Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Imposta proporzionale sul reddito

• un’imposta

Ipotizziamo ora proporzionale sul reddito che

impone a tutti i redditi il pagamento di una stessa

aliquota t.

• d’imposta, …, …,

Il debito pertanto, è T =tY , con i=1, p, r,

i i

…,N (l’aliquota media, pertanto, sarà T /Y =t).

i i

• Ῡ NῩ

Se rappresenta il reddito medio, è il reddito totale

tNῩ

e è il gettito complessivo. Affinché il gettito

complessivo consenta di finanziare la spesa pubblica G,

G=tNῩ.

bisogna che

• t=G/(NῩ) )/(NῩ).

Pertanto, e T =(GY

i i

• dell’individuo

Il prezzo-imposta i-esimo, quindi, sarà

/(NῩ).

dT /dG=Y

i i

• all’imposta

Rispetto uniforme, gli individui ricchi, il cui

>Ῡ,

reddito Y pagheranno un prezzo-imposta p >(1/N),

r G <Ῡ,

mentre gli individui poveri, il cui reddito Y

p

pagheranno un prezzo-imposta p <(1/N).

G

Graficamente

Il vincolo di bilancio è ora

x Y =x+(Y G)/(NῩ),

i i

pertanto …

Ciò può implicare che …

Y

r ma anche …

Y

p G

G

G G’ NῩ

r

p p

x

Y

i G

U(G) U (G)

i G

G’’

G

G’ i

Preferenze individuali

• Riflessività:

x x

• Transitività:

  

Se x y e y z allora x z

• Completezza:  

Dati due panieri x ed y deve essere x y

, y x o entrambi.

Il problema dell’ aggregazione delle

preferenze

• “ideale”

Esiste un meccanismo politico in grado di

aggregare le preferenze individuali?

• “ideale”

Un meccanismo politico dovrebbe essere

non dittatoriale e rispettare le seguenti

caratteristiche:

– transitività: se x è preferito a y e y è preferito a z, x deve

essere preferito a z;

– l’ordinamento

indipendenza dalle alternative irrilevanti:

delle preferenze tra due scelte x e y non deve dipendere

dalla disponibilità di una terza opzione di scelta z;

– non ristrettezza del dominio: il funzionamento del

meccanismo non deve dipendere dagli insiemi delle

preferenze e delle alternative a disposizione.

Il teorema dell’impossibilità di Arrow

• Tale teorema dimostra che non esiste un

meccanismo di aggregazione delle preferenze che

sia non dittatoriale e, al tempo stesso, soddisfi le tre

condizioni viste in precedenza.

• Con riferimento al meccanismo di voto a

maggioranza , ad esempio, possiamo dimostrare

come sia possibile che si verifichino situazioni che

violino la condizione di transitività (paradosso della

maggioranza ciclica di Condorcet).

• Vedremo anche come alternative irrilevanti possono

l’esito

influenzare finale di una votazione.

Violazione della transitività

• Si supponga ad esempio che una collettività sia composta

da tre individui (A, B e C) che abbiano le seguenti

preferenze rispetto a tre alternative (x, y e z):

≻ ≻

– per A: x y z

≻ ≻

– per B: y z x

≻ ≻

– per C: z x y

• Con il voto a maggioranza è possibile ricorrere a

ballottaggi successivi tra coppie di alternative.

• Se poniamo in ballottaggio per prime le alternative x e y, x

risulta socialmente preferita a y. Ponendo quindi in

ballottaggio y con z, y è preferito a z. Se infine poniamo in

ballottaggio x con z, z risulta preferita, con evidente

violazione del principio della transitività.

• Inoltre, confrontando le alternative a coppie non si arriva

mai ad un equilibrio.

• Nell’esempio utilizzato per mostrare il paradosso della

maggioranza ciclica, se misuriamo le preferenze dei tre

individui rispetto alle tre alternative ordinate da x fino a z,

dell’individuo

possiamo verificare che le preferenze C

presentano due picchi.

• Questo esempio può essere esteso al caso di

preferenze su quantità continue di beni. In questo caso,

la ciclicità del voto si osserverà quando le preferenze di

“moda”.

almeno un individuo avranno più di una

• L’esistenza di un equilibrio per il voto a maggioranza

richiede preferenze con un picco solo, sia nel continuo

che nel discreto.

• In caso contrario la votazione a maggioranza non

all’infinito).

porterà ad un equilibrio (si andrà avanti

Scelte discrete

Ordine di

preferenza

1 Individuo C

2 Individuo B

Individuo A

3 y z

x Alternative

Scelte continue

U U

G G

Preferenze a picco singolo Preferenze a picco multiplo


PAGINE

23

PESO

357.59 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispense del Prof. Alessio D'Amato del corso di Scienza delle Finanze della triennale di Economia.
Di seguito sono indicati gli argomenti trattati nel materiale qui a disposizione:

Rivelazione delle preferenze
Imposte e domanda di beni pubblici
Imposta proporzionale sul reddito
Preferenze individuali
Teorema dell'impossibilità di Arrow
Elettore mediano
Il sistema bipartitico


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia dei mercati e degli intermediari finanziari
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienza delle Finanze e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof D'Amato Alessio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienza delle finanze

Benessere sociale e invidia
Dispensa
Beni pubblici
Dispensa
Fallimenti del mercato
Dispensa
Incidenza delle imposte
Dispensa