrali

sulla funzione sessuale

Estrogeni Testosterone Progesterone

(abilitazione) (avvio) (recettività)

+ +

+ + Dopamina (DA)

(DA

DESIDERIO -

Endorfina +

- 5-HT

­

Adrenalina -

ECCITAZIONE

Prolattina Noradrenalina (NE )

SOGGETTIVA

- +

+

Ossitocina ORGASMO

Modificato da Clayton AH. Psychiatric Clinics of North America.

. 2003; 26: 673-682

America

Prevalenza della depressione lungo l’arco

della vita

Tassi di rischio di DM per età e sesso

Donne Uomini

0,0140 Rapporto F/M: 2/1

0,0120

0,0100

rischio 0,0080

di 0,0060

Tassi 0,0040

0,0020

0,0000 0­4 5­9 10­14 15­19 20­24 25­29 30­34 35­39 40­44

Classe di età Modificata da: Kessler RC, et al., 1993

Incidenza di depressione e livelli di ormoni

sessuali in rapporto al genere

Donne Uomini

0,25 0,25

100 100

età

età per

per 0,02 75 0,02 75

specifico

specifico (%)

(%) testosterone

0,015 50 0,015 50

estrogeni depressione

depressione 0,01 25 0,01 25

di di

Produzione Produzione

di

di 0,005 0 0,005 0

Tasso

Tasso 0 0

0­4 10­14 20­24 30­34 40­44 50­54 60­64 0­4 10­14 20­24 30­34 40­44 50­54 60­64

5­9 15­19 25­29 35­39 45­49 55­59 80­100 5­9 15­19 25­29 35­39 45­49 55­59 80­100

Età all’esordio Età all’esordio

Modificata da: Stahl SM, 2002

The plasticity of human maternal brain: longitudinal changes

in brain anatomy during the early postpartum period

Behavioral Neuroscience, 2010

Prenatal PS Increase/Stimulate

stress Mother Decrease

and brain Maternal CRH

and Cortisol

development Cortisol

11β-HSD2 CRH

Expression and activity

Placenta Cortisol

Foetus Fetal Cortisol and CRH

uterus • Epigenetic modification

Alteration fetal • Fetal adaptation

Hippocampus and HPA

placenta HT

CRH CRH

PIT

PR/PROG ACTH Changes in

Newborn

Gap • Organ structure

Jung

Junctions HPA function

GR/PROG

PG, OT • Gene expression

Newborn

OT receptors CORT

GR/CORT Adrenal

DHEAS

E

ER/E DHEA

2

2 Adult environment

Adult disorders

• •

Hypertension Obesity

• •

Type 2 diabetes Smoking

• •

Behavioural disorders Excess salt

Brain Res. Rev., 2010

• .

Funzione sessuale femminile

ANDROGENI

sistemici

UMORE DESIDERIO

SESSUALE E ESTROGENI

sistemici

ECCITAZIONE PROGESTINICI

CENTRALE

RISOLUZIONE E ECCITAZIONE GENITALE

SODDISFAZIONE E RICETTIVITA’

Estrogemi topici

e androgeni

ORGASMO © A. Graziottin 2006

Amygdala volume and social network size

in humans Nature Neurosci., 2011

.

. .

• . ,

• , Sex after seventy

70

• Smith LJ, 60

Mulhall 50

JP, Deveci 40 Men

S, 30 W oman

Monaghan 20

N, Reid 10

MC. 0 Active Talk No talk

J Sex Med.

2007 .

. .

. Desiderio

Disturbi del

Sessuale

• Disturbo da Desiderio Sessuale

Ipoattivo

• Disturbo da Avversione

Sessuale

National Health and Social Life Survey

1992.

FSAD,

female sexual arousal disorder;

HSDD,

.

hypoactive sexual desire disorder.

Disturbo da Desiderio Sessuale

Ipoattivo

• C’è una scarsa motivazione a ricercare

stimoli, e la frustrazione diminuisce quando

manca l’opportunità di prestazione

sessuale.

• Il paziente non ama iniziare un’attività

sessuale; può parteciparvi se iniziata dal

partner, ma in maniera riluttante.

• Disaccordo della coppia

sul desiderio sessuale.

Disfunzione Sessuale dovuta a condizione

medica

• Farmaci antidopaminergici

• Disturbi neurologici (malattie degenerative, tumori cerebrali,

traumi cerebrali,epilessie)

• Disordini ormonali (ipotiroidismo, menopausa naturale o

iatrogena, ipoandrogenismi)

• Disfunzioni metaboliche (diabete)

• Dolore cronico

• Incontinenza urinaria

• Malattie dermatologiche

Disfunzione sessuale dovuta a condizione

medica

• Cardiopatie

• Epatopatie

• Nefropatie

• Infezioni

• Malattie vascolari (leucemie, anemie)

• Ipertensione e farmaci antiipertensivi

Disfunzione sessuale indotta da

sostanze

• Alcool. All’inizio disinibizione, poi deficit

cognitivi. It provokes the desire, but it takes

away the performances. Shakespeare, Macbeth

• Altri psicotropi. All’inizio stimolanti, poi

deprimenti, ma con esperienze soggettive.

Comorbilità

• Depressione maggiore: l’esordio della depressione può

precedere, essere concomitante, o la conseguenza di un insufficiente

desiderio sessuale.

• Disturbi d’ansia

Disturbo ossessivo-compulsivo

DAP

Disturbo post-traumatico da stress

Adrenalina = vasocostrittore. Ansia da prestazione. Ansia anticipatoria.

• Disturbi del comportamento alimentare

.

. .

. Disturbo da Desiderio Sessuale

Ipoattivo

• Globale

• Situazionale (solo con il partner :

vaginismo, dispareunia, disturbi dell’identità sessuale,

ecc.)

Sogni?

Stimoli audiovisivi?

Masturbazione?

Coito?

Disturbo da desiderio sessuale

ipoattivo

• Chi ha un basso desiderio nei confronti del sesso

ce l’ha ancora più basso nei confronti della terapia

sessuale! (Lo Piccolo, 2000).

• La consapevolezza affettiva. Cosa cambierebbe

se si raggiungesse un maggior livello di desiderio

sessuale?

• Interventi cognitivi e comportamentali

Disturbo da avversione sessuale

• Avversione = ansia, timore , disgusto, e

l’attivo evitamento, del contatto genitale col

partner.

• Repulsione generalizzata o focalizzata.

• Attacchi di panico

• Evitamento e strategie di copertura

Comorbidità

• Dispareunia

• Disturbo Depressivo Maggiore

• Disturbo Ossessivo – Compulsivo

• DPTS

• FOBIA SEMPLICE

Disturbo da avversione sessuale

Una saltuaria avversione sessuale, non

persistente o ricorrente, o non

accompagnata da disagio o difficoltà

interpersonali, non viene considerata

un disturbo da avversione sessuale.

Disturbi dell’eccitazione

sessuale

• Disturbo dell’eccitazione sessuale

femminile

• Disturbo maschile dell’erezione

Disturbo dell’eccitazione sessuale

femminile

• La risposta di eccitazione sessuale

femminile si manifesta con lubrificazione e

tumescenza: vasocongestione pelvica,

lubrificazione ed espansione vaginale,

tumescenza genitali esterni.

• Il DESF è una persistente o ricorrente

incapacità di raggiungere, o mantenere fino

alla fine dell’attività sessuale, un’adeguata

eccitazione.

Disturbo dell’eccitazione sessuale

femminile

• Generalmente associato a disturbi del desiderio e

dell’orgasmo.

• Molto meno percepibile della visibilissima

eccitazione maschile.

• Valutare le condizioni mediche (riduzione del

livello dei estrogeni, vaginiti atrofiche, diabete,

radioterapia della pelvi, allattamento).

