Annuncia sbornia su Facebook, poi muore

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

diciannovenne annuncia sbornia su facebook e poche ore dopo muore

L’ennesimo esempio di momento di festa trasformato in tragedia. Alessio Corbetta è il nome del giovane di Sparone, piccolo comune in provincia di Torino, che ieri mattina è stato trovato morto in casa di amici. Diciannove anni spezzati con molta probabilità da un malore. Il pomeriggio prima del decesso l’annuncio su Facebook da parte del ragazzo, carico di entusiasmo, della sbornia programmata insieme agli amici.

ANNUNCIA LA SBORNIA SU FB - Una festa in Paese l’occasione per divertirsi insieme alla propria comitiva tra scherzi, risate e tanto alcool da bere in compagnia. Alessio Corbetta aveva addirittura preannunciato su Facebook, poche ore prima di andare a far baldoria, l’intenzione risoluta di “riempirsi di alcool” e “far saltare in aria Chironio”. Dalla sua battuta scaturisce un tam-tam di commenti di altri compagni che aderiscono all’iniziativa del diciannovenne. C’è qualcuno che non potendo essere presente alla festa, chiede ai fortunati di bere anche per lui. Qualcun altro che, invece, si dichiara addirittura già ubriaco. L’entusiasmo è alle stelle e nessuno può immaginare i risvolti negativi del programma ben pianificato.

COSA ACCADE - Non basta la festa in Paese a placare gli animi dei giovani che decidono di proseguire la nottata a casa di uno di loro. Poi la sbornia e la stanchezza prendono il sopravvento e i ragazzi si addormentano. Ma per Alessio Corbetta non c’è risveglio. Così, quando nella mattina di ieri, i suoi amici trovano il ragazzo disteso sul letto privo di sensi allarmano immediatamente il 118 che, giunto sul posto, non può far nulla in quanto il diciannovenne è già deceduto. Si è trattato, secondo i primi accertamenti, di un malore causato dall’alcool o da una congestione. Esclusa la pista della morte violenta. L’autopsia, disposta dai magistrati, farà ulteriormente chiarezza.

IL SALUTO DEGLI AMICI SU FB - E di nuovo il social network più amato dai giovani diventa teatro degli ultimi saluti rivolti da amici, coetanei e conoscenti ad Alessio. Lo ricordano come un ragazzo allegro e scherzoso. Alcuni tra coloro che avevano trascorso la sera della festa in paese insieme a lui esprimono incredulità. Eppure ancora una volta l’epilogo tragico di una vicenda comune poteva in realtà essere evitato. Gli effetti disastrosi dell’alcool sono nella quotidianità sotto gli occhi di tutti. Purtroppo spesso, a causa della giovane età, per spavalderia o semplicemente per goliardia si pensa di essere invincibili, e si commette l’errore di non riflettere. La vita, però, è un’altra cosa.

Hai mai partecipato ad una festa in cui si è abusato di alcolici?

Margherita Paolini

Commenti
Consigliato per te
Colloqui genitori - professori: 5 regole per sopravvivere
Skuola | TV
Non perdere il prossimo appuntamento!

Nella prossima puntata della Skuola Tv potrebbe esserci una sorpresa per te! Curioso di sapere di cosa si tratta? Tieniti aggiornato sul nostro sito!

21 dicembre 2017 ore 18:30

Segui la diretta