Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Procedura. Garanzie

L

ordinanza di TSO va notificata alla persona

che vi è sottoposta che conserva tutti i diritti

civili e politici (compreso quello di comunicare).

Deve essere accompagnato sempre dalla ricerca

del consenso. Rispetto della dignit

à della

persona

Il TSO non viene annotato in nessun

documento, n

é nel casellario e non comporta la

perdita della patente ecc.

Procedura: garanzie

Il Sindaco entro 48 ore invia l

ordinanza al

Giudice Tutelare

Il Giudice Tutelare, entro le successive 48 ore,

assunte le informazioni e gli eventuali

accertamenti, provvede con Decreto motivato a

convalidare (o non) il provvedimento del

Sindaco Garanzie

Procedura complessa: Medico proponente -

Medico convalidante della struttura pubblica

Sindaco Giudice Tutelare

Il Giudice Tutelare può adottare provvedimenti

urgenti per amministrare il patrimonio della

persona

Chi è sottoposto a TSO e chiunque vi abbia

interesse può proporre ricorso contro il TSO al

Tribunale competente per territorio. Il Tribunale

decide entro 30 giorni

Garanzie e limiti

Le Ausl operano per ridurre il ricorso ai TSO

sviluppando le iniziative di prevenzione e di

educazione sanitaria ed i rapporti organici tra

servizi e comunit

à

.

Limite della norma: non sempre urgenza e

necessit

à di interventi obbligatori coincide

Pressioni della famiglia e del contesto. Posizione

di responsabilit à del medico che è tenuto ad

attenersi alla legge

Se l ’ ordinanza non viene eseguita

In caso di mancata esecuzione di un ASO o

TSO entro 48 ore dalla emissione della

ordinanza del sindaco (ed esempio perch

é il

paziente è irreperibile) ne va data comunicazione

al sindaco stesso e il provvedimento decade

Va rinnovata la richiesta di ASO o TSO, se

ritenuto ancora necessario.

Condizioni che non richiedono

TSO

Esistono condizioni che, presentandosi urgenti e

complesse, non richiedono l'attivazione delle

procedure di TSO in quanto la persona è

incapace di esprimersi rispetto alla proposta di

cura

Priorit à è la tutela della salute delle persona

Gravi compromissione dello stato di coscienza e

impossibilit à ad esprimere/negare il consenso

(traumi, intossicazioni, delirium, demenze)

Stato di necessit

à

Art 54 Codice Penale (stato di necessit

à

) : “ Non

è punibile chiunque compie azioni che altrimenti

si configurerebbero come reato, nella necessit

à

di salvare s

é o altri da pericolo attuale di danno

grave alla persona non diversamente ovviabile,

purch

é l

intervento sia proporzionato al

pericolo

Non si può effettuare il Tso

Il TSO non può essere utilizzato per obbligare la

persona ad effettuare interventi diagnostici e

terapeutici per altre patologie internistiche o

chirurgiche anche se indicate/prescritte dai

medici

Anche se con alto rapporto benefici/rischi

In questi casi, molto complessi, può essere

necessario/opportuno coinvolgere il magistrato

Tso extraospedaliero

Se sussistono le prime due condizioni per il Tso

ma non la terza ( sussistono le condizioni e circostanze )

per attuare idonei e tempestivi interventi extraospedalieri

può essere proposto il Tso extrapsedaliero che

di solito viene utilizzato solo per l

effettuazione

di terapie depot di pazienti in cura ai CSM.

E

’ prevista la stessa procedura del Tso in regime

di ricovero. E

’ eccezionale e di solito viene

utilizzato nei Centri di Salute Mentale

Condizioni particolari: i minori

E

’ possibile anche se va sempre ricercato il

consenso del minore (diritto all

’ ascolto) e

famiglia.

DGR Emilia Romagna 1457/1990 prevede due

condizioni:

A) Minore bisognoso di cure urgenti e

consenziente al trattamento ma genitori contrari

B) Minore bisognoso di cure urgenti, non

consenziente e genitori favorevoli

Tso ai minori

caso A: l'attivazione del TSO è uno strumento

per “ forzare “ le resistenze e l

’ opposizione dei

genitori, che detengono la patria potest

à

. Il TSO

va comunque formalizzato, specificando in

modo dettagliato la motivazione, per rendere

possibile il coinvolgimento del Giudice Tutelare

rispetto ad un provvedimento eccezionale.

Informare il Tribunale per i Minori

Tso ai minori

caso B: non ci sarebbe bisogno di formalizzare

il TSO sulla base del consenso di chi esercita la

patria potest à (i genitori) ma il rifiuto del minore

deve essere valutato e se necessario va

formalizzato il Tso.

In entrambi i casi è utile informare il Tribunale

per i Minori in particolare se l ’

ambiente familiare

non è adeguato

Minori 2009 integrata)

(circolare delle regioni

Minore Genitori/ Patria Potestà Procedura

Assenso Assenso Si procede volontariamente

Assenso Rifiuto di uno o entrambi Segnalazione alla Procura

del Tribunale per i Minori

Se serve Aso/Tso

Art 403 c.c.

Rifiuto Rifiuto di uno o entrambi Segnalazione alla Procura

del Tribunale per i Minori

Aso /Tso

Rifiuto Consenso e situazione Aso/Tso

ambientale adeguata

Rifiuto Consenso ma situazione Segnalazione alla Procura

ambientale del Tribunale per i Minori

inadeguata/compromessa Aso/Tso

Art .403 c.c.

Tutela minori

Art. 403 c.c. Intervento della pubblica autorit

à a favore

dei minori. “

Quando il minore è moralmente o

materialmente abbandonato o è allevato in locali

insalubri o pericolosi, oppure da persone per

negligenza, immoralit à , ignoranza o per altri motivi

incapaci di provvedere all

educazione di lui, la pubblica

autorit

à , a mezzo degli organi di protezione dell

infanzia

(Servizio sociale) lo colloca in luogo sicuro, sino a

quando si possa provvedere in modo definitivo alla sua

protezione

Art 1, 2 legge 184 /1983

Limiti

Attualmente non esistono provvedimenti legali

che obbligano la persona con disturbi mentali a

seguire le cure a domicilio. Consenso!

Non rientra nelle competenze dei medici e degli

psichiatri la protezione dei familiari rispetto a

conviventi violenti

Art 342 bis e ter del Codice civile il Giudice può

disporre l ’

allontanamento della persona violenta

l

inibizione a frequentare determinati luoghi ecc.

L

’ Accertamento Saniotario

Obbligatori (Aso)

Quando si ha il fondato sospetto della presenza della

prima condizione di legge prevista per potere

intervenire in forma obbligatoria ( alterazioni psichiche tali

) , ai sensi di legge

da richiedere interventi terapeutici urgenti

(180/78 e 833/78) e che l'approfondimento diagnostico

necessario non viene accettato dal paziente.

E ’ un intervento eccezionale e va sempre preceduto e

accompagnato dalla ricerca del consenso (strategie di

aggancio). Può essere disposto dal medico che ritiene

indispensabile e urgente la valutazione psichiatrica.

Aso: procedura

La proposta di ASO può essere effettuata dal

medico che ha constatato la presenza delle

condizioni sopracitate e previste dalla legge

Ai fini della emissione della ordinanza di ASO

da parte del Sindaco occorre la sola

certificazione medica di proposta , in triplice

copia, contenente le motivazioni dettagliate che

sostengono la richiesta di tale provvedimento e

la sede ove effettuarlo.

Aso procedura

Consultarsi sempre con lo psichiatra o il medico

del PS prima di definire la sede dell

Aso

La procedura è la stessa del Tso.

Ordinanza del Sindaco

Polizia municipale e personale sanitario

accompagnano la persona nel luogo stabilito per

la visita e deve assicurare la sua presenza fino al

termine della stessa

Aso: procedura

La legge prevede che l

Aso non possa avvenire

in regime di ricovero. Può essere effettato presso

il Pronto soccorso, il Centro di Salute Mentale,

Ambulatorio ecc.

L

esito dell

Aso può essere diverso: restituzione

al Medico di Medicina Generale, presa in cura al

CSM, il ricovero volontario, il Tso

L

esito dell

Aso va comunicato al Sindaco

Percorsi per Pz affetti da

Schizofrenia e d. Psicotici

Pz. gi

à in cura ha come riferimento CSM

Dalle 8

-

20 CSM. Presa carico T. intensiva

Dalle 20

- 8 Servizi di continuit

à

. La famiglia e

Servizi di Continuit à possono riferirsi ai servizi

psichiatrici attivi nelle 24 ore.

Pz. Non consenziente il medico del Servizio di

Continuit à potr à disporre ASO

Pz. con schizofrenia

Grave pericolo (suicidio ecc. ) 118

Aggressivit

à ecc. Forze dell

’ Ordine

Vantaggi del sistema: non stigma, punta sul

consenso e collaborazione

Limiti: di notte non assicura interventi

specialistici a domicilio. I servizi di continuit à e

118 possono sottovalutare l

’ urgenza psichiatrica

(valutazione epidemiologica)


PAGINE

48

PESO

325.94 KB

AUTORE

Teemo92

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in servizio sociale
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Teemo92 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Elementi di psicopatologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Marchesi Carlo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Elementi di psicopatologia

Disturbi del comportamento alimentare
Dispensa
Schizofrenia
Dispensa
Disturbi dell'umore
Dispensa
Disturbi della personalità
Dispensa