Vandali e sciacalli in azione, scuole sotto attacco

Marcello G.
Di Marcello G.

vandali e sciacalli scuola terremoto acquasanta chivasso

Non si sono fatti attendere, anche se onestamente non ne sentivamo il bisogno. Neanche il tempo di far suonare la prima campanella che sono iniziate le "imprese" di vandali e sciacalli nelle scuole d’Italia. Da Nord a Sud nessun è escluso dal ritorno dei barbari. Chivasso e Acquasanta Terme sono solo gli ultimi pezzi del puzzle.

CHIVASSO: ALLAGANO SCUOLA E SI RIPRENDONO COL CELLULARE - Corridoi e aule allagate, banchi rovesciati, bestemmie e parolacce scritte sui muri: è lo scenario che si sono trovati davanti l'altra mattina bidelli e docenti della scuola “Demetrio Cosola” di Chivasso. Nella notte, qualcuno era entrato nell’istituto aprendo i manicotti antincendio e dando inizio al raid distruttivo. L’obiettivo, forse, era impedire la didattica nella scuola media, collocata al primo piano dell’edificio; il risultato, però è stato più “grande”: le infiltrazioni, oltre a rendere inagibili dieci classi e la mensa, hanno infatti rovinato anche i locali della scuola dell’infanzia, posizionata al piano terra. Fatto sta che oltre 300 alunni – dei 1400 totali ospitati tra asilo, elementari e medie - sono stati rimandati a casa e, almeno fino a lunedì, la scuola materna resterà chiusa per le verifiche tecniche del caso (la media riaprirà domani). Ma c’è di più, perché pare che la bravata sia stata ripresa con i cellulari e pubblicata sui social network: un eccesso di protagonismo che però potrebbe costar caro ai responsabili, un elemento su cui i Carabinieri stanno già lavorando per rintracciarli.

ACQUASANTA TERME: RUBATI I COMPUTER DONATI DOPO IL SISMA - Nelle stesse ore era il turno anche della scuola media “Nicola Amici” di Acquasanta Terme (in provincia di Ascoli Piceno), uno dei comuni colpiti dal sisma dello scorso 24 agosto. Dieci notebook, appena consegnati – sei inviati dal Miur e quattro acquistati grazie alle donazioni del post-terremoto – il bottino degli sciacalli che, durante la notte, si sono intrufolati nell’edificio e hanno portato via le uniche cose di valore che c’erano. I ladri hanno potuto agire indisturbati: l’edificio, infatti, non era ancora stato dotato di telecamere di sicurezza; ma nessuno immaginava che qualcuno avrebbe voluto infierire su ragazzi già sconvolti da un dramma del genere. "Sono indignato da questo atto di sciacallaggio infame – ha detto il sindaco di Acquasanta, Sante Stangoni - Noi stiamo lottando per non far morire il paese, ci giochiamo tutto ogni giorno, è in Italia c'è gente così, che non ha vergogna..."

UN FENOMENO SEMPRE PIU’ DILAGANTE - E poi ci sono i casi di Modena, Ostia, Palermo, Foggia ma la lista sarebbe lunghissima. In pochi giorni nessuna regione, nessun ordine e grado scolastico, sono stati risparmiati dalla follia e dalla malvagità. E siamo ancora all’inizio dell’anno.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta