Iscrizioni superiori 2019/20: Liceo Classico o Liceo Linguistico? Come scegliere

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri


Gennaio per gli studenti di terza media rappresenta il mese decisivo per orientare la continuazione del proprio percorso di studi, e quindi anche del proprio futuro.
È dunque anche il mese dell’indecisione e delle incertezze motivate dalla paura di sbagliare scelta. Se ad esempio siete convinti di voler andare al Liceo ma tra Classico e Linguistico non sapete proprio decidervi, allora forse troverete utile questo articolo in cui vi spiegherò le differenze fra queste due scuole.
Per prima cosa dovete chiedervi quali fra le materie studiate nell’una e nell’altra scuola vi interessano di più e poi cosa volete fare dopo aver preso la maturità.
Vediamo di rispondere insieme a questi due quesiti, in modo da fare chiarezza su dove è meglio orientare la propria scelta in vista delle iscrizioni scolastiche 2019/20.

Quali materie si studiano nel Liceo Classico?

Si sa che il Liceo Classico è la scuola dove per antonomasia si studiano in modo approfondito tutte quelle materie di impronta letteraria e più in generale ‘umanistica’. Mi riferisco proprio alle tre discipline di indirizzo che insieme all’italiano, sono anche il latino e il greco, le due lingue classiche per eccellenza.
La difficoltà iniziale è dunque molta se pensiamo che ad eccezione dell’italiano, lo studio del latino e del greco è generalmente del tutto nuovo e sconosciuto per gli studenti iscritti al primo anno (ormai infatti, a differenza del passato, lo studio del latino è quasi del tutto scomparso dalle scuole medie).
Inoltre, mentre nel biennio l’approccio alle due lingue è per lo più grammaticale e sintattico con l’obiettivo di permettere l'acquisizione delle strutture necessarie per capire i testi ed elaborare poi le traduzioni, dal terzo anno in poi invece i testi in lingua (anche per l'italiano) saranno affiancati e potenziati dallo studio della letteratura ad essi correlata.
Accanto alle tre materie di indirizzo che detengono il maggior numero di ore settimanali (e quindi annuali) per tutto il ciclo completo dei cinque anni, si accostano quelle comuni a tutte le altre scuole, in modo da fornire un’offerta formativa abbastanza completa per il quadro disciplinare: Lingua e cultura straniera (inglese), matematica (con informatica al primo biennio), fisica (dal terzo anno in poi), storia, filosofia (dal terzo anno in poi), scienze motorie, storia dell’arte (dal terzo anno in poi), scienze naturali (biologia, chimica, scienze della Terra).

Quali materie si studiano nel Liceo Linguistico?

Come suggerisce il nome di questa tipologia di scuola, le materie di indirizzo in questo caso saranno quelle attinenti allo studio e all’acquisizione delle lingue straniere, sempre nel costante mantenimento di un’ottica necessariamente interculturale.
Nel Liceo Linguistico è previsto infatti l’insegnamento, lungo tutto il ciclo di studi completo, di ben tre lingue e culture straniere, potenziate dal 33 ore annuali di conversazione con un docente madrelingua.
Il percorso è finalizzato infatti, come si legge sul sito del Miur, allo “sviluppo di competenze in tre lingue straniere con il raggiungimento del livello di padronanza almeno del livello B2 del ‘Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue’ per la Lingua e Cultura 1 e del livello di padronanza almeno del livello B1 per la Lingua e Cultura 2 e 3”.
Come di consueto per il discorso pertinente alla formazione offerta dai Licei che mira ad essere il più ampia e completa possibile, anche in questo caso alle materie di indirizzo riguardanti le lingue straniere (studiate anch’esse sia nella grammatica che nella letteratura), si aggiungono le altre tradizionali e diverse discipline: italiano, matematica (con informatica al primo biennio), lingua latina (che si abbandona dopo il primo biennio), fisica (dal terzo anno in poi), storia, filosofia (dal terzo anno in poi), scienze motorie, storia dell’arte (dal terzo anno in poi), scienze naturali (dal terzo anno: biologia, chimica, scienze della Terra).


Cosa fare dopo il Liceo Classico?

Quello è consigliabile dopo gli studi classici è sicuramente l’iscrizione all’Università che ne garantisca una prosecuzione e un approfondimento più consapevole su un determinato campo di studio.
Ciò non significa certo che ci si debba per forza iscrivere alla facoltà di Lettere e Filosofia o che non si possa invece decidere di precipitarsi nel mondo del lavoro. È bene ricordare che si può e anzi, si deve fare sempre quello che si vuole con la consapevolezza però delle difficoltà oggettive a cui si potrebbe andare incontro se ad esempio volessimo cercare lavoro con un diploma di tipo liceale (di qualsiasi tipo si tratti).
Questo titolo di studio infatti non è rivolto all’acquisizione di competenze di tipo pratico, finalizzate all’inserimento immediato e diretto nel mondo del lavoro ma rappresenta invece il risultato di un’impostazione teorica e preparatoria agli studi universitari. Per questo motivo, una volta raggiunta la Maturità, si può liberamente decidere di trovare un’occupazione, ricordando però che la strada per raggiungere questo obiettivo sarà più difficile che in altri tipologie di scuole.
Se invece si è intenzionati a proseguire il proprio percorso, è possibile iscriversi a qualsiasi tipo di facoltà senza mai rinunciare ai propri interessi, ai propri sogni e alle proprie ambizioni lavorative.
La formazione liceale cerca di essere il più completa e ampia possibile proprio per lasciare ad ogni studente la libertà di proseguire gli studi presso la facoltà universitaria che più si desidera.
Per ciò che riguarda la maturità classica, ricordiamo che l’iscrizione a facoltà di impianto specificatamente scientifico come matematica, fisica, ingegneria e affini potrebbe risultare più difficoltosa rispetto alla formazione offerta da altri indirizzi liceali (come lo scientifico).
Gli studenti troveranno magari più semplici (perché in linea con l’indirizzo di studio classico), invece tutti gli indirizzi di impianto umanistico come lettere, filosofia, linguistica, archeologia, filologia, lettere antiche, lettere moderne, scienze della formazione, scienze dei beni culturali, scienze della comunicazione, Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (DAMS) ecc.
Grazie alla formazione completa che offre il classico, è comunque possibile iscriversi anche a facoltà quali Economia, Medicina, Giurisprudenza, Fisioterapia, Logopedia, Scienze infermieristiche, ecc.

Cosa fare dopo il Liceo Linguistico?

Anche per questo tipo di Liceo vale lo stesso discorso appena fatto sul bivio, una volta raggiunta la Maturità, fra il mondo del lavoro o l'iscrizione all’Università.
Così anche in questo caso, si consiglia il proseguimento degli studi in ambito accademico, che per questa tipologia di liceo è rintracciabile sicuramente prima di tutto nell’ambito dello studio delle Lingue e letterature straniere.
Grazie alla conoscenza delle lingue convalidata dal titolo di laurea infatti, sarà maggiore la possibilità di trovare un’occupazione sia nel settore pubblico (magari diventando docenti presso le scuole statali), sia in quello privato ad esempio come interpreti, traduttori o semplicemente intermediari presso aziende che hanno a che fare con il commercio (e-commerce), agenzie SEO o di Web marketing attive anche all’estero, agenzie di viaggi, agenzie di media, alberghi, società editoriali, o come docenti presso le scuole private.
Anche in un’ottica lavorativa, considerando il peso sempre maggiore che le lingue hanno in tutte le società contemporanee, sarebbe opportuno consolidarne, a livello universitario, la conoscenza già avviata durante il Liceo Linguistico.
In alternativa, è possibile comunque iscriversi a qualsiasi altro tipo di facoltà si desidera o provare a cercare lavoro in una delle occupazioni appena citate, qualora non sia richiesta la laurea presso la posizione a cui si fa domanda.
Skuola | TV
Il creator Berardino Iacovone ospite della Skuola Tv!

Con i suoi video esilaranti fa divertire migliaia di utenti. Curioso di conoscere i suoi segreti? Non perdere la prossima puntata!

8 novembre 2019 ore 16:00

Segui la diretta