Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1.4 Requisiti essenziali delle 1. Introduzione

procedure di rinnovo In conclusione, l’utilizzo di acciaio strutturale

In particolare, la Carta di Venezia (1964) afferma

Se l’edificio da consolidare è di interesse nel recupero edilizio di monumenti e

che i lavori di completamento devono essere

storico, il suo restauro diventa un processo beni architettonici è perfettamente in

caratterizzati dal “segno della nostra epoca” e

molto delicato. I criteri fondanti dell’attività linea con le raccomandazioni dettate

che “quando le tecniche tradizionali si rivelano

di restauro mirano alla conservazione degli dalla moderna teoria del restauro.

inadeguate, il consolidamento di un monumento

edifici esistenti e alla loro integrazione con È normale, quindi, che se ne faccia largo uso

può essere assicurato mediante l’ausilio di tutti i

nuovi elementi necessari a ripristinarne la per i lavori di restauro eseguiti su ogni tipo di

più moderni mezzi di struttura e conservazione,

funzionalità. Tali interventi integrativi devono monumento o edificio storico, anche sotto forma

la cui efficienza sia stata dimostrata da dati

essere palesemente moderni, riconoscibili di dispositivi speciali per la protezione sismica

scientifici e sia garantita dall’esperienza”.

e reversibili; ciò è possibile se si impiegano .

tecnologie e materiali che possono essere Ne consegue logicamente che l’acciaio, in

rimossi senza danneggiare le strutture esistenti. quanto materiale e in quanto tecnologia, ha

il vantaggio di essere un materiale moderno

Secondo le varie “Carte” internazionali del dotato di caratteristiche di “reversibilità”,

restauro, infatti, è incongruente eseguire particolarmente adatto ad essere utilizzato in

ricostruzioni utilizzando le metodologie del abbinamento ai materiali del passato per formare

passato, ormai impossibili da riprodurre per sistemi strutturali integrati. Inoltre, la scelta

svariate ragioni, principalmente di ordine dell’acciaio è motivata dalle elevate prestazioni

tecnologico. Altre ragioni di questa impossibilità meccaniche di questo materiale e dalla flessibilità

risiedono nel superamento dei metodi costruttivi dei sistemi costruttivi che ne fanno uso.

tradizionali, nelle nuove esigenze funzionali

e nell’irreperibilità dei materiali utilizzati in I sistemi costruttivi basati su altri

passato. Parallelamente, queste “Carte”, materiali (cemento, malta, calcestruzzo,

specialmente nei casi in cui gli interventi di polimeri, compositi) non soddisfano il

restauro implicano operazioni di ristrutturazione requisito essenziale della reversibilità.

con parziale ricostruzione, evidenziano la

necessità di utilizzare le tecnologie e i materiali

più adeguati in maniera palesemente moderna.

1.3.1 L’utilizzo di giunzioni bullonate è un prerequisito fondamentale per la “reversibilità” della soluzione

1.3.2 Il valore estetico del contrasto sinergico tra materiali tradizionali e moderni 7

1.5 Ambiti di applicazione 1. Introduzione

All’interno di monumenti storici sono state

In tutto il mondo è possibile trovare esempi inserite strutture portanti che si integrano

di recupero edilizio, ristrutturazione ed armoniosamente con i valori stilistici

ampliamento mediante strutture in acciaio. moderni. Questo tipo di applicazione

sta prendendo sempre più piede per la

Diversi stabilimenti industriali

l realizzazione di musei e sale espositive.

dismessi sono stati trasformati in

abitazioni o uffici (Figura 1.5.1).

Gli interni di numerosi edifici storici sono stati

l completamente ristrutturati, mantenendo

le facciate originali e sostituendo l’interno

con uno scheletro nuovo (Figura 1.5.2). 1.5.1 1. Introduzione

1.5.2 + 14.13 m

+ 11.28 m 1.5.3

+ 7.75 m Per numerose chiese antiche sono

l state realizzate coperture in acciaio

con capriate e profilati trapezoidali

+ 3.97 m (Figura 1.5.3). Altri fabbricati importanti

sono stati ampliati orizzontalmente o

verticalmente, con interventi armoniosi

dal punto di vista strutturale ed estetico.

In Italia sono stati completamente recuperati

l interi quartieri di città che avevano subito

+ 0.00 m danni ingenti a seguito di recenti scosse

sismiche; per migliorare la resistenza

sismica dei vecchi edifici in muratura sono

stati utilizzati componenti in acciaio.

Sono state recuperate per mezzo di elementi

l in acciaio diverse strutture in cemento

armato che erano state danneggiate, o

per le quali erano richieste condizioni di

utilizzabilità più gravose. Inoltre, sono

stati eseguiti interventi di modifica dello

schema strutturale originale di diversi

fabbricati, con l’aggiunta o la diminuzione

del numero di piani o con l’inserimento di

controventi per l’adeguamento sismico.

1.5.1 Stabilimento industriale dismesso trasformato in edificio residenziale (Parigi, rue de l’Ourcq)

1.5.2 Inserimento di un nuovo scheletro all’interno di una facciata preesistente in muratura (“Kannerland” in Lussemburgo)

1.5.3 Il nuovo tetto in acciaio di una chiesa (Salerno, Italia) 9

2. L’ACCIAIO E I DIVERSI LIVELLI DI CONSOLIDAMENTO

2.1 Aspetti generali 12

2.2 Protezione 12

2.3 Riparazione 16

2.4 Rinforzo 18

2.5 Ristrutturazione 20 11

2.1 Aspetti generali 2.2 Protezione

Di fronte al problema La Protezione rappresenta il primo livello di

consolidamento di una struttura esistente.

del consolidamento Questa fase consiste in una serie di misure

provvisorie a garanzia della sicurezza sia per

strutturale di un il pubblico che per il privato durante la fase

transitoria che precede qualsiasi intervento

edificio, è possibile definitivo di consolidamento (Figura 2.2.1).

Tali misure vengono adottate per proteggere

operare una il sito e per prevenire il crollo parziale o totale

dell’immobile, nel caso in cui si tratti di un edificio

distinzione tra i vari strutturalmente instabile che necessiti con

livelli dell’intervento urgenza di un intervento di messa in sicurezza.

2.2.1

di consolidamento, Le caratteristiche peculiari degli

interventi di protezione sono:

una distinzione legata rapidità di esecuzione

alla tipologia di l flessibilità dei sistemi costruttivi

operazioni eseguite l adattabilità ad aree di lavoro di dimensioni

e, a volte, anche l ristrette o di difficile accesso

alla successione reversibilità dell’intervento.

l

cronologica delle

diverse fasi in cui si Di seguito, invece, vengono elencati i principali

2.2.2 campi di applicazione di queste misure:

articola l’intervento. sostegno provvisorio di facciate per

La classificazione l mezzo di strutture spaziali reticolari

durante la ricostruzione di un nuovo

proposta individua edificio tra due immobili esistenti

quattro livelli: struttura in acciaio a sostegno di facciate

l

protezione, durante la demolizione dell’interno dell’edificio

(sventramento); tale funzione di sostegno

riparazione, rinforzo può essere provvisoria oppure fare parte

della struttura finale (ad esempio, tralicci

e ristrutturazione. verticali per l’irrigidimento della facciata)

sostegno provvisorio di facciate di edifici a

l seguito di terremoti, per mezzo di ponteggi

in acciaio che eliminano la necessità di

impedire l’accesso ad una strada

copertura provvisoria dell’edificio, per

l garantire un’adeguata protezione del

cantiere dalle intemperie durante i lavori

di recupero edilizio (Figura 2.2.2).

2.2.1 Strutture in acciaio utilizzate come soluzione temporanea per il sostegno di una facciata (Montreal, Canada)

2.2.2 Un tetto provvisorio per proteggere il cantiere durante i lavori di recupero (Atene, Grecia)

Camera di Commercio, Lussemburgo 13

2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

2.2.4

Ecco le principali applicazioni della carpenteria

in acciaio durante le operazioni di protezione:

gli elementi strutturali in acciaio vengono

l utilizzati come “ponteggi” per creare

soluzioni ad hoc, progettate su misura per

soddisfare in maniera ottimale determinate

esigenze specifiche (Figura 2.2.3)

le strutture in acciaio pesante (realizzate

l con profili saldati o bullonati) e in acciaio

leggero (elementi cavi con giunzioni

bullonate) vengono impiegate efficacemente

per proteggere gli interventi risolutivi e

temporanei (Figure 2.2.4 e 2.2.5). Le strutture in acciaio appena descritte

2.2.3 offrono i seguenti vantaggi:

leggerezza

l possibilità di prefabbricazione

l facilità di trasporto e costruzione

l convenienza e possibilità di

l riutilizzare le strutture.

2.2.3 Intervento provvisorio sul timpano della basilica di San Francesco ad Assisi (Italia)

2.2.4 Struttura provvisoria in acciaio per sostenere la facciata di un edificio a seguito di un incendio (Lisbona, Portogallo)

2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

2.2.5 2.2.5 Sostegno provvisorio delle colonne poste all’entrata di Palazzo Carigliano a Torino (Italia) 15

2.3 Riparazione 2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

Il secondo livello di consolidamento di Gli elementi strutturali in acciaio, grazie alle rapidità di costruzione, una caratteristica

l

una struttura esistente è la Riparazione. tecnologie di prefabbricazione, consentono utile in caso di interventi di emergenza resi

Quest’intervento comprende una serie di creare soluzioni ad hoc, progettate su necessari quando vi è il rischio che il danno

di operazioni eseguite sull’immobile misura per soddisfare in maniera ottimale progredisca velocemente (Figura 2.3.2)

per ripristinarne l’efficienza strutturale, determinate esigenze specifiche.

riportandola com’era prima di subire danni. A convenienza e possibilità di riutilizzare

l

differenza della protezione, la riparazione è un Le caratteristiche fondamentali le strutture (Figura 2.3.3).

intervento definitivo, che viene adottato se i degli elementi in acciaio sono:

danni all’edificio sono stati causati da fattori

chiaramente identificabili i cui effetti si sono leggerezza, che consente una maggiore

l

manifestati per un periodo prolungato e non facilità di trasporto e costruzione: si tratta

richiedono, quindi, provvedimenti urgenti. di fattori importanti quando si lavora in

Quest’intervento consiste nel semplice ripristino spazi ristretti, ad esempio nei centri storici

delle prestazioni strutturali riportandole ai

livelli minimi di sicurezza, senza rinforzare reversibilità, grazie all’impiego di giunzioni

l

ulteriormente le strutture del fabbricato bullonate, che consentono di riutilizzare la

danneggiate dalle intemperie e dal tempo. struttura una volta smontata (Figura 2.3.1)

Durante la fase di riparazione è possibile

utilizzare numerosi sistemi tecnologici di

consolidamento basati sulla carpenteria metallica,

per migliorare il comportamento strutturale degli

edifici in muratura, cemento armato e legno.

2.3.1 2.3.2 2.3.3

2.3.1 Angolari in acciaio per la riparazione di una colonna in c.a.

2.3.2 Intelaiatura in acciaio per la riparazione di un architrave di pietra (Berlino, Germania)

2.3.3 Christus Pavillon. Chiesa della EXPO di Hannover: una struttura modulare in acciaio, progettata per essere successivamente smontata e ricostruita altrove.

Dames de France, Perpignan (Francia) 17

2.4 Rinforzo 2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

Gli interventi di miglioramento sismico vengono

Rinforzare significa migliorare le prestazioni eseguiti per garantire una maggiore sicurezza.

strutturali dell’edificio per soddisfare nuove In questo caso, il rinforzo è riferito ad un singolo

esigenze ambientali o funzionali. Questo elemento o all’insieme, ma senza modificare

livello di consolidamento non altera in eccessivamente lo schema statico dell’edificio e il

maniera significativa lo schema strutturale, suo comportamento generale. Inoltre è possibile

ma introduce nuovi elementi in grado di eseguire lavori di miglioramento sui singoli

integrare quelli esistenti dal punto di vista elementi strutturali, ad esempio per correggere

statico senza modificare la distribuzione eventuali errori di progettazione o di esecuzione.

delle masse o dei carichi dell’edificio. L’intervento di adeguamento sismico, invece,

A differenza della semplice riparazione, i prevede l’esecuzione di una serie di lavori

lavori di rinforzo possono essere declinati necessari a garantire che la struttura sia in

secondo vari livelli di intensità a seconda grado di resistere a cariche progettuali di un

della resistenza aggiuntiva che le nuove nuovo terremoto. Ciò potrebbe comportare la

condizioni richiedono all’edificio, ma anche a massiccia alterazione del sistema strutturale e la

seconda della gravità degli eventuali danni. modifica radicale della risposta dell’edificio alle

sollecitazioni sismiche; in questo caso, dal punto

Dal punto di vista sismico, le operazioni di vista strutturale l’intervento rientrerebbe nella

di rinforzo possono essere suddivise categoria delle operazioni di ristrutturazione.

in due livelli di intervento: il semplice

miglioramento e l’adeguamento. 2.4.1

2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

Si rendono necessari lavori di

2.4.2 rinforzo nei seguenti casi:

se gli edifici sono sottoposti a condizioni

l di carico più gravose, a causa di un

cambio di destinazione d’uso che

incrementa i carichi di esercizio

se un edificio già esistente si trova in

l un’area recentemente classificata sismica,

e quindi soggetta a condizioni di carico più

severe dovute al rischio di terremoti.

Le normative nazionali solitamente operano una

distinzione chiara tra il semplice miglioramento

e le opere di adeguamento sismico. È possibile

2.4.3 eseguire lavori di miglioramento nei seguenti casi:

in caso di cambio di destinazione d’uso

l per eliminare errori di progettazione

l e/o esecuzione

quando l’intervento di consolidamento

l è eseguito su edifici monumentali non

adatti a lavori di più ampio respiro. I diversi livelli dei lavori di rinforzo, dal

semplice miglioramento all’adeguamento,

L’adeguamento sismico è invece possono essere eseguiti utilizzando i medesimi

obbligatorio nei seguenti casi: sistemi tecnologici di consolidamento

impiegati per la riparazione. Le strutture in

sopraelevazione o ampliamento di

l acciaio vengono utilizzate frequentemente

un fabbricato, con aumento della per migliorare il comportamento statico di

volumetria e delle superfici edifici in muratura e in cemento armato.

