Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ANALISI DI FATTIBILITÀ – CICLO DEL PROGETTO E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI

Ideazione Studio di opportunità a largo raggio

Ricerca Studi di opportunità specifici

Identificazione

Selezione Pre-fattibilità

Sviluppo Formulazione del progetto Fattibilità SDF

Decisione di investimento Rapporti di valutazione

!@

Definizione dei contratti

Implementazione Progetti esecutivi

Costruzione Analisi della implementazione

Decollo Analisi ex-post

Fase operativa

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 7

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: IDEAZIONE

IDEAZIONE

È strumentale all

identificazione di opportunit à di investimento , cio

è di progetti

MONITORAGGIO Nell’amministrazione pubblica, come nelle grandi imprese, la ricerca di

SISTEMATICO opportunità di investimento è il risultato di interazioni e di sforzi sistematici,

orientati da soggetti dotati di capacità di coordinamento e decisione:

Studi a largo raggio • FUNZIONI AZIENDALI DI R&S

Studi di area • SOCIETÀ

À DI CONSULENZA

SOCIET

Studi settoriali • SOCIETÀ

À DI INGEGNERIA

SOCIET !@

Studi x uso risorse • AGENZIE PUBBLICHE DI PROMOZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Studi x prog.specif. • ALTRE STRUTTURE CUI È DELEGATO IDENTIFICARE OPPORTUNITÀ

À DI INVEST.

OPPORTUNIT

MANDATI

SPECIFICI

Il costo di uno studio di opportunit

à potrebbe essere compreso tra lo 0,2 e l

’ 1,0% dei costi totali di

investimento che emergono dallo studio stesso

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 8

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: IDEAZIONE

IDEAZIONE

Possibili aree di opportunit à di investimento pubblico sono, ad esempio:

Domanda di servizi non offerti dal settore privato

Disponibilit

à di risorse il cui sfruttamento darebbe luogo a monopoli

Sostituzione di importazioni

Imitazione di attivit à manifatturiere che hanno successo altrove

Integrazioni orizzontali/verticali con industrie esistenti

!@

Possibilit à di diversificazione

Espansioni della capacit à produttiva esistente

Possibilit à di diversificazione

Iniziative di sostegno alle esportazioni

Politiche industrali e regionali

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 9

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: SELEZIONE DELLE OPPORTUNITÀ

SELEZIONE DELLE OPPORTUNIT À

Questa fase richiede un esame pi ù approfondito rispetto a quello proprio delle attivit

à

di monitoraggio delle opportunit à di investimento

In genere si ricorre a valutazioni preliminari o studi di prefattibilit à

OPPORTUNITÀ OPPORTUNITÀ

Soluzioni

Criticità

Selezione

Selezione OPPORTUNITÀ SDF

SDF

Opporunit

à

Opporunità Tecniche

OPPORTUNITÀ OPPORTUNITÀ !@

OPPORTUNITÀ prefeasibility

prefeasibility

Le valutazioni preliminari che corrispondono a fasi intermedie tra la selezione delle opportunità e lo studio di

fattibilità compongono lo studio di prefattibilità

Lo studio di prefattibilità è volto a stabilire se esistono delle soluzioni tecniche ai problemi che il progetto deve

affrontare e ad individuare il loro grado di realizzabilità.

Successivamente, le soluzioni tecnicamente fattibili vengono sottoposte ad analisi finanziaria di massima che

permette di scegliere l’alternativa che, a parità di benefici, implica costi inferiori

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 10

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: SELEZIONE DELLE OPPORTUNITÀ

SELEZIONE DELLE OPPORTUNIT À

Lo studio di prefattibilit à :

analizza i problemi per l’identificazione delle soluzioni più appropriate

indica, dopo aver valutato le alternative possibili, la strategia di intervento più idonea

per i problemi individuati

ha come obiettivo l’eliminazione dei dubbi sull’utilità di procedere e l’eliminazione

delle ipotesi di intervento più chiaramente inadeguate, specie in presenza di

opportunità alternative (NB: non conduce alla formulazione del progetto)

