Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Esempi

Strumenti meccanici registratori

o Gli strumenti meccanici registratori sono invece indicati

dal suffisso “grafo” e sono costituiti da un sensore e da un

tamburo azionato da un meccanismo ad orologeria sul quale

è posta una carta diagrammata, avente in ascissa il tempo

e in ordinata il valore del parametro misurato. La scala di

questi strumenti può essere giornaliera, settimanale, etc.

Esempi

Acquisizione analogica

Strumenti elettronici

o Gli sono costituiti da un sensore e da un trasduttore

che genera un segnale elettrico proporzionale al

parametro da misurare. Gli apparecchi per la misura

della temperatura, dell'umidità, della pressione e della

velocità del vento, aventi un display a cristalli liquidi,

sono di questo tipo. Esempi

Strumenti registratori elettronici

o Gli strumenti registratori elettronici affiancano ai

sensori un sistema di registrazione dei dati (data

logger) su scheda magnetica o su dischetto floppy, con

la possibilità di scaricare direttamente i dati su un PC o

di trasmetterli tramite un modem (telefonico o radio)

ad un centro di raccolta dati. L’ultima generazione di

stazioni meteorologiche è corredata con trasmettitori

satellitari, che permettono di inviare i dati utilizzando

la posta elettronica.

Esempi

Acquisizione digitale

DELTA-T

LOGGER

PROFILE

03/07/97 11.24

26/02/98 10.53

TIMED

Channel 3 36 37 41

number

Sensor code 3 PT2 PT3 PT4

Label 3 L1 L2 L3

Unit 3 deg C deg C deg C

Minimum value 3 -5.81 -4.74 -4.75

Maximum value 3 23.103 21.645 21.623

16/01/98 12.30 3 9.12 8.59 8.52

16/01/98 12.35 3 9.19 8.7 8.57

16/01/98 12.40 3 9.25 8.79 8.73

16/01/98 12.45 3 9.46 9.09 9.15

16/01/98 12.50 3 9.75 9.43 9.41

16/01/98 12.55 3 9.98 9.62 9.57

16/01/98 13.00 3 10.11 9.59 9.65

16/01/98 13.05 3 10.27 9.57 9.72

16/01/98 13.10 3 10.34 9.68 9.8

16/01/98 13.15 3 10.25 9.59 9.72

16/01/98 13.20 3 10.06 9.45 9.48

16/01/98 13.25 3 9.89 9.38 9.35

16/01/98 13.30 3 9.71 9.31 9.23

Trasmissione dei dati

o I dati memorizzati dai dati logger devono essere

trasferiti al centro di calcolo.

o Al momento sono disponibili sistemi che richiedono la

presenza sul posto dell’operatore (connessione con

personal computer, schede di memoria) oppure sistemi

automatici: trasmissione via radio, modem (mediante

linee dedicate o telefoni cellulari), trasmissione

satellitare.

La trasmissione satellitare

64 Kbps

57.6 Kbps 64 Kbps

STAZIONE DI CENTRO DI

57.6 Kbps

2.4 Kbps RICEZIONE A CONTROLLO

TERRA

"GATEWAY"

4.8 Kbps WEB

Antenna

Orbcomm Internet

TERMINALE ALIMENTAZIONE ELETTRICA Modem

ORBCOMM CONNESSIONE I/O

RS232 PERSONALCOMPUTER

STAZIONE

METEOROLOGICA Le stazioni

o Gli strumenti sono generalmente collocati all'interno di strutture definite

stazioni meteorologiche. Il WMO classifica 4 tipi di stazioni:

o stazione principale. Le caratteristiche degli strumenti, il tipo e la

frequenza delle osservazioni, il campo di indagine, meteorologico e biologico,

e le competenze del personale sono tali da poter fornire informazioni di

interesse per tutto il paese o una vasta regione.

o Stazione comune. E' una stazione che fornisce informazioni meteorologiche

e biologiche in base a una prefissata routine di misure. In generale il

programma di osservazioni biologiche e fenologciche è legato alle condizioni

climatiche della zona in cui è ubicata la stazione.

o Stazione ausiliaria. E' una stazione che fornisce informazioni biologiche e

meteorologiche. Le prime possono riguardare la fenologia, le malattie, etc.

Le seconde, oltre ai parametri più comuni, possono riguardare la

temperature del suolo, l'umidità del terreno, l'evapotraspirazione, la

bagnatura fogliare, etc.

o Stazione per scopi specifici. E' una stazione installata temporaneamente o

permanentemente per l'osservazione di uno o più elementi e/o particolari

fenomeni. Criteri di collocazione

o La zona deve essere pianeggiante e libera da ostacoli ed ostruzioni

o La superficie deve essere coperta con la vegetazione naturale della

zona, la quale deve essere frequentemente tagliata in modo da

mantenerla uniformemente bassa.

o Ostruzioni come alberi, siepi o edifici devono essere sufficientemente

lontani dagli strumenti, circa otto-dieci volte la loro altezza. E'

necessario prestare particolare attenzione agli ombreggiamenti

prodotti dalle ostruzioni anche se brevi periodi di ombreggiamento,

all'alba ed al tramonto sono inevitabili.

o Accessibilità: aree soggette ad advezioni d'aria, od ad innondazioni o

prossime a paludi, stagni, soprattutto se temporanei, devono essere

evitati. Questo in modo da agevolare le operazioni di manutenzione e

controllo degli strumenti

o Per evitare le intrusioni di animali è possibile recintare la stazione..

o L’area deve esser rappresentativa, presentando le naturali condizioni

agronomiche o selvicolturali della area da monitorare, ed al tempo

stesso le principali caratteristiche geografiche e topografiche.

Esempi

Argomenti trattati

o Gli strumenti

o I satelliti

o Il radar

o I modelli numerici

o Le fonti dei dati

o Ruolo di internet

I satelliti

o La ricerca spaziale, che permise negli anni 60 le prime missioni

di esplorazione dello spazio, ha consentito la realizzazione di

sensori e di satelliti, che rappresentano uno strumento di

grande efficacia per l’osservazione della terra

o In questo settore si possono distinguere due categorie di

satelliti: i satelliti meteorologici ed i satelliti per l’osservazione

delle caratteristiche della superficie terrestre

Le caratteristiche

o il tempo di ricorrenza delle informazioni disponibili su uno

stesso punto (cioè ogni quanto tempo il satellite passa su un

dato punto) 2 2

o la risoluzione spaziale della misura effettuata (in m o km ),

espressa come dimensione del pixel, che rappresenta i punti

elementari nei quali i può scomporre l’immagine

o la risoluzione radiometrica, che indica l’intervallo dello spettro

elettromagnetico nel quale viene effettuata la misura ed il

numero di bande in cui esso è suddivisa. Le bande più comuni

sono quelle del visibile e dell’infrarosso termico, ma le ultime

generazioni di satelliti operano anche nella banda delle

microonde. Questo permette di effettuare misure anche al di

sotto delle nubi, che in certe aree del pianeta rappresentano un

ostacolo per l’osservazione della superficie terrestre

I satelliti geostazionari ed i satelliti

orbitanti

o Il tempo di ricorrenza espresso in giorni, ore e minuti è funzione della quota

del satellite e dell’orbita. Da questo punto di vista si possono distinguere i

satelliti geostazionari ed i satelliti orbitanti. I primi guardano costantemente

lo stesso punto della superficie, essendo posti ad una distanza dalla superficie

terrestre tale da consentirgli di avere la stessa velocità orbitale della terra.

Un esempio è costituito dal Meteosat, satellite europeo per l’osservazione

meteorologica. Le immagini sono trasmesse in continuo, con una distorsione

crescente verso i poli. Data la quota a cui questa famiglia di satelliti è posta, la

risoluzione spaziale è in genere piuttosto bassa (l’attuale Meteosat di 5 km x 5

km, la prossima generazione di Meteosat di 1 km x 1 km)

o Tra i satelliti meteorologici orbitanti il più usato è il TIROS (NOAA). E’ un

satellite con orbita polare, con una risoluzione di 1.1 Km x 1.1 Km, che passa

quattro volte il giorno.

I satelliti per l’osservazione della terra

o Questi sono utilizzati, tra l'altro, per studi morfologici,

per valutazioni sull'uso del suolo, per stime della

biomassa, per il monitoraggio delle infrastrutture.

o Tra i satelliti per l’osservazione della terra il più noto è

il LANDSAT americano, con una risoluzione spaziale nel

visibile di 30 m x 30 m e nell'infrarosso di 120 m x 120

m, che consente la realizzazione di cartografia

tematica.

o Recentemente è stato effettuato il lancio del satellite

LANDSAT 7, che ha un canale monocromatico con una

risoluzione di 15 m x 15 m.

Le applicazioni dei satelliti meteo

o Le applicazioni dei dati raccolti dai satelliti meteorologici

sono molteplici e, tra l'altro, sono sempre di più utilizzati

come input per i modelli meteorologici o la verifica delle

indicazioni ottenute dai modelli.

o I dati possono essere ottenuti in modi diversi, mediante

una stazione di ricezione, acquistandoli presso le società

commerciali autorizzate o scaricandoli direttamente da

Internet.

o Tale possibilità costituisce oggi uno sviluppo di grande

interesse per l’utente non professionista, che in genere non

può ricorrere alle prime due soluzioni. Attraverso

quest'ultima via, inoltre, è possibile disporre dei dati in

tempo quasi reale.


PAGINE

46

PESO

4.74 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Agroclimatologia tropicale e subtropicale a cura del Prof. Simone Orlandini, all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: l'acquisizione di dati agrometeorologici; gli strumenti di acquisizione; i satelliti; il radar; i modelli numerici, le fonti dei dati; il ruolo di internet.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze agrarie
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Agroclimatologia tropicale e subtropicale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Orlandini Simone.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Agroclimatologia tropicale e subtropicale

GIS e Telerilevamento
Dispensa
Radiazione solare e agricoltura
Dispensa
Idrometeore e colture
Dispensa
Elementi di agroclimatologia
Dispensa