• Farmaci Basson et al., 2003

Disfunzioni Sessuali Femminili

• Disturbo soggettivo dell’eccitazione

Le sensazioni mentali di eccitazione

sessuale (eccitazione e piacere sessuale) derivanti da

qualsiasi tipo di stimolazione sessuale sono

marcatamente diminuite o assenti. Possono comunque

essere presenti la lubrificazione vaginale o altri segni di

eccitazione Basson et al., 2003

Disfunzioni Sessuali Femminili

• Disturbo genitale dell’eccitazione

Mancata o ridotta eccitazione sessuale genitale. La

donna può riferire una minima risposta di congestione

vulvare e/o di lubrificazione vaginale a qualsiasi tipo di

stimolazione sessuale e ridotte sensazioni sessuali nelle

carezze genitali. L’eccitazione sessuale soggettiva,

mentale, può tuttavia essere presente grazie a stimoli

sessuali non genitali.

Disturbo dell’eccitazione sessuale

femminile

TRATTAMENTI

• Estrogeni

• Testosterone

• Psicoterapie (anamnesi sessuale familiare e

relazionale, azioni, pensieri, sensazioni che

accompagnano il rapporto sessuale, masturbazio-

ne, rapporto col partner: iniziative, comunicazioni,

rabbia, ansia e loro gestione).

Disturbo maschile

dell’erezione

• Persistente o ricorrente incapacità di

raggiungere, o mantenere fino al

completamento dell’attività

sessuale,un’adeguata erezione.

• Può essere associato al D da Desiderio S o

all’Eiaculazione Precoce.

• Erezione mattutina? Masturbazione?

• Studi sulla tumescenza notturna.

DIFFERENTI COMPONENTI DELLA

FUNZIONE SESSUALE MASCHILE

FANTASIE STIMOLI

EROTICHE -BACI • COMPONENTE

-CAREZZE PSICOGENA

CORTEX • COMPONENTE

LIMBICA ENDOCRINA

T DHT E2 PARASIMPATICO • COMPONENTE

LOMBARE VASCOLARE

EREZIONE • COMPONENTE

NEUROGENA

PARASIMPATICO

SACRALE

ADEGUATO

APPORTO STIMOLI

EMATICO GENITALI

DIRETTI

Disturbo maschile

dell’erezione

Linee Guida WHO, 1999

• 1. Individuazione del DME

Anamnesi sessuale, medica e psicosociale

Esame obiettivo

Esami di laboratorio

• 2. Valutazione e educazione paziente/partner

Individuazione bisogni e preferenze paziente/partner

Proposta ulteriori consulenze

Disturbo maschile

dell’erezione

• 3. Modifica delle cause reversibili

Cambiamento dei farmaci

Sospensione dei farmaci

Terapia ormonale

Interventi chirurgici correttivi

Disturbo maschile

dell’erezione

• 4. Terapia di prima linea

Terapia orale

Psicoterapia sessuale

• 5. Terapia di seconda linea

Vacuum

Sostanze erettogene endouretrali

Sostanze erettogene endocavernose

• 6. Terapia di terza linea

Protesi peniena


PAGINE

163

PESO

10.66 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Il materiale illustra principalmente i disturbi del desiderio sessuale: Disturbo da Desiderio Sessuale Ipoattivo, Disturbo da Avversione Sessuale, (comorbidità di ansia e depressione) e i disturbi dell’eccitazione sessuale: Disturbo dell’eccitazione sessuale femminile, Disturbo maschile dell’erezione, Disturbo dell’orgasmo femminile, Disturbo dell’orgasmo maschile, Eiaculazione precoce, Dispareunia, vaginismo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia clinico-dinamica
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia della Sessualità e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Panzeri Marta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia della sessualità

Domande esami
Dispensa
Disfunzioni sessuali
Dispensa
Psicofarmacologia e sessualità
Dispensa
Contraccezione
Dispensa