Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Aristotele (384/383­322 a.C.)

il repertorio espressivo degli animali

“Alcuni animali emettono suoni (tà psophetiká) alcuni

sono senza voce (tà áphona), altri invece hanno una

voce (tà phonéenta), e di

questi ultimi alcuni hanno una voce articolata (tà

diálekton), altri sono privi di lettere (tà agrámmata)

[...] tutti hanno in comune di cantare e di parlare

(laleîn) soprattutto nella stagione dell'amore."(Hist.

anim. 488a32­488b 1)

Il repertorio espressivo degli animali

phonéenta

áphona

agrámmata diálekton

Le tre unità el repertorio espressivo/comunicativo

“ la voce (phoné) e il suono (psóphos) sono due cose diverse e una

terza è la voce articolata (diálektos). La voce non può venire

emessa da nessuna altra parte se non dalla laringe: perciò quegli

animali che sono privi di polmoni neppure possono emettere la

voce...(Hist.anim. 535a 27sqq)

Le tre unità del repertorio espressivo/comunicativo

La voce articolata è l’articolazione (diárthrosis) della voce

mediante la lingua (tê glótte). Dunque le vocali (tà phonéenta)

sono emesse dalla voce, cioè dalla laringe, mentre le consonanti

(tà áphona) dalla lingua e dalle labbra e di qui consta la voce

articolata. Perciò quegli animali che non hanno lingua o non

l’hanno sciolta, non possono formare la voce articolata

(dialégetai). È invece possibile emettere suoni anche con altre

parti.” (Hist.anim. 535a 31sqq).

Le tre unità el repertorio espressivo/comunicativo

Psóphos: con qualsiasi parte del corpo

Phoné: polmoni+ laringe

Diálektos: lingua+ labbra

 psóphos phoné diálektos

Insetti [Hist. Quadrupedi e Uccelli

Anim. 535b 3­10] ovipari (rana) [Hist.Anim.536a2

[Hist.Anim. 536a 1­32]

4­20]

Pesci (escluso il

delfino) [Hist. Quadrupedi e Essere umano

Anim. 535b 14­ vivipari [Hist. Anim. 536b

33] [Hist.anim. 536a 2­3]

33­536b1]

Psóphos

"il suono è sempre prodotto dall’urto di qualcosa contro qualcosa

in qualcosa, perché ciò che lo produce è una percussione. È

pertanto impossibile che si abbia suono in presenza di un solo

oggetto, giacché il percuziente e il percosso sono distinti. Di

conseguenza ciò che risuona, risuona contro qualcosa." (De

anima 419b10­14)

"Il suono non è la percussione di due oggetti qualsiasi […] deve

prodursi un urto dei corpi solidi l’uno contro l’altro e contro

l’aria." (De an. 419b 14­21).

Animali e psóphos

Insetti (Hist. Anim. 535b 3­10): producono suoni con il

penuma interno al loro corpo (ma non con il respiro);

“ Questi ultimi producono il suono con la membrana posta sotto il

diaframma, quando presentano questa fenditura: ad esempio in

un genere di cicale esso è provocato dall’attrito del pneuma

contro tale membrana. Le mosche, le api e tutti gli altri insetti

producono invece il suono sollevando e richiudendo le ali in

volo: il suono, infatti, risulta dall’attrito del pneuma interno”

Animali e psóphos

I pesci (Hist. Anim. 535b 14­33): privi di voce (áphonoi)

(perché non hanno polmoni né trachea né laringe)

“ emettono quella che sembra una voce in parte strofinando le

branchie, la cui zona è spinosa, in parte mediante le parti interne

site nella regione dello stomaco: ognuna di esse, infatti, contiene

pneuma, il cui attrito e spostamento producono i suoni. [...]Non

è però corretto dire che questi animali emettono voce (phoneîn):

si tratta piuttosto di suoni (psopheîn)”.

Phoné: requsiti fisiologici

" La voce non può venire emessa da nessun altra parte se non dalla

laringe: perciò quegli animali che sono privi di polmoni neppure

possono emettere la voce.”(Hist.Anim..535a 28­30).

"la cosiddetta laringe e la trachea sono costituite di materiale

cartilaginoso: esse non sono finalizzate soltanto alla respirazione

ma anche alla voce. (De part. anim. 664a 35­b2)

Phoné:requisiti psicologici

"Quanto alla voce, essa è un suono dell'essere animato

(empsýchou )[...] non ogni suono dell'animale è voce

(giacché si può emettere un suono anche con la lingua o

tossendo), ma il percuziente deve essere animato ed

accompagnarsi ad un'immagine (metà phantasías tinós).

In effetti la voce è un suono che significa qualcosa

(semantikòs), e non semplicemente, come la tosse, il

suono dell'aria inspirata."(De an. 420b 5­ 34).

Animali e phoné

Quadrupedi ­Ovipari (rana)

 Quadrupedi­ Mammiferi

 L’”eccezione” del delfino:

“Anche il delfino emette stridii e mormorii quando balza fuori

all’aria aperta, ma in modo ben diverso dagli animali suddetti: in

questo caso si tratta di una voce (phoné), perché esso possiede

sia polmoni sia trachea. Non ha però la lingua sciolta (glôttan

apolelyménen) e le labbra (cheíle) sì da poter articolare in

qualche modo (árthron ti poieîn) la voce”(Hist. anim. iv, 535b 33

sqq.) Diálektos: lingua, labbra...

Modo particolare in cui si manifesta la voce :“eîdos phonês”

 (Probl. 898b 30); attivazione del tratto sopralaringeo

“La voce articolata è l’articolazione (diárthrosis) della voce

mediante la lingua (tê glótte). Dunque le vocali (tà phonéenta)

sono emesse dalla voce, cioè dalla laringe, mentre le consonanti

(tà áphona) dalla lingua e dalle labbra:e di queste consta la voce

articolata. Perciò quegli animali che non hanno lingua o non

l’hanno sciolta, non possono formare la voce articolata

(dialégetai)” (Hist.Anim. 535a 30sqq.)

Diálektos: denti

“Ma nell’uomo la forma e il numero di questi denti sono

soprattutto in funzione della voce articolata (diálekton) giacché i

denti anteriori contribuiscono molto alla formazione delle lettere

(grammatôn)." (De part.anim. 661b 13­15)


PAGINE

33

PESO

253.99 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Filosofia del linguaggio, tenute dal Prof. Stefano Gensini nell'anno accademico 2011 e tratta i seguenti argomenti:
[list]
Aristotele;
Repertorio espressivo degli animali;
Psóphos;
Phoné: requisiti fisiologici;
Diálektos;
Lógos.
[/list]


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia del linguaggio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Gensini Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia del linguaggio

Animal loquens - Animali e comunicazione
Dispensa
Comunicazione e cognizione
Dispensa
Manzoni - Lettera al Carena
Dispensa
Animal loquens - Animali e filosofi
Dispensa