Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

In questa nuova prospettiva

I vantaggi non sono legati solo alla dimensione della

struttura aziendale ma sono funzione anche dei benefici

derivanti dall’aumento del potere contrattuale che

l’azienda acquista.

Stipulazione di contratti a condizioni di prezzo

1. convenienti.

Istituzione di strutture dedicate alla

2. programmazione e pianificazione della produzione.

Le imprese sono spinte alla crescita per aumentare il

potere contrattuale sul mercato

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 13

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

Maggiori livelli di flessibilità

Limitazione dei della struttura e incremento

costi della fase di

Da verso delle proprietà tecniche e

trasformazione qualitative dei prodotti e servizi

fisico/tecnica Economie di apprendimento

1. (o esperienza)

Tecnologie avanzate

2.

Economie di apprendimento (o esperienza)

Riduzione regolare e costante del costo di produzione che si

verifica ad ogni raddoppio del volume di produzione cumulata

per effetto delle conoscenze tecniche e per la formazione di

specializzazioni interne all’azienda (learning by doing).

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 14

Furlotti Katia 7

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

Economie di apprendimento (o esperienza)

Le principali cause che determinano la relazione tra costi ed

esperienza sono:

un affinamento delle competenze dei prestatori di lavoro;

la generazione di innovazioni aventi per oggetto il processo

produttivo;

la generazione di innovazioni aventi per oggetto la

riprogettazione del prodotto.

La riduzione dei costi non avviene in modo spontaneo ma

richiede la stabilità dei prestatori di lavoro e l’attuazione di

meccanismi operativi che incentivino il continuo

apprendimento.

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 15

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

Economie di raggio d’azione (economie di scopo)

Le economie di raggio d’azione o di scopo si presentano

quando la produzione e la commercializzazione di due beni

differenti all’interno di una stessa impresa consente di

ottenere una riduzione dei costi.

Il risparmio di costi è ottenuto per effetto dell’impiego di

fattori di produzione comuni per la realizzazione di beni

economici o per l’ingresso in mercati differenziati.

Si pone l’accento sulla eterogeneità dei processi e dei prodotti

legati da vincoli di complementarietà.

In termini matematici :

C (x1 + x2) < C (x1) + C (x2)

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 16

Furlotti Katia 8

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

Economie di raggio d’azione (economie di scopo)

Fondamento economico condivisione di risorse o di attività

fra due o più prodotti.

Le economie di raggio d’azione si possono ottenere con

riferimento a differenti tipi di risorse:

- tangibili: impianti, macchinari, ecc.;

- intangibili: marchio, reputazione, ecc..

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 17

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

3. Costi di transazione

La genesi delle relazioni interaziendali è studiata

partendo dall’assunto che le aziende hanno l’obiettivo di

minimizzare i costi di produzione e transazione

I costi di transazione sono oneri di incerta determinazione e di

difficile valutazione che riguardano la fase preparatoria dello

scambio o la fase di esecuzione della transazione.

Controllo delle prestazioni Ricerca del contraente

Gestione delle inadempienze Preparazione dell’accordo

Modifiche successivamente necessarie Definizione del contratto

Cause e contenziosi

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 18

Furlotti Katia 9

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

Fasi della transazione Costi della transazione

Ricerca Costi di contatto

Negoziazione Costi di contratto

Controllo e regolazione Costi di controllo

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 19

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

I costi di transazione dipendono da:

Razionalità limitata Rischio di opportunismo

Limitatezza delle informazioni Le controparti che intervengono

disponibili in un dato scambio sono

Limitata capacità di calcolare potenzialmente orientate al loro

tutti i possibili costi e benefici tornaconto personale

associabili a ciascuna

alternativa

gli operatori non sanno scegliere

con certezza l’alternativa migliore Esiste il pericolo di

comportamenti poco leali,

ingannevoli o fraudolenti per

tratte il massimo vantaggio

Le imprese non sono in grado di governare

le transazioni evitando il rischio di ricevere

prestazioni non in linea con quelle valutate

ex ante come le più vantaggiose

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 20

Furlotti Katia 10

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

L’entità dei costi di transazione varia in funzione delle

caratteristiche delle transazioni

Difficoltà di

Incertezza prevedere gli

esiti degli scambi Tanto più

intense

Numero di volte quanto più

che la transazione

Frequenza le

deve essere transazioni

ripetuta sono

complesse

Possibilità di

Specificità riutilizzare le

risorse al di fuori

delle risorse del contesto dello

scambio

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 21

FONDAMENTI ECONOMICI DELLE AGGREGAZIONI AZIENDALI

IN SINTESI:

Razionalità limitata e rischio di opportunismo sono la causa di

costi connessi alla definizione e conclusione delle transazioni

Questi costi aumentano quando le transazioni sono complesse,

sono frequenti tra le parti e riguardano risorse che hanno un

elevato valore solo in un dato contesto

Le relazioni interaziendali danno vita a legami

cooperativi che sostituiscono gli scambi di mercato

quindi

riducono il rischio di fronteggiare elevati o imprevisti costi

di transazione

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 22

Furlotti Katia 11


PAGINE

13

PESO

1.48 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

L'appunto analizza i fondamenti economici delle aggregazioni aziendali. Nello specifico i temi trattati sono: 1. I concetti di autonomia e dipendenza 2. Finalità generale delle aggregazioni aziendali 3.Motivazioni che conducono alla formazione delle aggregazioni aziendali
1) Limitazione della concorrenza
2) Incremento dell’efficienza
3) Costi di transazione
4) Dipendenza delle risorse
5) Apprendimento internazionale
6) Approccio istituzionale


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Furlotti Katia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali

Strumenti di RSI
Dispensa
Goverance dei gruppi aziendali
Dispensa
Gruppi aziendali - Cenni introduttivi
Dispensa
Gruppi aziendali
Dispensa