!@

La struttura di uno studio di prefattibilità, in sostanza, è la stessa di uno studio di

fattibilità, tuttavia, le analisi condotte hanno caratteristiche meno rigorose

I parametri di costo UNIDO (Organizzazione delle Nazioni Unite p

er lo Sviluppo Industriale) per la

prefeasibility sono compresi tra lo 0,25 e l

1,5% dei costi totali di investimento

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 11

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: SELEZIONE DELLE OPPORTUNITÀ

SELEZIONE DELLE OPPORTUNIT À

Per ogni progetto vi sono almeno TRE ALTERNATIVE

alternativa “ DO NOTHING”, cioè opzione del non intervento

NOTHING

L’alternativa del non intervenire è l’approccio base dell’analisi del progetto e mira a

confrontare almeno due situazioni, quella con e quella senza il progetto.Viene anche

chiamata “scenario inerte” (inertial scenario) !@

alternativa del “ DO MINIMUM”; cioè opzione del minimo indispensabile

MINIMUM

alternativa “ DO SOMETHING”, (o alternativa ragionevole, un progetto basato

SOMETHING

su di una alternativa tecnologica o di concetto)

ESEMPIO per collegare due aree, l’alternativa do nothing prevede di utilizzare il servizio di

traghettazione esistente, la do minimum di rinnovare/potenziare il servizio esistente e

il progetto potrebbe prevedere la costruzione di un ponte

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 12

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: STUDIO DI FATTIBILITÀ

STUDIO DI FATTIBILIT À

La formulazione del progetto è la fase che si traduce in uno studio di fattibilit à o in

un rapporto di valutazione

Le funzioni assegnate ad uno SdF derivano dalla sua collocazione nel ciclo del progetto.

Collocandosi a valle dell’identificazione di un bisogno - astrattamente ritenuto meritevole di essere

soddisfatto - e della conseguente formulazione di una idea-progetto, ma a monte della decisione

di soddisfarlo attraverso uno specifico intervento, lo SdF dovrebbe essere concepito e realizzato

in modo da raggiungere il seguente obiettivo

OBIETTIVO DI UNO STUDIO DI FATTIBILITÀ

!@

trasformare l’iniziale idea-progetto in una specifica ipotesi di intervento, attraverso

l

identificazione, la specificazione e la comparazione di due o pi

ù alternative atte a

cogliere modalit à diverse di realizzazione dell

idea originaria

la produzione di un set di informazioni atte a consentire all

’ autorit à politico -

amministrativa competente una decisione fondata e motivata

cfr: Dosi C.[a cura di], (2002), Gli studi di fattibilità

à degli investimenti pubblici: finalità

à e requisiti – Centro di documentazione Valutazione

fattibilit finalit Investimenti Pubblici, Formez

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 13

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: STUDIO DI FATTIBILITÀ

STUDIO DI FATTIBILIT À

dovrebbe essere interpretato come investimento nella produzione di

informazioni e di conoscenza

fornisce informazioni che …

consentono all’autorità politico amministrativa di assumere decisioni di

investimento o di finanziamento dell’investimento

…le informazioni fornite !@

devono essere complete, coerenti e condurre a risultati chiarame nte

interpretabili

lo studio di fattibilità

può essere affiancato, ed integrato, da studi specifici parallel

i

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 14

FATTIBILITÀ E SEQUENZA LIVELLI DI ANALISI: STUDIO DI FATTIBILITÀ

STUDIO DI FATTIBILIT À

Lo SdF, in quanto strumento di supporto alle decisioni, dovrebbe rivelarsi capace di

produrre raccomandazioni, senza tuttavia assorbire, o pretendere di sostituirsi al

giudizio politico finale. Esso dovrebbe:

FORNIRE UNA SINTESI DEGLI IMPATTI ATTESI

La specificazione delle alternative e la descrizione dei relativi impatti - nonché delle

condizioni di contorno che possono influenzarne il segno e/o l’intensità - costituiscono

elementi essenziali, ma non sufficienti per qualificare uno SdF

ESSERE UNA RACCOMANDAZIONE tale da consentire all ’

autorit

à politico -

amministrativa competente l ’

esercizio della necessaria DISCREZIONALIT

À

REQUISITI !@

contenere informazioni utili al decisore per innestare giudizi autonomi circa la bontà

dell’idea originaria e la convenienza relativa delle diverse modalità di realizzazione in

esso specificate

VALUTARE “ OGGETTIVAMENTE

” per consentire all ’

autorit

à politico

-

amministrativa

competente l ’

esercizio di una DISCREZIONALIT

À VERIFICABILE

La valutazione delle caratteristiche degli interventi prospettati ne evidenzia quelle nei

confronti delle quali si rivela tipicamente indispensabile formulare un separato giudizio

politico. La decisione è agevolata e resa il più possibile trasparente

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 15

STUDIO DI FATTIBILITÀ: STRUTTURA

STUDIO DI FATTIBILIT À

Lo studio di fattibilit

à può essere cos ì strutturato (esistono diverse varianti):

Scheda di progetto I Valutazione multicriterio XII

Obiettivi e ambiente II

Domanda e offerta III Risorse fisiche V Implementazione VIII Analisi economica X

!@

Risorse umane VI

Tecnologia e produzione IV Analisi finanziaria IX Analisi del rischio XI

Localizzazione VII

Il contenuto di ogni elemento corrisponde ad un blocco di temi e virtualmente ad un capitolo del

rapporto di valutazione. Le slide successive offrono una descrizione dettagliata, seppure a titolo

puramente indicativo, di un tipico Rapporto di Valutazione

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 16

STUDIO DI FATTIBILITÀ: STRUTTURA Scheda di progetto I Valutazione multicriterio XII

Obiettivi e ambiente II

Domanda e offerta III Risorse fisiche V Implementazione VIII Analisi economica X

Risorse umane VI

Tecnologia e produzione IV Analisi finanziaria IX Analisi del rischio XI

Localizzazione VII

SCHEDA PROGETTO: Inizialmente si richiede una breve presentazione degli obiettivi del

promotore, le caratteristiche del progetto ed i principali risultati dell'analisi

OBIETTIVI: Il Rapporto dovrebbe presentare le caratteristiche socio-economiche fondamentali del

progetto e del settore di riferimento. In questa sede vanno inclusi i principali aspetti istituzionali

Scheda di progetto I Valutazione multicriterio XII

!@

Obiettivi e ambiente II

Domanda e offerta III Risorse fisiche V Implementazione VIII Analisi economica X

Risorse umane VI

Tecnologia e produzione IV Analisi finanziaria IX Analisi del rischio XI

Localizzazione VII

DOMANDA ED OFFERTA: Il progetto persegue l’obiettivo di produrre beni e servizi privati o

pubblici, distribuiti poi tramite transazioni interne al mercato oppure esterne ad esso. In ogni caso

questi prodotti devono essere identificati e la loro domanda quantificata. Devono essere indicati

altri eventuali produttori e deve essere prevista la loro reazione

© 2011 Valutazione e finanziamento dei progetti Pagina 17


PAGINE

26

PESO

608.22 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Valutazione e finanziamento dei progetti del Prof. Alessandro Cataldo all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: definizione ed obiettivi dell'analisi di fattibilità di un progetto; il ciclo di progetto e sequenza dei livelli di analisi; lo studio di fattibilità.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in analisi economica delle istituzioni internazionali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Valutazione e finanziamento dei progetti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Cataldo Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Valutazione e finanziamento dei progetti

Metodi di capital budgeting
Dispensa
Contabilità economico - patrimoniale
Dispensa
Fondi di Ricchezza Sovrana - Pasca di Magliano
Dispensa
Matematica finanziaria - Consiglio
Dispensa