Arriva la piattaforma digitale che fa arrivare la scuola a casa degli studenti con patologie croniche

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
tris.2 fondazione tim

L'Istituto delle Tecnologie Didattiche e ANP (Associazione nazionale dei dirigenti pubblici e delle alte professionalità della scuola) hanno presentato oggi a Roma TRIS.2, la prima piattaforma I-MOOC (Interactive Massive Online Open Course) (https://www.progetto-tris.it/index.php/imooc/) per la formazione online degli insegnanti nella gestione di una classe ibrida inclusiva, importante perché che dà la possibilità agli studenti che non possono andare a scuola per gravi problemi di salute di frequentare regolarmente le lezioni.

TRIS.2: come funziona

Il portale mette a disposizione di tutti gli insegnanti italiani un metodo che garantisce il diritto allo studio agli studenti che non possono prendere parte alla normale frequenza scolastica per gravi patologie, che non sono tuttavia coperte dal servizio di Istruzione Domiciliare, permettendo loro di interagire con la propria classe e prendere parte alle sue attività.
La sperimentazione del metodo TRIS (Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa) ha coinvolto 4 studenti homebound e 10 classi con oltre 150 alunni e 112 docenti, e si basa su metodi di didattica innovativa che prevedono un uso regolare delle risorse cloud per inserire l’alunno a distanza a tutti gli effetti nel gruppo della classe, attraverso l’utilizzo di tecnologie come pc con videocamera, smartphone, linea internet, in una logica di sostenibilità e accessibilità per tutti.

L’ I-MOOC TRIS.2 è stato testato da 60 docenti scelti tra i 700 che hanno risposto al bando aperto da ANP per far parte di questa importante sperimentazione. Si tratta di una piattaforma aperta e gratuita, da oggi accessibile a tutti gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, che potranno fruire di un corso interattivo, certificato con rilascio crediti, corredato di tutoring da parte dei ricercatori del CNR-ITD.
Attraverso interviste, storie, materiali multimedia e hypervideo interattivi, il fruitore dell’I-MOOC potrà esplorare in modo libero tutte le componenti che fanno parte del modello TRIS, personalizzando la propria modalità di navigazione dei contenuti.

L'I-MOOC di TRIS.2 si basa su un'architettura innovativa di CMS (Course Management System) multipiattaforma e tra circa un anno sarà corredato di un agente automatico di risposta (Chatbot) che, acquisendo e processando tutte le domande sollevate in fase di test e in questo primo anno di avvio, consentirà l’erogazione del corso con il tutoring di una intelligenza artificiale.

L'accordo con il Miur per l'inclusività

Nel corso della giornata è stato, inoltre, firmato un Accordo tra Fondazione TIM e il MIUR, che offrirà sostegno nel suo ruolo istituzionale e supporto per monitorare l’andamento dei risultati del progetto TRIS, favorire la collaborazione delle scuole per la realizzazione del censimento dei casi target in forma anonima e la mappatura delle pratiche didattiche attualmente in uso, diffondere il modello derivante dal progetto TRIS come possibile soluzione per gli studenti impossibilitati a frequentare la scuola per motivi di salute.
Skuola | TV
Federico Palmaroli ospite della Skuola Tv!

L'autore de 'Le migliori frasi di Osho' sarà di nuovo ospite della nostra videochat! Non perdere la puntata!

14 ottobre 2019 ore 17:45

Segui la diretta