Scuola a settembre, plexiglass e visiere in classe?

plexiglass scuola a settembre

La parola d’ordine che sembra essere predominante all’interno delle discussioni sul rientro a scuola è “sicurezza”, soprattutto nella giornata di ieri, durante l’incontro, presieduto dal Presidente del Consiglio Conte, al quale hanno partecipato ben 53 esperti in vari ambiti, da Ministri a tecnici, riuniti per parlare proprio della scuola.
La riapertura degli istituti scolastici a settembre è un progetto sempre più concreto che il Governo è deciso a portare a termine: ma in che modalità sarà possibile far tornare i ragazzi nelle classi? Scopriamolo.


Il plexiglass tra i banchi: la proposta

Sicuramente una delle notizie che ha fatto più discutere in queste ore è quella riguardante il plexiglass tra i banchi per favorire il distanziamento sociale, senza obbligare, soprattutto i ragazzi più piccoli, ad usare tutto il giorno la mascherina in aula da settembre in poi. Come riportato da La Stampa, il Governo ha già iniziato a stanziare fondi per la scuola che serviranno a far avere il necessario a tutte le strutture scolastiche quando le porte si apriranno di nuovo, e infatti la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha dichiarato: “Stiamo mobilitando risorse per oltre 4 miliardi di euro e ci sarà subito un nuovo stanziamento di altri 330 milioni per l'edilizia scolastica leggera”.


Stop alla didattica a distanza: da settembre in classe con le visiere

Nessun ripensamento sull’operato degli ultimi mesi, infatti il Premier ha fatto sapere che: “siamo stati costretti a chiudere la scuola, ma abbiamo tratto una lezione. Siamo stati costretti alla didattica a distanza. Ho sempre avvertito preoccupazione per chi non poteva accedervi. C’è il tema del divario digitale. - e successivamente introduce il discorso del rientro di settembre - Col nuovo anno scolastico l'obiettivo è tornare a scuola in piena sicurezza. La didattica a distanza può essere un'opportunità in più per potenziare offerta didattica, ma certo dobbiamo ritornare in presenza”. In completo accordo con la Ministra Azzolina, che ha aggiunto: “L'obiettivo è portare tutti a scuola in presenza. Con particolare attenzione ai più piccoli che hanno sofferto maggiormente in questo periodo”. Ed è dunque proprio la Azzolina che ha iniziato a spiegare che linea si seguirà con l’inizio del nuovo anno scolastico 2020/2021: “sarà un piano su più livelli che seguirà l’andamento del rischio di contagio. Siamo tutti d'accordo che l’obiettivo di riapertura a settembre è complesso ma raggiungibile se ci mettiamo tutti attorno a tavolo. Lavoriamo tutti, ciascuno per la propria parte, il Paese si aspetta da noi che i ragazzi a settembre tornino a scuola”.
Inoltre la Ministra ha aggiunto, oltre alla proposta del plexiglass come divisorio tra gli alunni, “ci sarà possibilità di usare le visiera anche per andare incontro alle esigenze di studenti con difficoltà respiratorie e ipoacusici”.
Skuola | TV
Digital Open Day con NABA: “Moda, design, comunicazione e arti visive. Passioni che danno un futuro?”

La situazione attuale ha impedito lo svolgimento dei classici open day a cui gli studenti erano abituati per orientarsi e conoscere le realtà accademiche a cui erano interessati. Skuola.net porta quindi l’orientamento universitario direttamente sui device degli studenti. In questa puntata della Skuola Tv saremo in compagnia di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti.

6 luglio 2020 ore 15:00

Segui la diretta