Test Medicina, online la graduatoria nazionale

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

esce oggi 30 settembre 2013 la graduatoria nazionale

Croce e delizia per molti studenti che quest'anno hanno partecipato alla grande avventura dei test di ingresso per i corsi ad accesso programmato nazionale, ecco che finalmente esce la graduatoria sul sito del Miur proprio oggi 30 settembre. In realtà molti hanno un'idea su chi sarà escluso e chi potrà iscriversi all'università dei sogni già la settimana scorsa, basandosi sui risultati del test. Ma la graduatoria nazionale serve soprattutto a capire dove si è assegnati o prenotati tra le diverse preferenze segnalate al momento dell'iscrizione al test. Ma le sorprese non finiscono qui, perché con la crisi di governo alle porte, la cancellazione del bonus maturità potrebbe perdere di valore e rendere necessaria un'altra graduatoria, con enormi disagi per gli studenti.

ONLINE I RISULTATI, E TORNANO LE POLEMICHE - Come gli iscritti ai test già sapranno, per visualizzare la graduatoria nazionale che uscirà oggi online basterà connettersi al sito del Miur dedicato all'accesso programmato (www.accessoprogrammato.miur.it)intorno alle ore 11.00. Ma nel frattempo il governo sta attraversando ore turbolente e le associazioni studentesche come Rete della Conoscenza e Link avvertono che ci potrebbe essere il rischio che il DL sulla scuola non entri in vigore, reintroducendo il bonus maturità e rimescolando per l'ennesima volta le carte in tavola agli studenti già esausti per l'odissea dei test di quest'anno. In questo caso la graduatoria andrebbe rivista.Rete della Conoscenza sostiene che "migliaia di studentesse e studenti apprenderanno il proprio futuro da una semplice classifica che condizionerà le loro scelte di vita e il libero accesso all'università" e Alberto Campailla, Portavoce Nazionale di Link dichiara che "L'eventuale mancata conversione del c.d. "D.l. Istruzione e quindi l'automatica re-introduzione del Bonus di Maturità si aggiungerebbe ad una serie di errori macroscopici compiuti dal MIUR sulla pelle degli studenti."

LA GRADUATORIA NAZIONALE - Ma come funziona la graduatoria nazionale? E' semplice, uno studente può risultare Assegnato o Prenotato per una data sede universitaria. Ecco la differenza:
Lo studente ASSEGNATO rientra nei posti disponibili relativi alla prima preferenza utile e deve immatricolarsi presso la sede e il corso assegnato entro 4 giorni, esclusi sabato e festivi. In caso di ritardo, si perde il diritto all’immatricolazione e si viene esclusi dalla graduatoria.

Lo studente PRENOTATO invece non rientra nei posti disponibili relativi alla prima preferenza utile, risulta quindi prenotato su una scelta successiva. A quel punto può decidere se immatricolarsi all'Università di seconda scelta, sempre entro i canonici 4 giorni, oppure attendere che, finito il tempo utile per l'immatricolazione di coloro che lo precedono in graduatoria, alcuni posti nelle scelte preferite rimangano scoperti e subentrare.

CONTROLLARE OGNI 5 GIORNI - Ogni cinque giorni, quindi, la graduatoria verrà aggiornata tenendo conto degli studenti immatricolati nei vari atenei. Chi non risulti assegnato al primo scorrimento della graduatoria, deve controllarne costantemente l’aggiornamento per capire se aspettare ancora oppure immatricolarsi, in quanto risulta assegnato. Infatti se tutti i posti della prima preferenza utile espressa da un candidato prenotato vengono effettivamente occupati, al successivo scorrimento sarà assegnato sulla scelta successiva e si dovrà necessariamente immatricolare, pena l’esclusione dalla graduatoria.


SCEGLIERE BENE LE PREFERENZE - 
Chi il prossimo anno dovrà sostenere il test d’ingresso, farà bene ad indicare quante più preferenze possibili scegliendo attentamente l'Università di prima scelta e via via le altre possibili, secondo criteri logistici e territoriali. Infatti, se si sceglie di studiare in una certe sede, bisogna prevedere di rimanere lì 5 anni (per la laurea Magistrale) o anche 10 nel caso di Medicina, dove in genere alla laurea segue un percorso di specializzazione. Un ipotetico trasferimento da una sede ad un'altra è sempre molto difficile perché, essendo il corso di laurea a numero chiuso, si può aspirare al posteriore trasferimento in un'altra università solo prendendo il posto di qualcuno che rinunci. Per questo motivo è raro che ci siano posti liberi e normalmente questi superano abbondantemente le richieste.

E tu hai già controllato la graduatoria nazionale?

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta