Che materia stai cercando?

Alloggi studenteschi - Parametri tecnici ed economici

Materiale didattico per il corso di Laboratorio di composizione architettonica e urbana del Prof. Francesco Bruno. Trattasi dell'Allegato al Decreto Ministeriale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca DM n. 43 relativo alla realizzazione di alloggi studenteschi ed in particolare: modelli insediativi; Tipologie di alloggi e residenze per... Vedi di più

Esame di Laboratorio di composizione architettonica e urbana docente Prof. F. Bruno

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Arredi: dotazioni di base Quantità

Letto 1

Dimensioni minime cm 90x200

Materasso ignifugo anallergico

Cuscino, lenzuola e coperte per il letto 1 cad.

per

utente

Scrivania 1

Dimensioni minime cm 120x80

Sedia 1 cad.

Seduta e schienale ergonomici in materiale lavabile ed ignifugo per

utente

Armadio

Dimensioni minime: un modulo cm 120x60x60 per persona

Cassettiera per biancheria 1

Modularità con altri elementi di arredo interno per consentire la flessibi-

lità d'uso al variare delle specifiche esigenze

Scaffalatura 1

Dimensioni minime cm 80x25,5 ripiani

Tenda ignifuga 1

Corpo illuminante a soffitto 1

Corpo illuminante da letto 1

Corpo illuminante da scrivania 1

Cestino 1

Appendiabiti da muro a 3 posti 1

Comodino - cassettiera cm 45x45 1

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualita- Quantità

tivo superiore e ulteriori elementi di arredo

Letto

Ruote per facilitare lo spostamento e l’adattabilità dell’arredo

Scrivania

Dimensioni e caratteristiche adeguate all’uso del videoterminale

Sedia

Caratteristiche idonee all'uso dei videoterminali

Ruote per facilitare gli spostamenti

Frigorifero 1

Dimensioni minime 100 lt.

Cassetta di sicurezza individuale

Chiusura mediante chiave di sicurezza con copia custodita presso la se- 1

greteria dell'Azienda

Inamovibilità e resistenza allo scasso

Armadio 1

Dimensioni superiori al minimo

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Rete telefonica

Impianto prevenzione incendi

Impianto TV

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Collegamento LAN

Aria condizionata 11

AF1.2. Bagno

Arredi: dotazioni di base Quantità

Wc 1

Lavabo 1

Bidet 1

Cabina e piatto doccia 1

Porta asciugamani 1

Portarotolo, spazzolone, portaspazzolino 1

Cestino 1

Armadietto, mensola e specchio 1

Corpo illuminante a soffitto 1

Corpo illuminate da specchio 1

Appendiabiti 1

Biancheria da bagno 1

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualita- Quantità

tivo superiore e ulteriori elementi di arredo

Wc

Meccanismo di cacciata a bassa rumorosità

Riempimento della cassetta rapido

Serbatoio a due sezioni di diversa capacità per ridurre il consumo di ac-

qua

Vaso di tipo sospeso

Rubinetterie

Miscelatore testa ceramica

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Acqua calda e fredda

Scarico acqua - liquami

Estrazione aria

AF1.3. Camera attrezzata individuale

Arredi della camera come AF1.1

Arredi: dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Frigorifero 1

Dimensioni minime 100 lt.

Cucinotto 1

Punto cottura elettrico con minimo 2 fuochi

Cappa di aspirazione e gruppo illuminante 1

Lavello a una vasca 1

Corpo illuminate per il piano cottura 1

Bidone immondizia 1

Contenitori scorte e stoviglie 1

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualita- Quantità

tivo superiore e ulteriori elementi di arredo

Frigorifero

Comparto congelatore

Dispositivo contro la formazione di ghiaccio

Garanzia minima 3 anni

Cucinotto

Forno elettrico

Dispositivo di sicurezza contro le accensioni accidentali dei fornelli 12

Garanzia minima 3 anni

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Rete telefonica

Impianto TV

Acqua calda e fredda

Scarico acqua – liquami

Impianto prevenzione incendi

Estrazione aria

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Collegamento LAN

Aria condizionata

AF1.4. Cucina pranzo soggiorno semiprivato

Dimensionata per gruppi di 4 utenti

Arredi: dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Frigorifero 1

Dimensioni minime 160 lt.

Comparto congelatore separato

Cucina 1

Punto cottura elettrico con minimo 4 fuochi

Forno elettrico incassato 1

Cappa di aspirazione con gruppo illuminante 1

Lavello a una vasca cm 120x60 minimo 1

Corpo illuminate per il piano cottura 1

Corpo illuminate da soffitto 1

Bidone immondizia 1

Contenitori scorte e stoviglie 2

Tavolo 1

Dimensioni minime cm 120x80

Sedie 4

Mobile porta televisore e televisore minimo 20” a colori 1

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello quali- Quantità

tativo superiore

Frigorifero

Dispositivo contro la formazione di ghiaccio 1

Garanzia minima 3 anni

Cucina

Dispositivo di sicurezza contro le accensioni accidentali dei fornelli 1

Garanzia minima 3 anni

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Impianto TV

Acqua calda e fredda

Scarico acqua

Estrazione aria

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Impianto prevenzione incendi

Aria condizionata 13

AF1.5. Soggiorno collettivo

Dimensionato per gruppi di 20 utenti

Arredi: dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Poltroncine in materiale lavabile ed ignifugo 20

Scaffali cm 120x25 minimo 5 ripiani 1

Armadio per videocassette, dischi e simili 1

Mobile porta televisore e impianto radio con televisore a colori minimo 1

24” e sistema antitaccheggio

Tavolo 1

Dimensioni minime cm 180x60

Sedie 10

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello quali- Quantità

tativo superiore

Distributore di bibite e/o caffè e/o snack 1

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Impianto TV

Areazione

Impianto prevenzione incendi

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Aria condizionata

AF1.6. Cucina e zona pranzo di piano

Dimensionata per gruppi di 20 utenti

Arredi: dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Cucina 4

Punto cottura elettrico con minimo 2 fuochi

Forno elettrico incassato 1

Cappa di aspirazione con gruppo illuminante 4

Lavello a una vasca 120x60 minimo 4

Corpo illuminate per il piano cottura 1

Corpo illuminate da soffitto 2

Bidone immondizia 2

Contenitori scorte e stoviglie: modulo 20

Tavolo 4

Dimensioni minime cm 160x80

Sedie 20

Ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualitativo Quantità

superiore e ulteriori elementi di arredo

Frigorifero

Dispositivo contro la formazione di ghiaccio

Garanzia minima 3 anni

Cucina

Dispositivo di sicurezza contro le accensioni accidentali dei fornelli

Garanzia minima 3 anni

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Acqua calda e fredda

Scarico acqua

Impianto prevenzione incendi 14

Estrazione aria

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Impianto TV

Aria condizionata

AF2: Servizi culturali e didattici

AF2.1. Sala studio

Dimensionata per gruppi di 15 utenti

Arredi: dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Tavoli 8

Dimensioni cm 80x80

Sedia 16

Corpo illuminate da soffitto 4

Cestino 2

Appendiabiti 3

Scaffali

Superficie lineare di appoggio espressa in metri 2

Arredi: ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello quali- Quantità

tativo superiore e ulteriori elementi di arredo

Postazioni attrezzate con videoterminali e connessione ad Internet 2

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Rete telefonica

Collegamento LAN

Impianto prevenzione incendi

Areazione

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Aria condizionata

AF2.2. Sala riunioni

Dimensionata per gruppi di 15 utenti

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Tavolo 1

Dimensioni cm 240x80

Sedia 16

Corpo illuminate da soffitto 2

Cestino 1

Appendiabiti 2

Scaffali 2

Superficie lineare di appoggio espressa in metri

Ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualitativo Quantità

superiore e ulteriori elementi di arredo

Mobile porta TV con televisore a colori 24” 1

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Rete telefonica

Areazione

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Collegamento LAN 15

Impianto prevenzione incendi

Impianto TV

Aria condizionata

AF2.3. Biblioteca

Per questo spazio non si forniscono livelli minimi di arredo attesi.

AF2.4. Auditorium

Questo spazio è di natura opzionale e pertanto non si forniscono livelli minimi di

arredo attesi.

AF3: Servizi ricreativi

AF3.1./AF3.2./AF3.3. Sala TV, musica e Internet

Dimensionata per gruppi di 20 utenti

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Sedia 16

Corpo illuminate da soffitto 1

Cestino 1

Appendiabiti 2

Scaffali 1 metro

Superficie lineare di appoggio

Mobile porta TV con televisore a colori 24” e videoregistratore 1

Impianto stereofonico 1

Ulteriori caratteristiche delle dotazioni di arredo di livello qualitativo Quantità

superiore e ulteriori elementi di arredo

Postazioni attrezzate con videoterminali e connessione ad Internet 2

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Impianto TV

Areazione

Collegamento LAN

Impianto prevenzione incendi

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Aria condizionata

AF3.4. Sala giochi

Dimensionata per gruppi di 20 utenti

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Sedie 8

Tavoli 2

Dimensioni cm 80x80

Corpo illuminate da soffitto 1

Cestino 1

Appendiabiti 2

Scaffalatura per giochi in scatola 1 metro

Superficie lineare di appoggio

Tavolo da ping pong, e/o calcio balilla e/o consolle videogiochi 1

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento 16

Areazione

Impianto rilevamento incendi

Forniture e impianti: dotazioni opzionali

Aria condizionata

AF3.5. Palestra

In linea di massima questo spazio può essere dimensionato sulla base di uno

2 /residente.

standard di 0,625 m

La palestra sarà dotata di macchinari ginnici in numero variabile: sarà opportuno

prevedere anche uno spogliatoio con doccia annesso, nonché un deposito separato

per attrezzi di piccole dimensioni, ricambi e materiale di consumo. A livello impian-

tistico dovranno essere previsti adeguati impianti di areazione e riscaldamento, il-

luminazione e filodiffusione.

AF3.6. Caffetteria

Questo spazio è di natura opzionale e pertanto non si forniscono livelli minimi di

arredo attesi.

AF4: Servizi di supporto, gestionali ed amministrativi

AF4.1. Lavanderia e stireria

Dimensionata per gruppi di 15 utenti

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Lavatrice a gettoni 3

Lavandino 3

Stendibiancheria 3

Asse da stiro 3

Ferro da stiro 3

Macchina asciugatrice 3

Cestino 2

Corpo illuminate da soffitto 2

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Acqua calda e fredda

Scarico acqua

Areazione

AF4.2. Parcheggio biciclette

Questo spazio dovrà consentire la sosta ordinata di biciclette e ciclomotori: pertan-

to sarà dotato di rastrelliere in numero adeguato ai residenti.

AF4.3. Mensa o self service

Questo spazio è di natura opzionale e pertanto non si forniscono livelli minimi di

arredo attesi.

AF4.4. Minimarket

Questo spazio è di natura opzionale e pertanto non si forniscono livelli minimi di

arredo attesi.

AF4.5. Ufficio responsabile

L'inserimento nella struttura di un ufficio per il responsabile sarà previsto a cura

del Gestore, nei modi e con le attrezzature ritenute idonee allo scopo. 17

AF4.6. Ufficio portiere

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Bancone reception 1

Scrivania con cassettiera 1

Mobile archivio 1

Computer 1

Sedia ergonomica 1

Cestino 1

Corpo illuminante a soffitto 1

Corpo illuminate da tavolo 1

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità

Riscaldamento

Rete telefonica

Collegamento LAN

Impianto TV

AF4.7. Archivio

L'eventuale inserimento nella struttura di un archivio, comunque necessario ma

inseribile in altri spazi autonomi, sarà previsto a cura del Gestore, nei modi e con

le attrezzature ritenute idonee allo scopo.

AF4.8. Guardaroba

L'eventuale inserimento nella struttura di un guardaroba sarà previsto a cura del

Gestore, nei modi e con le attrezzature ritenute idonee allo scopo.

AF4.9. Deposito biancheria

L'eventuale inserimento nella struttura di un deposito biancheria, comunque ne-

cessario ma inseribile in altri spazi fisici autonomi, sarà previsto a cura del Gesto-

re, nei modi e con le attrezzature ritenute idonee allo scopo.

AF4.10. Magazzino

L'eventuale inserimento nella struttura di un magazzino, comunque necessario ma

inseribile in altri spazi fisici autonomi, sarà previsto a cura del Gestore, nei modi e

con le attrezzature ritenute idonee allo scopo.

C. Connettivo

C.1. Ingresso

Dimensionato per gruppi di 20 utenti

Dotazioni di base e loro caratteristiche Quantità

Poltroncine 20

Scaffali portariviste 2

Tavolini 5

Corpo illuminante da soffitto 8

Distributore di bevande 2

Terminale telefonico 1

Cestino 2

Forniture e impianti: dotazione di base

Elettricità 18

Riscaldamento

Rete telefonica

C.2. Percorsi e C.3. Scale

Per questi ambiti non si danno indicazioni riguardo gli arredi e gli impianti.

C.4. Servizi igienici generali

Per questo ambito si rimanda alla descrizione dell’ambito AF1.2, con l’attenzione a

prevedere arredi e attrezzature idonee all'uso da parte di portatori di handicap,

come previsto dalla vigente legislazione.

04.2. Impianti

La seguente descrizione degli impianti e delle forniture distingue, dove significati-

vo, tra interventi di nuova edificazione e di interventi sull’esistente (manutenzione,

recupero e ristrutturazione). Viene individuato un livello base richiesto e una serie

di incrementi qualitativi legati a una maggiore sofisticazione tecnologica.

Impianto elettrico

Gli impianti elettrici dovranno essere realizzati in rispondenza alle vigenti normati-

ve. Si considerano a regola d’arte gli impianti elettrici realizzati secondo le norme

UNI-CEI applicabili. Tra i requisiti di base per tutti gli interventi vi sono l'adattabili-

tà al variare delle esigenze abitative, della potenza richiesta, degli sviluppi tecno-

logici e normativi, nonché l’integrazione dell'impiantistica con l’edificio mediante

sistemi adattabili quali controsoffitti, pavimenti galleggianti, cavedi di adeguate

dimensioni.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Dotazione di un sistema di controllo PLC con rete BUS dedicata che possa verifi-

- care in tempo reale l'utilizzo della rete elettrica, gestire il funzionamento della

stessa e monitorare il funzionamento dei dispositivi di sicurezza;

Gruppo di continuità per le sale computer.

-

Impianto di illuminazione

L'impianto di illuminazione dell’edificio dovrà assicurare i livelli di illuminamento

medi necessari per le attività previste nelle singole unità ambientali. Oltre ad una

illuminazione generale diffusa diretta dovrà essere prevista una illuminazione pun-

tuale diretta e/o indiretta là dove sono necessari livelli di illuminamento specifici

(sale studio, zone di lettura, ecc.) come indicati nei principi di ergonomia della vi-

sione riportati nella UNI 10530.

La qualità della luce prodotta (tenendo conto anche della luce riflessa) dovrà sti-

molare le attività svolte, assicurando un elevato comfort visivo.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Luce di emergenza in caso di interruzione dell'erogazione elettrica per gli spazi

- di connettivo;

Fornitura di lampade a risparmio energetico e a lunga durata;

- Regolazione automatica della luminosità mediante sensori di bilanciamento del-

- l'apporto naturale e artificiale;

Attivazione dell'illuminazione negli spazi di connettivo mediante sensori di pre-

- senza.

Impianto di riscaldamento e impianto di condizionamento

L'impianto di riscaldamento dovrà essere realizzato tenendo conto che gli alloggi

sono occupati da utenza con tempi di permanenza generalmente bassi e pertanto

poco attenta alla gestione e manutenzione delle attrezzature. L'impianto dovrà es-

19

sere perciò per quanto possibile gestito da terzi salvo le regolazioni ambientali lo-

cali. Sia nelle nuove realizzazioni sia negli interventi sull’esistente dovranno essere

messe in atto le soluzioni più idonee all’ottimizzazione del comportamento energe-

tico del sistema edificio-impianto-ambiente, applicando i criteri della normativa vi-

gente.

Il raffrescamento delle residenze mediante impianto di condizionamento rappre-

senta una dotazione qualitativa superiore alla norma: ciò nonostante è utile assi-

curare il raffrescamento in condizioni estive, compatibilmente con i criteri econo-

mici dell'intervento. È opportuno prevedere soluzioni atte allo sfruttamento del

guadagno termico e degli apporti gratuiti di cui alla UNI 10344; nella scelta delle

fonti energetiche si privilegeranno quelle rinnovabili. Si intendono favorire le scelte

progettuali che utilizzino l’inerzia dell’involucro edilizio per limitare l’innalzamento

della temperatura interna in condizioni estive.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Produzione di calore centralizzata a GAS o stazione di scambio in caso di teleri-

- scaldamento;

Rubinetti termostatici.

-

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Utilizzo di terminali a bassa temperatura quali pannelli radianti e pannelli sospe-

- si;

Programmazione dei cicli di riscaldamento e/o raffrescamento;

- Regolazione della temperatura ambiente mediante termostato ambientale e val-

- vole di zona;

Produzione del calore mediante sistemi che utilizzano fonti di energia rinnovabili

- o impianti ad alto rendimento con cogenerazione;

Sfruttamento del guadagno termico invernale mediante sistemi tecnici quali pa-

- reti captatrici, serre e simili;

Raffrescamento estivo mediante impiantistica dedicata;

- Riscaldamento e raffrescamento mediante pompe di calore.

-

Areazione

La necessaria areazione degli spazi di residenza dovrà essere affidata in prevalen-

za a sistemi naturali in grado di sfruttare i fattori ambientali esterni e i caratteri

distributivi interni. Nelle aree soggette ad affollamento sarà eventualmente previ-

sta la ventilazione meccanica necessaria ad assicurare i ricambi d'aria previsti.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Infissi ad apertura regolabile per la ventilazione naturale;

- Griglie di ventilazione regolabili sulle porte per garantire la ventilazione naturale

- tra le unità abitative.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Flussi di aria interna mediante ventilazione forzata degli alloggi monoaffaccio;

- Adozione di idonei silenziatori.

-

Rete telefonica

Ciascuna camera dovrà essere dotata di almeno un collegamento telefonico inter-

no connesso ad un centralino per la gestione delle comunicazioni con l'esterno,

nonché di un apparecchio telefonico.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Ricezione delle chiamate in arrivo;

- Telefono standard.

-

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Servizi telefonici gratuiti quali: comunicazione tra appartamenti gestiti dall’Ente,

- segreteria telefonica, comunicazioni tra utenza e gestore, accesso ai servizi gra-

tuiti dei gestori telefonici nazionali. 20

Collegamento telematico di rete

Ciascuna camera dovrà essere dotata di connessioni di accesso ad una rete di tipo

LAN (local area network) con la possibilità di comunicare all'esterno tramite un

server centrale connesso alla rete esterna.

Dotazioni di base per gli interventi di nuova edificazione

Connessione LAN con accesso alla rete Internet mediante server centrale.

-

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Sistema con capacità di gestire comunicazioni dirette tra singoli utenti;

- Sistema con capacità di trasmettere dati sufficienti allo svolgimento di videocon-

- ferenze e teledidattica.

Prevenzione incendi

Per impianti antincendio si intendono gli idranti, gli impianti di spegnimento di tipo

automatico e manuale nonché gli impianti di rilevamento di gas, fumo e incendio.

Dotazioni di base per tutti gli interventi sull'esistente

Dotazione minima prevista per Legge.

-

Dotazioni di base per gli interventi di nuova edificazione

Rilevatori di fumo collegati ad un sistema di controllo con inoltro automatico del-

- le segnalazioni di allarme alla centrale di controllo e verifica del corretto funzio-

namento degli apparecchi.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Attivazione automatica degli impianti di sicurezza, degli impianti ausiliari e degli

- allarmi acustici e luminosi, così come previsto dalla normativa vigente;

Pulsanti per l’allarme manuale installati nelle aree ad uso collettivo;

- Adozione delle prescrizioni di sicurezza previste per le attività alberghiere.

-

Ricezione TV

Ciascuna residenza sarà provvista di collegamento alla rete televisiva.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Connessione di ricezione dell'impianto centralizzato con quinta banda.

-

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Ricezione di trasmissioni via satellite;

- Predisposizione per l'utilizzo della connessione satellitare anche per l’accesso ai

- servizi telematici.

Impianto idrico sanitario

In conformità alle leggi vigenti gli impianti idrici ed i loro componenti devono ri-

spondere alle norme UNI di riferimento. Nella realizzazione dell'impianto si devono

inoltre curare le distanze minime nella posa degli apparecchi sanitari di cui alla

UNI 9182, appendici V e W e le disposizioni particolari per locali destinati a disabili

di cui sempre alla normativa vigente. Nei locali da bagno sono da considerare le

prescrizioni relative alla protezione elettrica degli occupanti cosi come indicato nel-

la norma CEI 64-8. Si intende favorire la realizzazione di impianti idrico-sanitari

che utilizzino l'energia solare per il riscaldamento dell’acqua.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Sezioni interne delle tubazioni tali da limitare le velocità di scorrimento dell'ac-

- qua e pressione dei fluidi limitata a 3 bar;

Riduzione della velocità di rotazione dei motori delle pompe a regimi non mag-

- giori di 1.500 giri/minuto;

Supporti antivibranti ed ammortizzatori per evitare la propagazione di vibrazio-

- ni; 21

Distribuzione interna ed esterna in polipropilene o rame inguainato coibentato

- per acqua calda;

Ispezionabilità dei punti critici dell'impianto;

- Impianto a pannelli solari sufficiente al fabbisogno di acqua sanitaria calda in

- condizioni estive;

Impianto a pannelli solari integrato con impianto di riscaldamento a pannelli ra-

- dianti.

Estrazione d’aria

I locali adibiti a cucina e i bagni privi di areazione diretta saranno dotati di evacua-

tori di aria conformi alle vigenti normative in materia e dimensionati in modo da

assicurare il mantenimento delle condizioni igienico-olfattive nei relativi ambienti.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Condotti in depressione per l’areazione locali;

- Evacuazione d'aria nei bagni ciechi.

-

Scarichi

In conformità alla normativa vigente gli impianti idrici ed i loro componenti devono

rispondere alle norme UNI di riferimento.

Si intendono favorire le soluzioni progettuali che minimizzano gli sprechi, consen-

tendo anche un riuso delle acque meteoriche e delle acque grigie.

Dotazioni di base per gli interventi di nuova edificazione

Rispondenza ai requisiti igienici previsti dalle normative vigenti;

- Isolamento acustico delle tubazioni in adiacenza degli alloggi.

-

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Impianto di accumulo e distribuzione delle acque meteoriche per usi compatibili,

- quali l’irrigazione degli spazi verdi, la pulizia delle superfici comuni, ecc.;

Impianto di decantazione, depurazione e riuso compatibile delle acque grigie;

- Sistema di depurazione bioecologico delle acque di scarico e reintegro nella fal-

- da.

Sicurezza e controllo dell’accesso

Il controllo dell'accesso dovrà essere monitorato per prevenire l’intrusione dall'e-

sterno e per la protezione dei beni degli occupanti e del Gestore nei periodi di

chiusura dell'edificio; inoltre è auspicabile che il sistema di controllo consenta di

instaurare livelli differenziati di sicurezza per far fronte a situazioni straordinarie

derivanti da disagio sociale, conflitti interetnici, ecc.

L’accesso allo stabile e ai servizi complementari sarà controllato mediante idonei

impianti.

Dotazioni di base per tutti gli interventi

Portineria per controllo visivo degli ingressi;

- Accesso allo stabile e agli alloggi con serratura a chiave magnetica o tessera

- personale.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Videocamere a circuito chiuso;

- Rivelatori di presenza volumetrici, sensori magnetici, fotocellule, sensori di mo-

- vimento con relativa centralina di controllo.

Ascensore

La fruizione dell'edificio può essere notevolmente migliorata mediante

l’introduzione di ascensori e piattaforme elevatrici.

Dotazioni di base per tutti gli interventi sull’esistente

Nessuno.

- 22

Dotazioni di base per gli interventi di nuova edificazione

Un ascensore accessibile rispondente ai requisiti di legge;

- La piattaforma elevatrice (nuove realizzazioni) sia dotata di marchiatura CE ai

- sensi della normativa vigente;

Risulti conforme ai requisiti delle UNI EN 81;

- Risulti conforme alle attuali normative in materia di barriere architettoniche ed

- in particolare sia dotato di citofono ad una altezza massima di 1,2 m, di disposi-

tivo luminoso per segnalare lo stato di allarme e della ripetizione dell'allarme in

cabina.

Dotazioni opzionali per tutti gli interventi

Due o più ascensori come sopra.

-

04.3. Caratteristiche delle finiture

In questo paragrafo vengono descritti i requisiti di base che gli elementi di finitura

dovranno comunque assicurare, indipendentemente dai materiali adottati.

Pavimentazioni interne

Le pavimentazioni per interni possono essere realizzate mediante molteplici mate-

riali e tecnologie, in rapporto alle quali andranno verificati i requisiti tecnici neces-

sari per le varie destinazioni d’uso delle unità ambientali secondo le normative

UNI-EN specifiche per i vari materiali e prodotti. Seguono alcuni requisiti comuni

per tutte le tipologie.

Sicurezza;

- Reazione al fuoco;

- Non scivolosità;

- Assenza di asperità superficiali;

-

Igiene;

- Assenza di interstizi e fessure non pulibili;

- Pulibilità con dispositivi e detergenti ordinari (acqua);

-

Durabilità-manunetenibilità;

- Resistenza all’urto e al punzonamento;

- Resistenza all’usura;

- Resistenza alle bruciature di sigaretta;

- Resistenza all’attacco chimico;

- Facilità di sostituzione ed intervento anche con manodopera non specializzata;

- Permanenza in condizioni d'uso con la sola manutenzione ordinaria.

-

Prodotti per rivestimenti interni

Si definiscono prodotti per rivestimenti quelli utilizzati per pareti e facciate, per i

controsoffitti, ecc. Seguono alcuni requisiti che sono da prevedersi per tutte le ti-

pologie.

Sicurezza;

- Reazione al fuoco;

- Assenza di asperità superficiali;

-

Igiene;

- Assenza di interstizi e fessure non pulibili;

- Pulibilità con dispositivi e detergenti ordinari (acqua);

-

Durabilità;

- Protezione delle parti soggette a urti, scalfitture e usura;

- Resistenza all’attacco chimico;

- Facilità di sostituzione ed intervento anche con manodopera non specializzata;

- Permanenza in condizioni d'uso con la sola manutenzione ordinaria.

-

Porte 23

Le porte, sia interne che esterne, dovranno rispondere alle caratteristiche dimen-

sionali di tolleranza e spessore (misurate secondo la norma UNI EN 25) e planarità

(misurata secondo la norma UNI EN 24) definite nel progetto. Inoltre, in assenza

di ulteriori specifiche, dovranno essere generalmente assicurati i seguenti requisiti.

Resistenza;

- Tenuta all'acqua, aria, resistenza al vento secondo le norme UNI EN 86, 42 e

- 71;

Resistenza all'urto corpo molle misurata secondo la norma UNI 8200;

- Resistenza al fuoco misurata secondo la norma UNI 9723;

- Resistenza al calore per irraggiamento misurata secondo la norma UNI 8328;

- Resistenza all'intrusione misurata secondo la norma UNI 9569 mediante la spe-

- cifica di una classe adeguata alla destinazione d’uso.

Sicurezza

Gli eventuali vetri saranno posti ad almeno 40,0 cm dal pavimento;

- Le porte e i portoni apribili nei due versi saranno trasparenti e dotati di segnale-

- tica visibile secondo la normativa vigente;

Le porte di accesso allo stabile dovranno essere facilmente manovrabili, con luci

- nette tali da consentire il facile accesso anche ai disabili: apertura nella direzio-

ne di evacuazione, maniglie a leva opportunamente sagomate e luce netta di

almeno 75,0 cm: l’altezza delle maniglie nelle porte d'accesso allo stabile sarà

compresa tra 85,0 e 95,0 cm;

ciascuna anta avrà dimensioni non superiori a 120,0 cm: l’anta potrà essere

- mossa con una pressione non superiore a 8,0 kg.

Componenti finestrati

Per componenti finestrati si intendono i serramenti sia interni che esterni, quali fi-

nestre, porte finestre e similari. In mancanza di altre specifiche prescrizioni si in-

tende che nel loro insieme (telai, lastre di vetro, eventuali accessori, ecc.) i com-

ponenti finestrati dovranno assicurare i seguenti requisiti.

Resistenza;

- Resistenza alle sollecitazioni meccaniche dovute all'azione del vento od agli

- urti, secondo le norme UNI 9158 ed EN 107;

Garantire la tenuta all’aria, all’acqua e la resistenza al vento misurata secondo

- le norme UNI EN 86, 42 e 77;

Comportamento al fuoco e resistenza a sollecitazioni gravose dovute ad attivi-

- tà sportive, atti vandalici, là dove necessario;

Garantire le prestazioni di isolamento termico in rapporto alle verifiche previ-

- ste dalla normativa vigente;

Le prestazioni predette dovranno essere garantite con limitato decadimento

- nel tempo;

Sicurezza;

- Le finestre e i lucernari devono essere progettati in maniera congiunta con le

- attrezzature per la pulizia, ovvero essere dotati di dispositivi che ne consenta-

no la pulizia senza rischi per il personale addetto;

Igiene e benessere;

- Isolamento acustico secondo la norma UNI 8204 e normativa vigente;

- Assenza di interstizi e fessure non pulibili;

- Inattaccabilità da parte di agenti biologici;

- Pulibilità con dispositivi e detergenti ordinari (acqua).

-

Schermi 24

Si intendono per schermi le tapparelle, persiane e simili con funzione prevalente-

mente oscurante. Essi dovranno essere realizzati in modo da assicurare comples-

sivamente i seguenti requisiti.

Resistenza;

- Resistenza alle sollecitazioni meccaniche quali vento, urti ed agli agenti atmo-

- sferici, con mantenimento nel tempo del funzionamento;

Regolazione e movimentazione con modesti sforzi manuali;

-

Sicurezza;

- Gli schermi esterni dovranno essere regolabili in modo semplice e senza rischi

- per la salute degli utenti. Essi devono inoltre essere progettati in maniera da

consentirne la pulitura senza rischi per il personale addetto, ai sensi della

normativa vigente.

05. Requisiti tecnico-prestazionali

I seguenti requisiti rappresentano i livelli prestazionali attesi per gli edifici di nuova

costruzione, nonché le indicazioni auspicabili per gli interventi di manutenzione,

ristrutturazione e recupero, fatta salva la tutela dei caratteri storico - artistici e la

fattibilità tecnico - economica degli interventi.

05.1 Benessere termoigrometrico Ambito

Prestazioni attese Rif. normativi funzionale

UNI EN ISO 7730 Tutti

Temperatura operativa è la temperatura uni-

La temperatura operativa θ o

forme dell'aria e delle pareti di un ipotetico am-

biente con il quale il corpo umano scambia la me-

desima potenza termica per radiazione e conven-

zione scambiata con l'ambiente reale. [ 60,

Misura in °C., per attività [ 1,2 MET, 40 [ Φ

= 0,5 41 clo.

va [ 0,15 m/s, I

cl [ 24

Condizioni invernali 20 [ θ o

Condizioni estive 23 [ θ [ 26

o

Umidità relativa UNI EN ISO 7730 Tutti

Il mantenimento di un livello corretto di umidità

relativa (Ur) è necessario in tutti gli ambienti dove

si permane a lungo, al fine di prevenire manife-

stazioni patologiche per gli occupanti (con umidità

basse) e degrado delle condizioni igieniche degli

ambienti (per umidità alte).

30% [ Ur [ 70% UNI EN ISO 7730

Temperatura superficiale del pavimento AF1

Misurazioni ese- AF2

del pavimento deve

A temperatura superficiale θ p guite in conformi- AF4

essere controllata sia in regime invernale che e- tà alla UNI EN

stivo per evitare situazioni di malessere per gli 27726

occupanti che, svolgendo attività sedentaria o

moderata, permangono a lungo in un ambiente.

Misura in °C, per attività [ 1,2 MET, Icl = 0,5 41

clo, calzature di tipo ordinario. [ 26

Condizioni invernali 19 [ θ p

Condizioni estive 23 [ θ [ 26

p

Differenza verticale di temperatura dell’aria UNI EN ISO 7730 AF1

Misurazioni ese- AF2

è la

Il gradiente verticale di temperatura ∆θ o,1-1,1 guite in conformi- AF4

differenza della temperatura rilevata tra 1,1 m e tà alla UNI EN

0,1 m dal pavimento. Deve essere controllato in 25


PAGINE

34

PESO

141.14 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Laboratorio di composizione architettonica e urbana del Prof. Francesco Bruno. Trattasi dell'Allegato al Decreto Ministeriale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca DM n. 43 relativo alla realizzazione di alloggi studenteschi ed in particolare: modelli insediativi; Tipologie di alloggi e residenze per studenti; Spazi e dotazioni degli Ambiti Funzionali; Dotazioni e caratteristiche tecniche degli arredi, attrezzature e impianti; Requisiti tecnico-prestazionali.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'architettura
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Laboratorio di composizione architettonica e urbana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Bruno Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Laboratorio di composizione architettonica e urbana

Alloggi studenteschi - Progettazione e modelli organizzativi
Dispensa
Alloggi studenteschi - Standard minimi qualitativi
Dispensa
Schemi notevoli
Appunto
Storia dell'Architettura Contemporanea e dell'Arte
Appunto