Seconda prova 2013: la Maturità del fare

ecco come è andata la seconda prova della Maturità 2013

Niente più sorprese in stile Magris, per gli studenti. La seconda prova di oggi è stata colta positivamente dai ragazzi, la maggioranza dei quali l'ha giudicata quanto meno "fattibile": 1 su 3 l'ha trovata in linea con le proprie aspettative, mentre 1 su 5 addirittura più facile.

NON S'E' FATTO TUTTO A SCUOLA! - L'allarme scattato ieri per gli argomenti inseriti nella maturità senza che fossero presenti nel programma scolastico è fortunatamente rientrato. Solo il 17% di voi ha denunciato una totale differenza tra gli argomenti della prova e quelli del programma svolto durante l'anno. Al contrario, quasi la metà dei ragazzi, il 40%, ha trovato le tracce del suo secondo giorno di esame del tutto coerenti col programma, mentre per quasi altrettanti lo erano solo in parte.

COMMENTI CALDI SULLE TRACCE - Donato Ciampa, nostro tutor di matematica, commenta così le proposte ministeriali per il liceo scientifico: "Le tracce sembrano abbastanza abbordabili, nel senso che le richieste dei problemi e di buona parte dei quesiti si basano fondamentalmente su argomenti di analisi e quindi del programma di studio dell'ultimo anno. Ci sono alcuni riferimenti ad argomenti di probabilità, geometria e un paio di domande di carattere teorico, ma anche per queste, non vedo grosse difficoltà essendo, bene o male, argomenti di base che dovrebbero costituire le conoscenze specifiche di uno studente". Carla Ardizzone, tutor di latino, "gli studenti di quest'anno sono stati fortunati", dice," la versione è fattibilissima." Ma su Twitter, invece, i ragazzi si scatenano: ‏@_ChiaraV_ 21s dice "voglio sapere chi ha formulato le tracce di #pedagogia per la #secondaprova, ed insultarlo!" e anche @Bianca Uberti non è contenta e cinguetta "Seconda davvero brutta -.- Informatica ti odio". E c'è chi sul Social Network sceglie di salutare per sempre le materie odiate: ‏@YueKono scrive "Uscita dalla #secondaprova. Addio matematica, non ti scriverò mai più".

QUANTI "COPIONI" - Aumenta rispetto a ieri il numero di studenti che dichiarano d'aver copiato: oggi ben 1 su 3. Di questi, solo il 5% s'è connesso al web con i propri dispositivi mobile, mentre ben maggiori sono stati coloro che hanno sbirciato i bigliettini (11%) e che hanno copiato o fatto copiare i propri vicini di posto (18%). La Provincia che ha copiato di più da cellulare è quella di Milano, seguita da Roma, Bari, Napoli, Genova e Palermo.

LO ZAMPINO DEL NUOVO MINISTRO - Si vocifera che il nuovo Ministro Carrozza abbia contribuito in gran parte alla scelta delle tracce delle prove, per questo la prima prova di italiano presentava tanti accenni all'attualità recente e qualche spunto che sembra provenire dal nuovo indirizzo di governo: ad esempio, per quanto riguarda la traccia di scienze sociali, Skuola.net ha dichiarato che "si tratta di una traccia che mette in evidenza che la Crisi, dal 2008 ad oggi, ha indotto a livello mondiale un taglio dei fondi al sistema di Istruzione, con la conseguenze che in futuro i cittadini saranno docili macchine anziché cittadini a pieno titolo. Ai candidati si chiede di commentare questo passo tratto dal libro "Non per il Profitto" di Marta C. Nussbaum, edito nel 2011. Anche in questo caso, una traccia di strettissima attualità anche alla luce delle recenti dichiarazioni del Ministro e delle sue paventate dimissioni".

LA "MATURITA' DEL FARE" - Quella di quest'anno è stata la Maturità del “Fare”, dato che la maggior parte degli studenti ha giudicato le tracce ministeriali fattibili. Ma proprio "del fare" abbiamo deciso di definire questa Maturità, poichè chiedeva ai maturandi di mettersi alla prova con richieste molto pratiche. Questo, infatti, si legge tra i primi commenti di Skuola.net: “Il governo del fare produce la Maturità del fare. La traccia di informatica per gli aspiranti periti informatici chiede loro della progettazione di un sistema di biglietteria online per un grande museo”. Nonostante le numerose fotografie giunte dalle scuole e caricate in Rete a tempo di record, la percentuale di studenti che stamattina ha utilizzato il telefonino per copiare resta comunque bassa, pari al 5”.

TUTTA COLPA DI ADE - Come ieri, anche oggi il gran caldo sembra aver condizionato la performance degli studenti. Infatti, la metà degli studenti ritiene che il clima abbia condizionato negativamente la sua perfomance. Un po’ meglio rispetto a ieri, quando il 60% dei votanti attribuiva all’anticiclone Ade la colpa di una prestazione sotto le attese. Anche su twitter i ragazzi si lamentano delle condizioni climatiche, ad esempio ‏@__MoreThanThis_ twitta "Io sono uscita all' una e 36 e sono arrivata a casa adesso..oggi faceva piu caldo di ieri e non so come ho fatto a fare 2 temi".

Commenti
Consigliato per te
I Licei Classici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta