Quante ore studiano gli studenti?

Nowitzki
Di Nowitzki


Quante ore al giorno dedicano studino i nostri studenti? Al suono dell'attesissima campanella dell'ultima ora, gli studenti corrono di corsa a casa, ma per rimettersi di nuovo sui libri, o per iniziare un pomeriggio all'insegna di amici e divertimento?

IL SONDAGGIO - Skuola.net, il sito che ormai è diventato una seconda casa per molti di questi studenti, ha cercato di dare una risposta a tutte queste domande, chiedendo proprio a voi cosa fate dopo la scuola!
Grazie alla massiccia partecipazione, più di 5000, infatti, sono stati i votanti, siamo in grado di proporre una statistica molto affidabile sulle abitudini dei giovani studenti.
Dal sondaggio emerge che circa il 30% degli studenti dedica al massimo un'ora giornaliera allo studio, e la percentuale diventa addirittura di 1 studente su 2, se consideriamo coloro che impiegano per i loro compiti un paio di ore al giorno! Non mancano però anche gli infaticabili dello studio a cui dedicano addirittura più di 5 ore al giorno, che sommate alle 5 di normale lezione, fanno quasi 10 ore al giorno di lavoro!! I restanti 3 studenti su 10 invece, studiano dalle tre alle quattro ore giornaliere.

NON MI VA DI STUDIARE – Dalla nostra ricerca emerge quindi che una buona metà degli studenti dedica davvero poco tempo ai compiti pomeridiani. Molti trovano un ingiustizia dover rinunciare alla loro vita sociale, alle uscite, allo stare con gli amici per studiare le cose che hanno imparato poco prima e che in fondo sentono di aver capito.
E qui secondo noi sta il primo problema: lo studio pomeridiano, non deve mai essere inteso come una mancanza di pietà dei professori o come una voglia sconsiderata di privare lo studente di ogni sua libertà, ma piuttosto lo studio a casa è un passaggio fondamentale per l’assimilazione dei concetti studiati in classe. Molte delle nozioni che riceviamo in aula spesso ci sembrano più facili di quanto realmente non lo siano (spesso è merito di molti bravissimi professori, che sanno spiegare divinamente gli argomenti più difficili). Certo è che con tutte le materie che si affrontano quotidianamente, la mole di nozioni che riceviamo è davvero notevole, per questo è utile, una volta tornati a casa, riprendere i concetti fondamentali che si sono affrontati a lezione e ripassarli...

STUDIO, STUDIO, STUDIO - Il rovescio della medaglia è rappresentato da quella minoranza di studenti che passano quasi più tempo sui libri, che in altre attività e questa attitudine può derivare dal fatto che:
a) uno studente è davvero innamorato dello studio, trovando piacere nell’imparare il maggior numero di nozioni possibili ed essendo felice di studiare tante ore;
b) Non riesce a studiare in maniera efficiente, perde quindi del tempo prezioso distraendosi o facendo altro;
b) Alcuni argomenti non sono chiari o che i professori hanno davvero esagerato con carichi di lavoro eccessivi, magari condensati tutti insieme.
Il consiglio, in quest'ultimo caso, è quello di farsi aiutare da qualcuno. Nel caso invece, in cui il prof sia davvero esigente è consigliabile un confronto maturo con il docente, senza paura, ne timori reverenziali: anche il vostro prof e’ stato uno studente, proprio come voi...Ricordatevelo!!!

LA BUONA VIA? NEL MEZZO – Tirando le somme, ci sentiamo di dire che, come in tutte le cose della vita anche nella scuola, la giusta via è sempre nel mezzo, non bisogna assolutamente tralasciare lo studio pensando che basti ascoltare i professori, ma nemmeno stare ore e ore sui libri, ignorando tutta la vita che c’e’ fuori.
L’ideale sarebbe quello di dedicare allo studio il giusto tempo, cercando di non accumulare compiti su compiti. Il consiglio è quello di approfittare delle giornate più leggere per anticipare i compiti delle giornate più dure, vedrete che, con una certa costanza, troverete tempo libero per lo sport che amate, per i vostri amici o semplicemente del tempo da impiegare tutto per voi!!!

E poi non dimenticate, su Skuola.net trovate anche i consigli per studiare meglio!

Commenti
Skuola | TV
Adolescenti e relazioni malate

Quando un rapporto è malato? Quali sono i segnali che devono farti allarmare? Di questo e molto altro parlereno nella prossima puntata con il supporto di un sessuologo.

18 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta