15enne batte Twitter con la sua app

Studentessa si spoglia in biblioteca: il video finisce in rete

Un’idea geniale può renderti famoso. Uno studente australiano Ben Pasternak si è inventato una app tecnologica per iPhone che gli ha garantito successo e fama in poche settimane. Ben si è solo inventato un game che ha ottenuto in poche settimana più download di app come Vine e Twitter, per lui ora si apre un periodo di possibilità lavorative invidiabili.

L’APP DI SUCCESSO – Ben ha 15 anni, e fino a qualche settimana fa era solo uno studente, ma oggi è diventato un piccolo imprenditore. Grazie ad Impossible Rush, una app di sua creazione, ha scavalcato Vine e Twitter per numero di download sull’Apple Store. La storia di questo intraprendente ragazzo parte dalla periferia est di Sydney, da qui insieme ad un suo amico di Chicago, Austin Valleskey, hanno ideato un game per allenare la mente, e lo hanno fatto perché si annoiavano a scuola. Nel giro di poche settimane la loro creazione tech ha scalato le classifiche delle app più scaricate.

Guarda l'intervista a Ben Pasternak

L’APP COME FUNZIONA – Impossible Rush è un piccolo gioco virale che tiene incollati occhi e mente. Lo scopo per ottenere punti è associare i colori. La schermata principale è composta da un quadrante con quattro facce colorate, sopra il quadrato c’è una pallina, da associare a uno degli spicchi attraverso la rotazione. Molto semplice insomma, come l’idea che ha fatto schizzare alle stelle le classifiche dell’Apple Store.

IL FUTURO DI BEN – Nessuno alla Apple avrebbe puntato su un gioco inventato da un quindicenne, eppure Ben ha stravolto le aspettative. Il ragazzo per ora non è interessato ai soldi, ha infatti venduto la sua app ad un amico di New York per 200 dollari, quello che gli interessa è creare app che possano rendere più semplice la vita alle persone. La sua prossima mossa è quella di proporsi ai big della Silcon Valley per richiedere uno stage .

Commenti
Skuola | TV
Adolescenti e relazioni malate

Quando un rapporto è malato? Quali sono i segnali che devono farti allarmare? Di questo e molto altro parlereno nella prossima puntata con il supporto di un sessuologo.

18 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta