Cittadinanzattiva, scuole: è allarme sicurezza

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

 XII rapporto scuole di Cittadinanzattiva

REPORT – Le rilevazioni del XII Rapporto di Cittadinanzattiva sono state svolte su un campione di 213 edifici scolastici in 14 Regioni come Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. In tutto, sono oltre 70mila gli studenti iscritti nelle scuole monitorate e oltre 7mila i docenti. Tra questi, il 37% degli edifici è stato costruito tra il 1960 e il 1981.

RISCHI AMBIENTALI – Era il 2002 quando a San Giuliano di Puglia morirono 28 bambini schiacciati sotto le macerie e 9 gli studenti morti nel terribile terremoto di L’Aquila del 2009. Morti bianche della scuola, dovute a edifici costruiti in zone a rischio. Come stanno oggi le cose? Il 65% delle scuole sono situate in zona a rischio sismico: “54% - spiega Cittadinanzattiva - è il dato sul totale degli edifici scolastici pubblici, di cui 13.742, ossia il 30%, si trova nelle zone a rischio più elevato, le cd zone 1 e 2”. Il 24% in zona a rischio idrogeologico, il 7% in zona a rischio industriale, il 5% a rischio vulcanico, il 14% in zona a elevato inquinamento acustico; il 2% presenta amianto e radon.

MANUTENZIONE KO – Voti insufficienti: il 41% delle scuole ha uno stato di manutenzione mediocre o pessimo. Il 73% presenta lesioni strutturali per lo più sulla facciata esterna. Una su 4 presenta distacchi di intonaco nei corridoi, il 21% nelle mense e nei bagni e il 18% nelle aule. Locali fatiscenti: il 24% nei laboratori, il 20% nelle aule e nei bagni, il 19% nelle palestre e segreterie e il 15% nelle mense. “Di fronte alla richiesta di piccoli lavori di manutenzione – sottolinea Cittadinanzattiva - nel 15% dei casi l’ente proprietario non è mai intervenuto e nel 23% è intervenuto con molto ritardo. Nel caso di richiesta di lavori di manutenzione strutturale, ben più lunghi e onerosi, nel 29% delle situazioni l’ente non è intervenuto”.

SCUOLE INSICURE – In quasi una scuola su 4 mancano scale di sicurezza; solo il 48% presenta vetrate a norma; non ci sono porte con apertura antipanico nel 76% delle aule, nel 69% dei bagni, nel 63% delle aule computer, nel 61% dei laboratori, nel 38% delle mense e nel 36% delle palestre e anche nel 16% dei cortili dove saranno obbligatorie per legge. Ben 36 i crolli in un anno. E non sono solo numeri, visto che nell’ultimo anno sono stati 766 gli incidenti a studenti e personale scolastico, in 94 casi è stato chiesto l’intervento del 118, in 53 è stato disposto il trasferimento in ospedale.

PAROLA D’ORDINE VIGILARE – Occhi aperti a tutto quel che succede, soprattutto quando si lavora con bambini e adolescenti. E nella maggior parte delle scuole esiste una figura di riferimento per la vigilanza interna che, in oltre 3 scuole su 4, corrisponde ad un collaboratore scolastico. E’ ancora troppo presente però l’abitudine di lasciare i cancelli aperti durante le ore di lezioni: avviene nel 46% delle scuole. Quasi una scuola su due.

PERCORSI AD OSTACOLI – Il report dedica un’ampia attenzione alla presenza delle barriere architettoniche e dell’accessibilità nelle scuole. Una su quattro, ad esempio, è priva di posti per disabili nel cortile o nel parcheggio interno e quasi una su due non ne ha nemmeno nei pressi dell’edificio. Il 46% degli edifici dispone di un ascensore: guasto nel 20% dei casi e stretto nel 6%. Le barriere architettoniche sono presenti nel 29% delle aule, nel 28% dei laboratori, nel 21% degli ingressi, nel 20% delle palestre, nel 18% delle biblioteche, nell’11% delle mense e dei cortili. E i banchi? Non sono adatti o adattabili ad una carrozzina in quasi un’aula su due, nel 39% non sono installate attrezzature didattiche o tecnologiche per la partecipazione attiva degli studenti disabili. Più di un’aula pc su 3 non ha sussidi didattici adatti. Mancano bagni per disabili in una scuola su tre. A proposito di bagni, nel 40% sono sprovvisti di carta igienica, nel 44% del sapone, nel 66% di asciugamani e nel 46% di scopini per il wc.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta