#PalermoChiamaItalia, torna la Nave della Legalità contro le mafie

Progetto Legalità e Cittadinanza Attiva
In collaborazione con Progetto Legalità e Cittadinanza Attiva

Falcone e Borsellino

Saranno in settantamila a gridare il loro ‘no’ alle mafie e alla criminalità organizzata. Anche quest’anno, infatti, torna la Nave della Legalità, che il 23 maggio prossimo porterà studentesse e studenti di tutto il Paese a Palermo per celebrare la memoria delle vittime delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio. Le Piazze della Legalità, spazi dedicati al dibattito e alle testimonianze in diverse città su tutto il territorio nazionale. E poi bando di concorso, rivolto a tutte le scuole, incentrato sul sacrificio delle donne e degli uomini dello Stato che si sono impegnati per affermare i valori di giustizia e di libertà nella nostra società. #PalermoChiamaItalia anche quest’anno comincia a prendere forma. Queste alcune delle iniziative presentate dal MIUR, organizzate assieme alla “Fondazione Falcone.

L'importanza della commemorazione


“Anche quest’anno, - ha dichiarato la Ministra Fedeli - come ogni anno, il 23 maggio, migliaia di studentesse e studenti saranno a Palermo e si riuniranno in molte piazze d’Italia per ricordare le stragi di Capaci e Via D’Amelio che nel 1992 costarono la vita a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina". Torna quindi il tanto atteso appuntamento perchè come ha spiegato la Ministra "Vogliamo continuare a mantenere attiva la memoria, affinché quel sangue, quell’impegno, quel sacrificio di donne e uomini come noi, dediti al proprio lavoro con passione e con spirito di servizio per il bene comune del Paese, non sia stato vano. L’educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità è una spinta trasversale in tutta l’attività formativa del nostro sistema d’istruzione, che abbiamo voluto rafforzare con una serie di iniziative per le nuove generazioni affinché, partendo dal ricordo di quei servitori dello Stato, riflettano sulle responsabilità, sui diritti e sui doveri che derivano da una cittadinanza attiva e consapevole”.

Il progetto Angeli custodi


Nel corso dell’incontro è stato presentato il concorso ‘Angeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria’, rivolto a studentesse e studenti delle istituzioni scolastiche italiane di ogni ordine e grado, statali e paritarie, per riflettere sul coraggio di donne e uomini della Polizia di Stato impegnati nei servizi di scorta, che difendono la vita degli altri mettendo a rischio la propria e per ricordare quanti hanno sacrificato la loro esistenza nell’adempimento del proprio dovere per difendere la giustizia, la legalità e la democrazia nel nostro Paese.

Il programma della manifestazione


La premiazione delle scuole vincitrici del concorso avverrà il 23 maggio, in occasione degli eventi commemorativi per il XXVI anniversario delle stragi di Capaci e di via d’Amelio. In quella giornata, inoltre, centinaia di alunne e alunni delle scuole siciliane accoglieranno al Porto di Palermo la Nave della Legalità, che avrà a bordo ragazze e ragazzi delle scuole provenienti da tutta Italia, dando il via come ogni anno alle celebrazioni. Insieme, poi, si sposteranno verso i vari punti della città sedi delle iniziative: l’Aula Bunker, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra, nel carcere dell'Ucciardone di Palermo, dove si terrà il momento istituzionale della manifestazione; Piazza Magione, piazza simbolica della città di Palermo nel quartiere Kalsa, che ospiterà oltre 7.000 studentesse e studenti, associazioni operanti nel campo della legalità e del sociale e Forze dell’ordine che svolgeranno attività educative e laboratoriali per i giovani e per i cittadini presenti; le scuole di Palermo che apriranno le loro porte, proponendo iniziative sui temi della legalità. Tutti i partecipanti si riuniranno in due cortei, uno che partirà da Via D’Amelio e uno dall’Aula Bunker, che confluiranno all’Albero Falcone, dove si terrà il momento solenne e alle 17,58, ora della strage di Capaci, verrà eseguito “Il silenzio” in onore delle vittime.

Consigliato per te
Come riuscire a stare tanto tempo sui libri?