Che materia stai cercando?

Aristotele e la democrazia nell'Antica Grecia

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Storia delle dottrine politiche tenuto dal professor Gianfranco Borrelli.
La fondazione della democrazia nell'Antica Grecia.
Caratteri della polis ateniese.
Attraverso un lungo processo, che dura dal 503 a.C. fino alla conquista da parte macedone dell'Attica nel 321 a.C., abbiamo per... Vedi di più

Esame di Storia della storiografia filosofica docente Prof. G. Borrelli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Aristotele e la democrazia nella Grecia antica, Gianfranco Borrelli « St... http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/storia-delle-dottrine-poli...

Il cittadino aristotelico

Tratti del cittadino aristotelico secondo il punto di vista a

Volendo in modo sintetico descrivere la figura del soggetto cittadino (polites)

a. Il cittadino si contraddistingue per la funzione che viene a svolgere, quella di partecipare al potere de

per svolgere questa funzione risulta necessario che egli sia libero da importanti carichi di lavoro,

Tratti del cittadino aristotelico

b. Il cittadino pratica l'arete politike, la virtù politica come misura propria dell'agire in comunità; tale

in effetti, tale coincidenza vale unicamente per i governanti, che operano secondo fronesis

Tratti del cittadino aristotelico

c. L'identità del cittadino resta legata ad una visione ontologica della realtà:

le parti della città (ta mere tes poleos) debbono costituire il criterio della individuazione di quanti

restano quindi esclusi i nullatenenti (phauloi) ed i salariati (banausoi) che, per quanto necessari a

Tratti del cittadino aristotelico

d. Cittadino è dunque per eccellenza il soggetto abbiente, in condizione di accedere ad una corretta edu

costui opererà costantemente per la stabilità della costituzione vigente, attento a sostenere il perc

L'aristotelismo nei secoli successivi

Polibio e le forme di governo

Il discorso di Aristotele viene recepito, con ricche articolazioni nei secoli succesivi, da Polibio e Tomma

Polibio: vissuto in età romana ed apologeta della storia di Roma, nel secondo secolo a. C.,

Il perno del discorso è proprio quello della migliore costituzione, con diretto riferimento al pensie

Polibio, La costituzione perfetta

Recensione al testo di Domenico Taranto, La miktè politéia

Polibio e le forme di governo

Per Polibio esistono sei forme di governo possibili, tre buone e tre cattive; le forme buone sono inevitab

1. Monarchia, ereditaria ma che diventa elettiva per l'incapacità dei successori.

2. Tirannide (degenerazione della monarchia).

3. Aristocrazia: governo dei virtuosi.

4. Oligarchia (degenerazione dell'aristocrazia).

5. Democrazia, governo dei molti.

6. significa folla; è termine proprio di Polibio; degenerazione della democrazia).

Oclocrazia (ochlos

L'aristotelismo cristiano di Tommaso d'Aquino

3 di 4 09/11/2011 12:58


PAGINE

4

PESO

169.43 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Storia delle dottrine politiche tenuto dal professor Gianfranco Borrelli.
La fondazione della democrazia nell'Antica Grecia.
Caratteri della polis ateniese.
Attraverso un lungo processo, che dura dal 503 a.C. fino alla conquista da parte macedone dell'Attica nel 321 a.C., abbiamo per più di due secoli l'attivazione e la piena sperimentazione di quella forma di governo, la democrazia, che costituisce una novità assoluta per la civilizzazione occidentale
La polis democratica è un'entità essenzialmente politica: costituisce una struttura pubblica e quindi stabilisce una differenza precisa rispetto alla sfera delle cose private (idia).
Nella polis democratica non si distingue tra decisione ed esecuzione.
Nella polis, il soggetto cittadino decideva sia nel merito delle leggi fondamentali, sia nel dettaglio della messa in esecuzione


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della storiografia filosofica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Borrelli Gianfranco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della storiografia filosofica

Antropologia e politica in Machiavelli
Dispensa
Contratto sociale e rappresentanza politica secondo Rousseau Tocqueville e Sieyes
Dispensa
Foucault: poduzione dei poteri ed ermeneutica del soggetto
Dispensa
Sovranità e diritto di natura in Hobbes
Dispensa