Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DNA vs RNA

Lezione 3 Acidi Nucleici

I vari nucleotidi sono mantenuti insieme da legami

diesterici tra il fosfato che e' in posizione 5' e si lega con il

C 3'. Il filamento avra' una estremita' libera 5' ed una 3'.

Nel processo di appaiamento i due filamenti sono

antiparalleli. Il filamento leader e' 5'-3' ed il complementare

e' 3'-5'.

La doppia elica, nella sua forma rilassata, presenta un

avvolgimento completo ogni 3.4 nm (dieci basi) e forma un

solco maggiore ed uno minore. I solchi serviranno per

l'alloggiamento di proteine. Sono state proposte

conformazioni alternative

(normalmente si ha la

beta-DNA)a questa ad

alfa elica, come quella Z-

DNA che si osserva in

vitro al di sotto di un certo

grado di disidratazione. I

modelli del DNA sono A-

DNA, C-DNA, D-DNA,

che insieme al B-DNA

presentano un

avvolgimento destrorso;

Z-DNA presenta invece

un avvolgimento

sinistrorso.

Nei procarioti il DNA puo'

essere circolare e sono

possibili ulteriori modifiche

alla struttura (unione di piu'

cerchi di DNA in vari modi)

per la presenza di enzimi

che sanno tagliare ed

incollare il DNA, sia con

taglio a singolo filamento

che a doppio. Questi enzimi

sono le topoisomerasi 1 e 2

(delle endonucleasi).

Il DNA puo' subire un processo di

denaturazione (apertura dei due filamenti, che

se non sono ulteriormente alterati ritornano

spontaneamente a formare la doppia elica)

dovuto ad un aumento di calore. Tale

denaturazione puo' essere reversibile, e si ha la

ricostituzione del DNA (rinaturazione)

Denaturazione del

DNA

Lezione 6/7

organuli citoplasmatici con

funzione di sintesi, secrezione e

degradazione

Non abbiamo parlato di geni ma di filamenti

di DNA, perché è un concetto diverso.

Non associare GENE a DNA.

Il DNA è a doppio filamento, perché questo

permette allo stesso di autoreplicarsi.

Il doppio filamento (chiuso) è un modo per

proteggere l’informazione genetica, perché

così non è funzionalmente attiva, e l’mRNA

non va a interagire con esso, in quanto le

basi non sono raggiungibili.

Duplicazione del DNA

Esistono diversi modelli per la duplicazione del DNA:

conservativo, semiconservativo e dispersivo. Nel caso

'conservativo' una delle due cellule figlie non ricevera'

nulla del corredo della cellula madre ma solo DNA

neosintetizzato.

Nel modello 'dispersivo' si hanno frammenti vecchi e

frammenti nuovi all’interno dello stesso filamento. E’ un

tipo di duplicazione ad alto rischio di errori perché ci

sono troppi taglia ed incolla.

Nel modello semiconservativo, si ha che la doppia

elica si apre e le cellule figlie avranno un filamento

vecchio ed uno nuovo ed entrambe avranno lo stesso

corredo genetico:

Il modello semiconservativo è l’unico possibile. Sfrutta

la capacità del DNA di denaturarsi e di sintetizzare una

copia di se stesso; La duplicazione si effettua

attraverso un processo

semiconservativo in cui la doppia

elica si apre e ogni filamento ne

sintetizza uno exnovo.

Il DNA si srotola pezzo per pezzo,

in punti detti “bolle di

replicazione”.

L’antiparallelismo dei due frammenti porta al fatto che la replicazione avviene ad

opera della DNA polimerasi che è in grado di legare nucleotidi al terminale 3’, ossia

che vanno nella direzione 5’-3’. I due filamenti liberati procedono in direzioni

opposte.

Un filamento ha una sintesi continua ed è quello 5’-3’, mentre un altro è sintetizzato

in modo discontinuo formando quelli che vengono detti “frammenti di OKAZAKI”

che vengono legati da un enzima DNA ligasi.


PAGINE

39

PESO

3.20 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questa pagina sono riportate le dispense della prof. Nicoletta Spreti docente del corso di Chimica Organica, in questa dispensa sono spiegati gli acidi nucleici e in particolar modo:
- DNA: l’acido desossiribonucleico, il nostro patrimonio genetico.
- Denaturazione del DNA
- Struttura del DNA
- Duplicazione del DNA
- Organizzazione del DNA
- RNA
- RNA ribosomale


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chimica Organica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Spreti Nicoletta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chimica organica

Composti eterociclici
Dispensa
Chimica organica - Elementi, composti e nomenclatura
Dispensa
Conformazioni ed isomerie
Dispensa
Acidi carbossilici e derivati
Dispensa