Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1-Previsioni stagionali delle piogge in Kenia

Il beneficio della previsione è maggiore

su piccoli profitti.

Rischio derivato dalla previsione:

occorre migliorare i sistemi previsionali

per fornire indicazioni più affidabili.

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

Località di studio:

provincia a est di “La Pampa”

Le

territori a nord-ovest della provincia di Buenos Aires

I

Lo sviluppo sociale ed economico è influenzato dalla disponibilità

stagionale di acqua.

L’alternanza di

periodi secchi e

umidi incide

fortemente sulla

produzione agricola

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

• Forte relazione tra eventi atmosferici e

profondità della falda sotterranea, in

particolare forte legame con le precipitazioni.

• E’ stata sviluppata una metodologia di

previsione delle fluttuazioni della falda

sotterranea in relazione all’andamento delle

precipitazioni

Previsioni meteorologiche….

L’interesse per il miglioramento e la ricerca in tale settore è

aumentato negli ultimi anni.

Meteorologia utile per l’ agricoltura, la gestione delle risorse

idriche e in altre attività dell’uomo.

SCOPO DELLA RICERCA

Sviluppare un semplice metodo per stimare le fluttuazione della

falda sotterranea in alcuni territori dell’Argentina

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

DATI A DISPOSIZIONE

Dati meteorologici: precipitazioni mensili 1950-1997.

E’ possibile calcolare le precipitazioni stagionali nelle

differenti stagioni: Estate (DGF), autunno (MAM), inverno

(GLA) e primavera (SON)

Sono state anche calcolate le anomalie stagionali come

differenza della media stagionale del periodo.

Valori mensili di SST da NOA (US National Oceanic and

Atmospheric Administration) dal 1950 al 1997. I dati sono

distribuiti in una griglia con risoluzione 2°x2°

di altezza di falda dal 1973 al 1996. Ogni valore deriva

Dati

dalla differenza di livello tra l’ inizio e la fine stagione

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

METODOLOGIA

Numerosi studi hanno dimostrato la forte correlazione tra

precipitazioni e distribuzione di Sea Surface Temperature

(SST) nell’Oceano Pacifico.

E stato dimostrato come un anomalia positiva (riscaldamento)

nel Pacifico tropicale provoca maggiori precipitazioni nella

parte est dell’Argentina, sud del Brasile e Uruguay

Le anomalie di SST dell’ Oceano Pacifico sono utilizzate per

la previsione delle piogge

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

Utilizzo di un Software: CLIMLAB

Calcolo del coefficiente di correlazione tra precipitazioni

stagionali e SST della griglia. Sono stati utilizzati i dati di

pioggia di differenti stagioni e griglie riferite a differenti

periodi. di zone dell’Oceano con alte correlazioni

Individuazione

stata trovata una correlazione lineare tra valori delle

E’

precipitazioni Vp e valori medi di SST in un certo periodo (Vt)

stata trovata una correlazione lineare tra valori delle

E’

precipitazioni Vp e valori dell’altezza della falda

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

Principali risultati…..

La stagione con una più alta probabilità di previsione è

quella estiva (DGF). La percentuale di corretta previsione è

del 62,5%

La migliore correlazione trovata è quella utilizzando SST

di Agosto-Settembre per la previsione delle piogge estive

Utilizzando la previsione delle piogge di DGF viene

previsto l’altezza della falda nello stesso periodo con

coefficiente di correlazione di 0,8

Stesso periodo per la previsione dell’altezza in MAM con

coefficiente di correlazione pari a 0,65.

Previsione altezza di falda DGF

Previsione altezza di falda MAM

Previsione altezza di falda GLA

La correlazione è molto bassa: 0,2

2. Previsione delle fluttuazioni stagionali della falda in

alcune località dell’Argentina

Principali colture coltivate

Grano,girasole, soia, mais

L’estate è una stagione critica: periodo secco con la maggior

richiesta di acqua.

La previsione sulla base di SST di Agosto-Settembre è

molto importante per definire eventuali periodi di allerta.

3. Previsioni meteorologiche e modelli

agrometeorologici: applicazioni in Sahel

In Sahel: persiste il problema della sicurezza alimentare

per la maggior parte della popolazione.

3. Previsioni meteorologiche e modelli

agrometeorologici: applicazioni in Sahel

SCOPO DEL LAVORO

agiscono su due livelli: previsione e prevenzione.

EWS

Immagini satellitari forniscono importanti informazioni

sull’andamento della stagione di crescita e sull’andamento

meteorologico e permettono di adattare ad esso le

coltivazioni. Regional Center e IBIMET-CNR hanno

AGRHYMET

applicato ZAR (Zones A Risque) model che mira a integrare

modelli agroclimatici con previsioni meteorologiche.

3. Previsioni meteorologiche e modelli

agrometeorologici: applicazioni in Sahel

L’area di studio coincide con la zona agricola dove vengono

coltivati miglio e sorgo che rappresentano il 43 e il 24%

della totale produzione agricola

INPUT

1. Precipitazioni stimate

2. Precipitazioni previste

3. Evapotraspirazione

4. Umidità dei suoli

5. Informazioni agronomiche della coltura (fasi fenologiche,

lunnghezza periodo colturale, Kc……)

3. Previsioni meteorologiche e modelli

agrometeorologici: applicazioni in Sahel

Precipitazioni stimate

METEOSAT-8 fornisce immagini satellitari monitorano le

precipitazioni nell’area di studio fornendo delle mappe di

cumulata delle precipitazioni

Previsioni meteorologiche

Le previsioni meteo utilizzate dal modello ZAR derivano da

GFS (Global Operation Forecast) model

Il modello ZAR

3. Previsioni meteorologiche e modelli

agrometeorologici: applicazioni in Sahel

Principali risultati……..

In relazione agli input previsti input il modello fornisce

,

importanti indicazioni su

possibili di coltivazione

Aree dove è necessario ripetere la semina

Aree sullo stato della coltura paragonando la coltivazione

Giudizio

con quella degli anni precedenti.

fenologiche

Fasi idrico della coltura

Fabbisogno

dove le piogge previste potranno soddisfare i

Aree

fabbisogni delle colture seminate

Altro…… Le mappe fornite


PAGINE

43

PESO

8.77 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Agroclimatologia tropicale e subtropicale a cura del Prof. Simone Orlandini, all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: esempi di applicazioni
agrometeorologiche
in campo tropicale; utilizzo di applicazione per le previsione metereologiche in Kenya, Argentina e nel Sahel; uso del software CLIMALAB; uso del modello GLOBAL CIRCULATION MODEL (GCM) utilizzando ECHAM v. 4.5; modello ZAR (Zones A Risque); Agroforestry.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze agrarie
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Agroclimatologia tropicale e subtropicale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Orlandini Simone.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Agroclimatologia tropicale e subtropicale

GIS e Telerilevamento
Dispensa
Radiazione solare e agricoltura
Dispensa
Idrometeore e colture
Dispensa
Elementi di agroclimatologia
Dispensa