Rientro a scuola 2020, come sarà a settembre: tutto sulle linee guida

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
rientro a scuola settembre 2020

Agosto sta finendo e con la sua fine si avvicina inevitabilmente il ritorno a scuola degli studenti di tutta Italia. Settembre infatti sarà un mese molto importante: i ragazzi potranno finalmente ritornare tra i banchi dopo la brusca chiusura delle scuole avvenuta all’inizio dell’anno e dovuta al Covid-19. Ma come sarà questo rientro in aula? Molto si è dibattuto in proposito, soprattutto sulle procedure da adottare per poter garantire la sicurezza di tutti, e molto ancora si sta dibattendo in queste ore proprio in vista della nuova ondata di contagi che sta arrivando dopo le vacanze estive.
Ecco perché noi di Skuola.net ci teniamo a fare chiarezza riportando le linee guida rilasciate dal Ministero dell’Istruzione.




Ritorno a scuola a settembre 2020: il protocollo da seguire


È datato 6 agosto 2020 il Protocollo di sicurezza per la ripresa delle scuole a settembre, sottoscritto dal Ministero dell’Istruzione con le Organizzazioni sindacali. Nelle nota pubblicata sul sito del Ministero dell’Istruzione si leggono anche le incoraggianti parole della Ministra Lucia Azzolina, che ha dichiarato in merito: “Si tratta di un accordo importante che contiene le misure da adottare per garantire la tutela della salute di studentesse, studenti e personale, ma anche impegni che guardano al futuro e al miglioramento della scuola come il contrasto delle cosiddette classi ‘pollaio’, una battaglia che porto avanti da tempo e che rappresenta una priorità.



L’help desk per il rientro a scuola degli studenti


Una delle novità più importanti contenute nel documento riguarda il cosiddetto help desk: ovvero un numero verde che sarà attivo per le scuole per raccogliere quesiti e segnalazioni sull’applicazione delle misure di sicurezza, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. E anche su questo è tornata ad esprimersi la Ministra Azzolina, affermando che: “Ritengo particolarmente importante l’help desk che sarà attivato a supporto degli istituti. È la dimostrazione che non vogliamo lasciare sole le scuole. Che saremo al loro fianco in ogni momento supportandole in caso di difficoltà, così come abbiamo già fatto durante gli Esami di Stato”. Ad accompagnare l’help desk ci sarà, poi, un Tavolo nazionale permanente composto da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e del Ministero della Salute, delle Organizzazioni sindacali firmatarie del Protocollo per gestire le criticità e monitorare l’andamento della situazione. In parallelo, ci saranno Tavoli di monitoraggio anche presso gli Uffici Scolastici Regionali. Le scuole saranno supportate dal Ministero nella gestione delle risorse legate all’emergenza con un’apposita assistenza amministrativa.

Le linee guida rilasciate dal Ministero dell’Istruzione per settembre 2020


Nelle linee guida sono inoltre presenti diversi dettami che le istituzioni scolastiche, con l’ausilio delle famiglie, dovranno rispettare durante questi mesi di ritorno in classe. Uno su tutti prevede che “con la febbre si resta a casa”. Infatti il documento ribadisce l’obbligo di rimanere a casa in presenza di temperatura oltre i 37,5° o altri sintomi influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria. E sottolinea il divieto di permanere nei locali scolastici nel caso in cui, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo. Inoltre è ribadito l’obbligo di rispettare le disposizioni di sicurezza, come il distanziamento fisico di un metro e le regole di igiene.

Settembre 2020: ingresso, uscita e igienizzazione


All’interno del protocollo sono poi presenti le norme per l’amministrazione delle entrate e dell’uscita dai plessi scolastici: importantissimi gli ingressi e le uscite differenziati. Sarà inoltre limitato l’accesso a visitatori ed esterni. In aggiunta a ciò, una menzione speciale è dedicata alle pulizie e alle igienizzazioni degli spazi. Infatti sarà necessario assicurare la pulizia giornaliera e l’igienizzazione periodica di tutti gli ambienti, predisponendo un cronoprogramma ben definito. Inoltre sarà obbligatorio per chiunque entri negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e utilizzare le mascherine. Il Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza (CTS) si esprimerà a breve sull’obbligo di utilizzo di mascherina da parte degli studenti con età superiore a 6 anni. Invece, per chi ha meno di 6 anni è già previsto che non si debba utilizzarla.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta