Medicina 2017: quali facoltà alternative scegliere se non passi il test

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

Le graduatorie del test di medicina 2017 saranno pubblicate il prossimo 3 ottobre e finalmente migliaia di studenti sapranno il loro destino: ammesso, prenotato, o in attesa? Di certo non sarà facile per tutti coloro che non riusciranno ad entrare al primo colpo, anche se suggeriamo di aspettare i successivi scorrimenti di graduatoria del test di medicina prima di darsi per vinti. Se tuttavia si dovesse comprendere di avere poche speranze, e si dovesse alla fine considerare un piano B, come muoversi? C'è chi tenta la strada del ricorso, qualora riscontri delle ingiustizie; c'è chi decide di passare l'anno a studiare per ritentare il prossimo settembre e chi, pur mirando al test 2018, si iscriverà in una facoltà alternativa, in un corso simile. Molti consigliano questa strada, per la possibilità di dare esami che potranno essere riconosciuti una volta passata la prova di ammissione, oltre che per l'opportunità di approfondire materie contenute nel questionario del test. Si, ma quale facoltà scegliere?

Le facoltà alternative a Medicina


Per quanto riguarda gli esami del primo anno di Medicina, le più simili sono Odontoiatria, Veterinaria, Biotecnologie, Farmacia e Scienze Biologiche. Tuttavia bisogna tenere presente che gli esami differiscono leggermente di università in università, quindi il consiglio è di verificare sempre i dettagli del piano di studio, sia per quanto riguarda i CFU assegnati per materia, sia per le eventuali propedeuticità, sia per le differenze tra i programmi.

Le materie in comune


Chimica, biologia e fisica sono le basi del piano di studi delle facoltà prese in esame: Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Biotecnologie, Farmacia e Scienze Biologiche. In più, quasi tutti questi corsi prevedono anche esami - al primo anno - di Statistica, Matematica e Anatomia. Quali sono quindi le più simili?

Come scegliere la facoltà di seconda scelta?


Dopo aver capito quale corso sia più vantaggioso frequentare per poter avere una seconda chance il prossimo anno, dovrai comunque tenere conto di altre considerazioni. Infatti, Odontoiatria e Veterinaria sono corsi a numero chiuso nazionale, il cui test è particolarmente selettivo per via dei pochi posti a disposizione. Per quanto riguarda le altre facoltà, invece, prevedono spesso un test di ingresso ma gestito a livello locale, e le graduatorie e i posti disponibili variano a seconda dell'ateneo. Questo ti dà la possibilità di tentare più sedi e ti fornisce quindi maggiori probabilità di riuscita. Una cosa però non devi mai dimenticare: anche se è una scelta di "ripiego" e - ti auguriamo - si tratta di un anno "di passaggio", è comunque un tempo piuttosto lungo, senza contare che potresti trovarti nella condizione di scegliere di proseguire questo differente percorso. Non mettere da parte quindi passioni e propensioni, e opta per il corso che - oltre ad avere esami in comune con Medicina - ti piace di più e che ti dà maggiori prospettive per il futuro.

Commenti
Consigliato per te
Entrare a Medicina: il segreto di chi ce l'ha fatta
Skuola | TV
Non perdere il prossimo appuntamento!

Nella prossima puntata della Skuola Tv potrebbe esserci una sorpresa per te! Curioso di sapere di cosa si tratta? Tieniti aggiornato sul nostro sito!

21 dicembre 2017 ore 18:30

Segui la diretta