Olimpiadi italiano: meglio le ragazze

francesca_fortini
Di francesca_fortini

Olimpiadi di italiano: ragazze più brave dei ragazzi, in 36 in finale a Firenze

Sono 36, hanno dai 14 ai 19 anni, frequentano, per la maggior parte, il liceo, Classico o Scientifico, e sono dei fenomeni con l’italiano. Si tratta delle finaliste delle Olimpiadi di italiano, organizzate dal Ministero dell’Istruzione nell’ottica di una valorizzazione delle eccellenze e arrivate, quest’anno, alla quarta edizione. Come già dimostrato dai dati Ocse del 2012, ragazze più brave dei ragazzi con l’uso e la conoscenza della nostra lingua, anche se di poco: su 66 finalisti, infatti, che si sfideranno tra oggi e domani a Firenze, più della metà è di sesso femminile. Ma non chiamatele secchione.

OLIMPIADI PER LINGUISTI - Le 36 giovani studentesse hanno dovuto confrontarsi con circa 150mila studenti di più di 600 scuole italiane e 32 estere, in due ardue prove, una a livello regionale e una a livello nazionale, svoltesi online grazie all’utilizzo di 27 server informatici. La finale, invece, vedrà i 66 sfidarsi su conoscenze grammaticali e capacità linguistiche, comprensione e rielaborazione testuale. Tra i premi messi in palio dal Ministero per i vincitori, una settimana di soggiorno studio all’estero e quattro stage all’Accademia della Crusca. La città di Firenze, nella quale si svolgerà l’atteso evento, si renderà protagonista, poi, di due giornate dedicate proprio alla lingua italiana, ideate dal Miur per offrire alle scuole e ai partecipanti approfondimenti culturali sugli anniversari della letteratura italiana, dibattiti e spettacoli teatrali e musicali.

ITALIANO AL FEMMINILE – Ce l’avevano già dimostrato i dati dell’Ocse: le ragazze ottengono voti più alti dei colleghi maschi praticamente in tutte le materie, specialmente in lettura, dove le più brave superano di 39 punti i colleghi maschi. E anche studiare la nostra lingua in una scuola all’estero riesce meglio al sesso femminile. In finale alle Olimpiadi, infatti, anche 4 ragazze provenienti da Nigeria, Eritrea, Spagna e Bulgaria.

BRAVE SI’, SECCHIONE NO - Guai, però, a chiamarle secchione! Sportive, sorridenti, piene di hobbies e passioni, come Lucia, per esempio, 14enne veneziana, che, oltre alla scuola, gioca a pallacanestro da 8 anni, ama il cinema, la lettura e le passeggiate in bici col fidanzato. Oppure Francesca, che studia al liceo scientifico, ascolta i Pink Floyd e balla hip hop. E ancora Elena, che vive a Sofia, in Bulgaria, ma ama l’italiano e la cultura del nostro Paese, gioca a tennis, a pallavolo e adora sciare. Ma qual è la caratteristica che le accomuna tutte, o quasi? Incredibilmente, la passione per le materie scientifiche.


Francesca Fortini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta