Scuole tecnologiche, vince la Puglia

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

inchiesta sulla tecnologia nella scuola, puglia regione leader

La regione più tecnologica? La Puglia, leader in connettività wireless, dotazione di LIM e di computer. Ma in Italia le scuole totalmente coperte da connettività ad internet via Wi-Fi sono solo il 9,3% e ogni scuola ha in media 27 Pc e 1,34 LIM. Anche dove esistono le attrezzature, non sempre vengono utilizzate, soprattutto nel caso dei Pc: secondo l'indagine di Skuola.net, svolta sulla base del database messo a disposizione dal Miur nel progetto Open Data, il 39% degli studenti intervistati non ha mai utilizzato l’aula Pc l’anno scorso, nonostante la scuola ne fosse dotata. Va meglio per la LIM, usata quotidianamente da uno studente su cinque. L’indagine ha riguardato un campione di circa 33.000 sedi scolastiche che hanno comunicato al Ministero informazioni in merito alla propria dotazione tecnologia: Pc fissi e portatili, lavagne multimediali, copertura del Wi-Fi all’interno dell’edificio scolastico. I dati fanno riferimento all’ultimo aggiornamento disponibile della banca dati, dell' ottobre 2012.

WI-FI, LE PROMESSE NON MANTENUTE - Era il 9 Maggio 2011 quando gli allora ministri Brunetta e Gelmini annunciarono la partenza dell’Operazione Scuole in Wi-Fi, grazie alla quale “tutte le scuole che aderiscono al progetto Scuola Mia potranno avere una connessione Wi-Fi gratuita riservata alla didattica con punti di accesso in rete senza fili”. Ma dopo un anno, le scuole che possono vantare una copertura wireless in tutto l’istituto sono solo il 9,3% del totale. A sorpresa, le regioni in cui la tecnologia è più diffusa sono a Sud: Puglia, Molise, Sicilia, Campania e Sardegna occupano i primi cinque posti di questa classifica. La situazione peggiora invece in Liguria, Piemonte e Toscana.

CHI HA VISTO IL PC? - Anche i personal computer sono un mezzo fondamentale per infondere e diffondere la cultura digitale nei ragazzi di oggi. Ma quante scuole hanno a disposizione Pc, tra dispositivi fissi e portatili? La risposta non è scontata. La media nazionale è di 27,4 computer per ogni scuola, dai 17,2 dell’Abruzzo, la regione meno fornita, ai ben 39 della Puglia, leader di questa classifica. Le regioni migliori sono a seguire Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Lazio con una media di una trentina di Pc per scuola. Da ricordare che i dati di questa ricerca sono vecchi di un anno, ma si hanno seri dubbi che la situazione sia realmente cambiata in questi mesi. Il 12 Settembre del 2012, con un comunicato del Miur, l'allora ministro Profumo annunciava un “Un Pc in ogni classe di medie e superiori”, ma le recenti vicende del Mamiani ci fanno presupporre che un Pc in ogni classe sia ancora un miraggio: a metterci una toppa, forse, saranno chiamate in causa le famiglie che doneranno i loro vecchi computer. Non mancano infine le scuole dove gli studenti non vedranno mai un Pc, perché semplicemente non ce n’è nemmeno uno. Sono in media il 4,6% del totale. Vince la classifica dell’arretratezza, il Molise, dove sono addirittura l’8,4%, seguito da Sicilia, Calabria e Abruzzo. Al di là della valenza didattica, questo strumento sarebbe necessario anche per l’applicazione della norma sul registro elettronico.

LE LIM, MERCE RARA - Sono 1,34 le Lavagne Interattive Multimediali per ogni scuola su base nazionale. In pratica, ci sono scuole in cui ci sono LIM per ogni aula e altre in cui non ce n’è nessuna. Anche per questo aspetto la Puglia ha una marcia in più: qui le LIM sono 2,21 per scuola, contro le 1,77 di Lazio e le 1,68 della Sicilia. In coda alla classifica Friuli, Liguria e Piemonte, dove il valore medio scende intorno allo 0,8.

QUANTO SI USANO LE ATTREZZATURE - Gli strumenti informatici nelle scuole, quando esistono, vengono poi effettivamente utilizzati? E quanto? Nessun database può risolvere questo dubbio, per questo siete stati coinvolti voi studenti, tramite una ricerca online di Skuola.net, alla quale nel corso dell’a.s. 2012/2013 hanno partecipato oltre 2.000 alunni. Solo uno su dieci dichiara di utilizzare l’aula Pc almeno una volta al giorno durante l'attività didattica, mentre circa uno su tre lo fa almeno una volta a settimana e circa uno su cinque solo una volta al mese. In totale, il 39% degli intervistati dichiarano di non aver mai utilizzato l’aula Pc l’anno passato, nonostante la scuola ne fosse dotata. Meglio il fronte LIM: le lavagne interattive sono meno diffuse ma, quando presenti, più usate. Circa uno studente su cinque afferma che la Lavagna Multimediale viene usata quotidianamente e quasi altrettanti almeno una volta a settimana.

E la tua scuola ha in dotazione strumenti informatici?

Carla Ardizzone

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Adolescenti e relazioni malate

Quando un rapporto è malato? Quali sono i segnali che devono farti allarmare? Di questo e molto altro parlereno nella prossima puntata con il supporto di un sessuologo.

18 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta