Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Valutazione d’Incidenza Ambientale

Direttiva 92/43/Cee

La valutazione d'incidenza ambientale è il procedimento di carattere

preventivo al quale è necessario sottoporre qualsiasi piano o progetto

che possa avere incidenze significative su un sito o proposto sito della

rete Natura 2000 (SIC - Siti d'Interesse Comunitario, ZPS - Zone

Protezione Speciale), singolarmente o congiuntamente ad altri piani e

progetti e tenuto conto degli obiettivi di conservazione del sito stesso.

Tale procedura è stata introdotta dall'art. 6, comma 3, della direttiva

"Habitat", con lo scopo di salvaguardare l'integrità dei siti attraverso

l'esame delle interferenze di piani e progetti non direttamente connessi

alla conservazione degli habitat e delle specie per cui essi sono stati

individuati, ma in grado di condizionarne l'equilibrio ambientale.

Direttiva 92/43/Cee

Normativa di riferimento in materia di procedura di valutazione

d’incidenza è costituita da: “conservazione

- Direttiva 92/43/CEE, relativa alla degli habitat naturali

selvatiche” “Habitat”).

e seminaturali e della flora e della fauna (Direttiva

- DPR 357/97 del 8 settembre 1997 e successive modifiche, in

particolare DPR 120/03 del 12 marzo 2003.

In ambito nazionale, la valutazione d'incidenza viene disciplinata

dall'art.6 del DPR 12 marzo 2003 n.120, G.U. n. 124 del 30 maggio

2003), che ha sostituito l'art. 5 del DPR 8 settembre 1997, n. 357 che

trasferiva nella normativa italiana i paragrafi 3 e 4 della direttiva

"Habitat". Direttiva 92/43/Cee

Articolazione della procedura per la valutazione di incidenza

In base alle indicazioni contenute nelle guide metodologiche elaborate

dalla Commissione Europea, prevede la suddivisione della procedura

per la valutazione d'incidenza in:

a) Screening ( )

verifica

Lo Screening consiste in un'analisi preliminare finalizzata a identificare i possibili

effetti del progetto su un sito NATURA 2000, a valutare la significatività di tali effetti e,

quindi, a stabilire la necessità o meno di redigere la relazione di valutazione di

incidenza.

b) Relazione di valutazione d'incidenza

d’incidenza

La relazione di valutazione è il prodotto di uno studio volto ad individuare

e valutare gli effetti diretti ed indiretti del progetto su un sito NATURA 2000 in

relazione agli obiettivi di conservazione del sito stesso.

Direttiva 92/43/Cee

Quali progetti devono essere sottoposti a Screening?

Allo stato attuale devono essere sottoposti a Screening tutti i progetti

per cui è richiesto il finanziamento a prescindere dalla loro

all’interno all’esterno

localizzazione o di un sito NATURA 2000. Si

ritengono esonerati dagli obblighi in materia di procedura di valutazione

d’incidenza solo e soltanto gli interventi immateriali (consulenze,

acquisto software, ecc.) e gli interventi consistenti unicamente

nell’acquisizione sull’ambiente

di beni privi di qualsiasi effetto (acquisto

hardware, mobilio, ecc.).

Per i progetti assoggettati a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), la

d’incidenza nell’ambito

valutazione è compresa della stessa procedura.

Direttiva 92/43/Cee

La metodologia procedurale è un percorso di analisi e valutazione

progressiva che si compone di 4 (quattro) fasi principali:

FASE 1: VERIFICA (SCREENING)

Identifica la possibile incidenza significativa su un sito della rete Natura

2000 di un piano o un progetto (singolarmente o congiuntamente ad altri

piani o progetti), e porta all'effettuazione di una valutazione d'incidenza

completa qualora l'incidenza risulti significativa;

"APPROPRIATA”

FASE 2: VALUTAZIONE

Analisi dell'incidenza del piano o del progetto sull'integrità del sito,

singolarmente o congiuntamente ad altri piani o progetti, nel rispetto

della struttura e della funzionalità del sito e dei suoi obiettivi di

conservazione e individuazione delle eventuali misure di

compensazione necessarie;

Direttiva 92/43/Cee

FASE 3: ANALISI DI SOLUZIONI ALTERNATIVE

Individuazione e analisi di eventuali soluzioni alternative per raggiungere

gli obiettivi del progetto o del piano evitando incidenze negative

sull'integrità del sito;

FASE 4: DEFINIZIONE DI MISURE DI COMPENSAZIONE

Individuazione di azioni, anche preventive, in grado di bilanciare le

incidenze previste, nei casi in cui non esistano soluzioni alternative o le

ipotesi proponibili presentino comunque aspetti con incidenza negativa,

ma per motivi imperativi di rilevante interesse pubblico sia necessario

che il progetto o il piano venga comunque realizzato.

Direttiva 92/43/Cee

Chi firma la documentazione prodotta a conclusione dello

Screening?

A seconda delle tipologie progettuali finanziate dalle diverse misure, le

Direzioni Regionali hanno applicato criteri più o meno restrittivi in merito

alla firma sulla documentazione di Screening. Bisogna quindi fare

riferimento alle soluzioni adottate dalle Direzioni Regionali nei diversi

casi così come indicate nei Bandi o nella documentazione inviata ai

beneficiari dei finanziamenti.

L’orientamento generale prevede che la documentazione di Screening

possa essere firmata da:

- il professionista inteso come redattore del progetto e/o consulente

d’incidenza

esperto in materia di procedura di valutazione

OPPURE dell’impresa.

- il legale rappresentante

Direttiva 92/43/Cee

La relazione di valutazione d'incidenza deve essere presentata:

1) per tutti i progetti per i quali lo Screening non esclude la possibilità di

effetti significativi su un sito NATURA 2000;

2) per tutti i progetti per i quali lo Screening non raggiunge sufficienti

all’adeguatezza

certezze riguardo della valutazione effettuata.

d’incidenza

Per i progetti assoggettati a VIA la valutazione è compresa

nell’ambito della stessa procedura.

A tal fine lo studio di impatto ambientale predisposto dal proponente

un’apposita

deve contenere sezione riguardante le verifiche relative alla

compatibilità del progetto con le finalità conservative degli habitat e delle

nell’area

specie presenti SIC o ZPS.


PAGINE

20

PESO

151.58 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. Valutazione d’incidenza ambientale. Articolazione della procedura per la valutazione di incidenza:
- Screening;
- Relazione di valutazione d'incidenza;
- Progetti da sottoporre a screening.
Analisi e valutazioni dei rischi ambientali:
- Fondamenti teorici, modelli, strumenti applicativi e gestionali;
- La compensazione ambientale nella pianificazione;
- La certificazione ambientale.
Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in urbanistica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi e Valutazione Ambientale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Leone Antonio Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Analisi e valutazione ambientale

Valutazione ambientale strategica - Direttive UE
Dispensa
Rischi ambientali - Analisi e valutazione
Dispensa
Valutazione ambientale - Direttive UE
Dispensa
Conservazione dell'habitat - Direttive comunitarie
Dispensa