Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cenni storici

L’epinefrina (nota anche come adrenalina), ammina

biogenica estratta dalle ghiandole surrenali, è stata chiamata

così da Dale nel 1899.

La prima sintesi totale risale al 1904 (Stolz).

La prima risoluzione ottica degli enantiomeri risale al 1909

(Flacher) OH H

N

H O CH

3

H O Epine f r ina

Cenni storici OH H

N

H O CH

3

H O Epine f r ina

La caratterizzazione farmacologica (effetto pressorio)

avvenne nel 1895 (Oliver e Schäfer)

L’epinefrina occupa un’importante posizione storica:

è stato il primo ormone ad essere isolato e il primo ad

essere sintetizzato.

Cenni storici

Estensive modifiche molecolari di epinefrina e di altre

ammine simpatomimetiche hanno portato a identificare

un gran numero di sostanze ad azione adrenergica tra le quali:

1.L’ isoproterenolo, introdotto nel 1940

2.L’ albuterolo, sintetizzato e caratterizzato dal punto di

vista farmacologico nel 1968 OH

OH H

H N

N

H O H O

H O

H O

isoproterenolo albuterolo

ADRENERGICI

Norepinefrina e epinefrina sono neurotrasmettitori postganglionici

La stimolazione del Sistema Nervoso Simpatico:

­ Aumenta la velocità e la forza delle contrazioni cardiache

­ Aumenta la pressione sanguigna

­ Muove il flusso sanguigno verso i muscoli scheletrici

­ Dilata i bronchioli e le pupille

­ Aumenta i livelli di glucosio nel sangue

Farmaci adrenergici

Agenti chimici che esibiscono i loro principali effetti farmacologici

e terapeutici aumentando o riducendo l’attività dei vari componenti del

sistema simpatico.

ADRENERGICI

Simpatomimetici/Stimolanti adrenergici

Sostanze che producono effetti simili alla stimolazione

dell’attività nervosa simpatica

Simpatolitici/Antiadrenergici

Sostanze che diminuiscono l’attivit à nervosa simpatica

ADRENERGICI

ADRENERGICI

L-DOPA DOPAMINA

(Noradrenalina) (Adrenalina)

ADRENERGICI

Enzimi biosintetici e loro propriet à

ADRENERGICI

ADRENERGICI

Lo schema precedente può così essere riassunto:

1) La tirosina viene trasportata attivamente nell’assoplasma e convertita in

L­DOPA e poi in dopamina dagli enzimi citoplasmatici.

1) La dopamina è trasportata nelle vescicole, dove avvengono sintesi e immagazzinamento di

norepinefrina (NE).

2) Un potenziale d’azione causa l’influsso di Ca nella terminazione nervosa, con conseguente fusione

2+

della vescicola con la membrana plasmatica e esocitosi dell’ NE.

α­ β­

3) Il trasmettitore attiva recettori adrenergici e nella membrana della cellula post sinaptica.

4) La NE che penetra in queste cellule probabilmente viene rapidamente inattivata dalla catecol­O­

metiltransferasi (COMT) a normetanefrina.

5) Il più importante meccanismo per la terminazione dell’azione della NE nello spazio giunzionale è il

re­uptake attivo nel nervo e nelle vescicole dove viene immagazzinata.

6) Altri potenziali neurotrasmettitori (e.e. ATP, peptidi, etc..) possono essere immagazzinati nelle

stesse vescicole o in altre differenti.

ADRENERGICI

Recettori Adrenergici

 Recettori accoppiati alle Proteine G α β

Prima classificazione in sottoclassi recettoriali e (Ahlquist 1948)

 La classificazione è basata sulla risposta a differenti

agonisti recettoriali adrenergici come epinefrina, norepinefrina

e isoproterenolo.

Risposta tissutale alla stimolazione adrenorecettoriale

Sottotipi recettoriali adrenergici

α α α α

­Adrenocettori = AR, AR, AR

1 1A 1B 1D

α α α α

­Adrenocettori = AR, AR, AR

2 2A 2B 2C

β­Adrenocettori β β β

= , ,

1 2 3 Sottotipi

recettoriali

adrenergici

Sottotipi recettoriali adrenergici α α

1) Ci sono tre sottotipi noti per ciascuna delle popolazioni dei sottotipi recettoriali ­, ­ e

1 2

β. β­adrenergici

2) Tutti i sottotipi recettoriali sono accoppiati alla stimolazione dell’attività

dell’adenilil ciclasi. α

3) In maniera analoga tutti i sottotipi recettoriali ­adrenergici influenzano gli stessi

2

sistemi effettori, cioè l’inibizione dell’adenilil ciclasi, l’attivazione dei canali del K e

+

l’inibizione dei canali del Ca sensibili alla differenza di potenziale.

2+ α

4) Al contrario, differenti sottotipi recettoriali ­adrenergici si accoppiano a differenti

1

Ψ

sistemi effettori. indica i siti di N­glicosilazione.

β α

AR AR

G G

G

i q

S

(-) (+)

AC PLC

IP

cAMP DAG

3

PKA PKC

Ca

NEpi Binding Site

Farmaci

A. Inibitore della biosintesi delle Catecolammine

1) Inibitore competitivo della Tyrosine hydroxylase.

2) Usato nelle fasi pre­operatorie del feocitocroma (tumore benigno della corteccia surrenale che, a

causa del rilascio eccessivo di catecolammine, crea episodi di ipertensione)

3) La forma attiva è l’isomero (­); ma il farmaco viene usato in forma racemica.

Farmaci

B. Inibitore dell’immagazzinamento nelle vescicole

1) Isolata dalle radici dell’arbusto Rauwolfia serpentina

2) Previene l’immagazzinamento della NE nei neuroni simpatici e dell’epinefrina nella corteccia

surrenale

3) Si lega fortemente ai trasportatori delle monoammine e blocca il trasporto delle ammine dal citoplasma

nelle vescicole

4) Lento inizio ma lunga durata d’azione

5) Indicata nel trattamento dell’ipertensione e di disordini psicotici come la schizofrenia.

Farmaci

C. Agenti del blocco neuronale

1) Contengono un gruppo guanidinico altamente basico (pKa > 12)

2) Prevengono il rilascio di NE dalla terminazioni nervose simpatiche verso lo spazio sinaptico

3) Si accumulano nelle vescicole e prevengono la fusione delle stesse con la membrana neuronale.

4) Indicati nel trattamento dell’ipertensione.

5) T (guanethidine) = 5 giorni; T (guanadrel) = 12 ore

1/2 1/2 Farmaci


PAGINE

50

PESO

964.09 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Il materiale didattico fa riferimento alle lezioni di Chimica Farmaceutica, tenuto dalla Prof. ssa Maria Candida Cesta nell'anno accademico 2011 per il corso di laurea in biotecnologie.
La dispensa è dedicata agli agenti adrenergici.
In particolare: sistema nervoso centrale e periferico, recettori adrenergici, agenti simpatomimetici, catene, farmaci.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di CHIMICA FARMACEUTICA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Cesta Maria Candida.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chimica farmaceutica

QSAR - Quantitative Structure-Activity Relationships
Dispensa
Antivirali
Dispensa
ACE inibitori
Dispensa
Farmaci - Come nascono
Dispensa