Spesso, per l’adeguamento sismico di

aumento dei carichi dovuto a un

l strutture in muratura e in cemento armato

cambio di destinazione d’uso si utilizzano sistemi di controventatura. Tra

questi, i più innovativi sono basati sull’impiego

modifica sostanziale del sistema strutturale

l di controventi eccentrici in acciaio (Figura

a seguito di interventi di rinnovamento 2.4.1), controventi in acciaio ad instabilità

rispetto all’originale o, in generale, quando impedita (Figura 2.4.2) e pannelli irrigiditi in

la ristrutturazione comporta un’alterazione acciaio a basso snervamento (Figura 2.4.3).

del comportamento statico complessivo.

2.4.1 Struttura in c.a. rinforzata con controventi eccentrici in acciaio

2.4.2 Struttura in c.a. rinforzata con controventi ad instabilità impedita

2.4.3 Struttura in c.a. rinforzata con pannelli in acciaio 19

2.5 Ristrutturazione 2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

La Ristrutturazione rappresenta il livello

2.5.1a gerarchicamente più elevato di consolidamento

di un edificio esistente, e consiste nella modifica

totale o parziale della sua distribuzione

funzionale, volumetria e disposizione interna; a

queste modifiche si aggiungono l’alterazione di

altre caratteristiche originali del fabbricato e la

modifica radicale del suo sistema strutturale. È

possibile individuare quattro tipologie di lavori

di ristrutturazione: ristrutturazione degli interni,

inserimento, ampliamento e alleggerimento.

La Ristrutturazione degli interni consiste

l nella sostituzione totale o parziale della parte

interna di un immobile con una struttura

nuova e diversa. Questo intervento si rende

necessario quando occorre modificare l’interno

di un edificio per motivi funzionali ma, per

vincoli architettonici o di pianificazione

territoriale, è richiesta la conservazione

integrale della facciata (Figure 2.5.1. a e b).

2.5.1b

2.5.1 Il vecchio “Roemerhof” a Zurigo trasformato in una moderna banca: a) la facciata;

b) i nuovi uffici all’interno del “Roemerhof” sono inseriti in strutture di acciaio realizzate all’interno della facciata esistente

2.5.2 Esempi di inserimento in un edificio in muratura: a) un nuovo soppalco in acciaio; b) una nuova scalinata in acciaio

2.5.3 Pavimento in acciaio in un edificio commerciale in Lussemburgo 2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

L’Inserimento invece prevede l’introduzione 2.5.2a

l di nuove strutture o elementi strutturali

all’interno delle volumetrie esistenti, ad

esempio, aggiungendo piani intermedi o

soppalchi volti ad aumentare la superficie

utile senza modificare il volume disponibile

(Figure 2.5.2 a e b). Un altro esempio di

inserimento è l’aggiunta di una serie di

strutture portanti atte ad accogliere aree

espositive speciali visitabili a diversi livelli,

oppure di scalinate e ascensori (Figura 2.5.3). 2.5.2b

2.5.3 21

2. L’acciaio e i diversi livelli di consolidamento

2.5.4a 2.5.4b

L’Ampliamento si esegue per soddisfare 2.5.5

l nuove esigenze funzionali, e comporta

l’aumento della volumetria originale

in verticale oppure in orizzontale.

- L’ampliamento orizzontale consiste

nell’aggiunta di nuovi volumi laterali

accanto alla struttura originale. In questi

casi, le considerazioni che prevalgono sono

di carattere estetico più che funzionale,

a causa della necessità di combinare stili

architettonici diversi (Figure 2.5.4 e 2.5.5). 2.5.4 Un nuovo edificio in acciaio nell’area archeologica industriale di Catania (Italia),

chiamata “Le Ciminiere”, in cui i vecchi edifici in muratura sono stati restaurati utilizzando strutture in acciaio

2.5.5 Una recente costruzione in acciaio tra gli edifici storici del centro di Udine (Italia)

Abbazia di Neumünster, Lussemburgo 23


PAGINE

39

PESO

4.13 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria edile
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Cantiere per il recupero e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Leccisi Fabrizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Cantiere per il recupero

Umidità di risalita e tecniche di deumidificazione
Dispensa
Umidità nei muri - Tipologie
Dispensa
Edilizia - Archi, volte e cupole
Dispensa
Ristrutturazione edilizia - Comunicazione di inizio lavori
Dispensa