Non prendere 2, datti al volontariato

Lo sai ke... andando volontario alle interrogazioni riduci il rischio di insufficienze?

E io lo dico a Skuola.net

offrirvi come volontari per l'interrogazione riduce il rischio insufficienza

A tutti gli studenti può capitare di avere una cosiddetta “giornata-no”, ad eccezione, forse, di alcuni secchioni incalliti. E' quella in cui aprire un libro equivale a scalare la vetta più alta del mondo con i piedi legati, e si possono impiegare anche pomeriggi interi per svolgere un' equazione di primo grado. E proprio quando decidete di chiudere i libri e sperare nella fortuna, ecco che la dea bendata vi tradisce: l’indomani, puntualmente, venite interrogati. Inutile a quel punto prendersela con l'ironia del fato o con la sadica mente della prof malvagia: per evitare di essere perseguitati dal 2 in pagella, basta scegliere un’elementare ma strategica mossa: il volontariato. Scegliete con cura la materia da affrontare l’indomani, studiando alla perfezione l’argomento del giorno. Giunta l’ora dell’interrogazione, anticipate la prof presentandovi come volontario: l’insegnante apprezzerà il vostro gesto, e ridurrete enormemente il rischio di antipatiche e poco gradite insufficienze. Nella maggior parte dei casi, avrete anche evitato, per quel giorno, l'interrogazione in eventuali altre materie insegnate dalla stessa prof. Affinché il metodo funzioni, dovete chiaramente ripetere la tecnica periodicamente e con costanza.

Margherita Paolini

Registrati via email
In evidenza