Vinci una scuola tecnologica, gioca alla lotteria

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto scuola tecnologica grazie alla lotteria

Giocare non è sempre necessariamente un male. A volte può persino aiutare la scuola. Questo è quello che deve aver pensato il comitato genitori dell’I.C. “Rapallo” di Genova che, per far fronte alle carenze dell’istituto, ha messo in piedi una vera e propria lotteria. I ricavi di “Un euro per il futuro”, questo il nome dell’iniziativa, sono stati utilizzati per rendere la scuola tecnologica e per migliorare la sua struttura grazie all’acquisto di arredamenti e pitture.

TUTTI A GIOCARE PER LA SCUOLA - 8345 biglietti venduti al prezzo irrisorio di un euro. “La lotteria è stata un vero successo” commenta Hubert Smadja, vicepresidente del comitato genitori che continua: “Si sa, inizialmente tutti chiedono soldi in ogni angolo. Ma quando poi si parla bene con i genitori, si spiegano i motivi dell’iniziativa, tutti ti vengono incontro”. Insomma, l’idea di dar vita ad una lotteria per raccogliere fondi da destinare all’acquisto di materiali per la scuola è stata accolta bene immediatamente da tutti, in primis dal dirigente scolastico, il professor Giacomo Daneri.

PIU’ DI 100 PREMI PER LA SCUOLA DEL FUTURO - Tutto ha preso vita in pochi mesi. A febbraio è nata l’idea, poi il giro per gli esercizi commerciali per chiedere di mettere a disposizione i premi per la lotteria. “Forse qui abbiamo trovato un po’ di difficoltà – racconta Smadja – nel senso che le nostre richieste sembravano spiazzare i commercianti. ‘Ma che cosa dobbiamo regalarvi?’ ci chiedevano. Poi quando gli abbiamo spiegato che potevano donare quello che volevano e che era nelle loro possibilità, tutti sono stati disponibilissimi. Così i premi della lotteria, 106 in tutto, variavano da tablet del valore di 300 euro fino ad una colazione in un bar”. Tutto per aiutare la scuola.

SCUOLA TECNOLOGICA

GRAZIE ALLA LOTTERIA - A giugno c’è stata l’estrazione che ha permesso l’acquisto delle attrezzature che sono state comprate dopo aver individuato le carenze della scuola insieme al dirigente scolastico. Ben 8345 euro di ricavato hanno fatto sì che gli studenti dell’I. C. “Rapallo” ora possano godere di cinque PC completi, due Tv LCD da 32 e 39 pollici, materiale di arredamento e scaffalature per l’aula di sostegno e quella d’arte, pitture per i corridoi e uno switch ethernet per l’aula informatica.


MENO MALE CHE CI SONO MAMMA E PAPÀ - Insomma, lì dove lo Stato non riesce ad arrivare, arrivano sempre i genitori, quelli con le idee veramente buone. Questa in particolare è nata dalla mente di un papà, Marco Oliviero, presidente dimissionario del comitato genitori dell’I. C. “Rapallo” che Smadja ringrazia: “Lui è stato il motore dell’iniziativa”. Iniziativa che ha reso la scuola un po’ più innovativa e gli studenti un po’ più contenti.

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta