Sciopero trasporti 26 ottobre Milano e Roma: orari e fasce di garanzia

Marcello G.
Di Marcello G.

Una giornata da bollino rosso. Non stiamo parlando delle partenze per le vacanze (anche perché siamo fuori periodo) ma del 26 ottobre: il giorno dello sciopero generale. La pubblica amministrazione si astiene in blocco dal lavoro. Ma non solo: sono molti altri (anche nel privato) i dipendenti che incroceranno le braccia, spesso in settori chiave: scuola, sanità, trasporti. Problemi all’orizzonte, dunque, per chi dovrà prendere i mezzi pubblici; soprattutto nelle grandi città. Proprio i trasporti sono quelli che preoccupano di più. A scioperare saranno le seguenti sigle sindacali: SIAL Cobas, CUB (Confederazione Unitaria di Base), SGB (Sindacato Generale di Base). Ecco, perciò, un breve quadro di come si articolerà il servizio nel corso delle 24 ore.

Roma: 24 ore di sciopero ma servizio garantito la mattina e il pomeriggio

Iniziamo dal trasporto locale. A Roma, l’ATAC ha comunicato che lo sciopero – come spesso accade – andrà in scena per l’intera giornata (dalla mezzanotte del 26 ottobre a quella del 27 ottobre) e interesserà tutte le linee di superficie (bus e tram) nonché le tre linee (A,B,C) della metropolitana. Inoltre, si fermeranno anche le linee ferroviarie Termini-Centocelle, Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo. L’agitazione riguarderà pure le linee periferiche gestite da Roma Tpl. Ovviamente, verranno rispettate le fasce di garanzia: il servizio, perciò, sarà regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Negli stessi orari sarà in sciopero anche COTRAL (che gestisce il servizio nell’intera regione Lazio).

A Milano cambiano le fasce di garanzia

Situazione simile, ma con modalità leggermente diverse rispetto alla Capitale, nell’altro grande centro urbano interessato dallo sciopero: Milano. Sul sito dell’ATM si legge che lo sciopero avrà inizio alle 8.45 e verrà sospeso alle 15, ma riprenderà alle 18 per continuare fino alla fine della giornata. Ogni città, infatti, può decidere in autonomia le fasce di garanzia: il consiglio è di consultare il sito web dell’azienda dei trasporti delle singole città per verificare gli orari in cui il servizio sarà sospeso.


Anche treni e arei coinvolti dallo sciopero

Ma non c’è solo il trasporto locale a rendere complicati gli spostamenti. Anche i treni a medio e lungo raggio e i voli saranno coinvolti nello sciopero. Per quanto riguarda i treni, l’agitazione inizierà alle ore 21 del 25 ottobre per terminare 24 ore dopo (alle 21 del 26 ottobre). In questa finestra potrebbero dunque saltare alcune corse sia di Trenitalia che di Italo (sui rispettivi siti c’è il piano di trasporti per la lunga percorrenza). Passando alla circolazione locale, Trenord ha comunicato che giovedì 25 ottobre viaggeranno regolarmente i treni con partenza prevista prima delle ore 21.00 e con arrivo previsto entro le ore 22.00. Venerdì 26, invece, viaggeranno i treni che rientrano nella fascia di garanzia (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21). Uguali le fasce di garanzia per i treni regionali di Trenitalia. Infine, per il trasporto aereo, lo sciopero inizierà a mezzanotte del 26 ottobre e terminerà alle 23.59 del giorno stesso, ma coinvolgerà solo il personale degli aeroporti di Milano (Malpensa e Linate) e Bologna.
Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta