Didattica a Distanza, in arrivo 400 milioni per la banda larga a scuola (e a casa)

Marcello G.
Di Marcello G.
banda ultra larga scuole

Il Governo italiano accelera sulla digitalizzazione del Paese. Scuola compresa. Dopo aver pensato a studenti e docenti – con i Fondi dedicati all'acquisto di dispositivi e connessioni per potenziare la didattica a distanza – ora si pensa alle strutture in cui presto torneranno i ragazzi e i loro insegnanti. Portare la banda ultralarga nel maggior numero di istituti: è questo l'obiettivo del Piano Scuola appena approvato dal Comitato nazionale per la Banda Ultralarga, alla presenza della ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina.
Per raggiungerlo sono stati stanziati oltre 400 milioni di euro (per la precisione, 400.430.897 euro).

Leggi anche:

Connessioni veloci in 8 scuole su 10

Questi soldi serviranno a garantire rapidamente una connessione veloce (1 Gbit con 100 Mbits di banda garantita) a un totale di 32.213 edifici – di primo e secondo ciclo – che corrispondono all'81,4% dei plessi scolastici presenti sul territorio. Coprendo i costi strutturali per portare fisicamente la banda ultralarga nelle classi e assicurando il pagamento dei costi di connettività per i prossimi 5 anni. "L'approvazione del Piano rappresenta un'importante accelerazione - sottolinea la Ministra Azzolina - Abbiamo aumentato gli investimenti previsti portandoli dagli iniziali 200 milioni a oltre 400. Li abbiamo raddoppiati. Con i fondi aggiuntivi delle Regioni e altre economie di spesa puntiamo a raggiungere progressivamente il 100% degli edifici scolastici”.




Fino a 500 euro per computer e abbonamenti

Ma il Piano non si limita a dare una spinta allo sviluppo di una didattica in presenza sempre più innovativa. Prosegue anche nel sostegno alle famiglie, visto che in futuro la scuola a distanza potrebbe diventare, in caso di necessità, una valida alternativa a quella tradizionale. Ai 150 milioni di euro complessivi – tra Fondi statali ed europei – stanziati per arricchire la dotazione tecnologica delle scuole (da girare soprattutto agli studenti più bisognosi) si aggiungono ora dei voucher messi in mano direttamente alle famiglie: fino a 500 euro di contributo (assegnati a chi ha un Isee - Indicatore della situazione economica equivalente – inferiore ai 20mila euro) per l'acquisto di tablet e pc o per avere connessioni più veloci.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata

Curioso di conoscere l'argomento della prossima videochat? Per scoprirlo non ti resta che seguirci!

3 giugno 2020 ore 16:00

Segui la diretta