Scuole medie: il metodo di studio da applicare

Redazione
Di Redazione

Passare dalla scuola primaria alle scuole medie può essere un trauma: nuovi insegnanti, nuovi compagni... nuovo metodo di studio! Sì, hai capito bene: anche il modo di studiare deve cambiare, perché sei più grande e devi imparare ad acquisire tecniche e buone abitudini che ti aiuteranno ad andare bene a scuola, accontentando le richieste dei tuoi prof. Sì, gli argomenti saranno leggermente più complessi che in passato, ma se troverai il metodo adatto a te, tutto accadrà gradualmente e sarai perfettamente in grado di affrontare il nuovo ciclo!

Metodo di studio, cosa vuol dire?

Adoperare un buon metodo di studio è molto importante: studiare e imparare non è semplice, quindi serve conoscere un insieme di trucchi per utilizzare il tempo sui libri in maniera efficace. Avere un buon metodo di studio vuol dire, in pratica, imparare molte cose in poco tempo. Con metodo di studio, infatti, si intende quell’insieme di tecniche da mettere in pratica durante lo studio: da ciò che facciamo durante la lezione a scuola fino a come viene gestito lo studio a casa.

Come applicarlo in classe

Quando sei in classe se segui con attenzione la spiegazione sei già a metà dell’opera: il fatto di prestare attenzione in classe è molto importante anche perché hai la possibilità di chiedere all’insegnante spiegazioni di una cosa che non ti è chiara.
Tuttavia se mentre ascolti riesci a prendere qualche appunto hai già memorizzato i concetti principali avendoli scritti tu stesso, e questo potrebbe risultarti molto utile durante lo studio a casa.

E poi devi farti furbo: stai attento durante le verifiche orali dei tuoi compagni, per riorganizzare maggiormente le tue conoscenze.

Come applicarlo a casa

Quando devi studiare il pomeriggio organizza la tua giornata, a maggior ragione se pratichi uno sport che ti ruba molto tempo.
Inizia con il dare una lettura generale all'argomento che devi studiare: leggi il titolo del capitolo e vai in fondo a vedere se c'è un riassunto, guarda se c'è una mappa concettuale riepilogativa, guarda le immagini e le parole in grassetto che sono le parole chiave, non sottolineare tutto perché è come non sottolineare niente. Scegli, invece, parole chiave che racchiudono un'immagine o un concetto, in questo modo ti risulterà più semplice studiare. Fai delle mappe concettuali ponendo al centro l’argomento principale, utilizza colori diversi, in modo tale che ti rimanga facilmente in mente essendo uno schema vivace.
Per imparare a esporre la lezione con successo prova ad esercitati ripetendo a qualcuno oppure utilizza la videocamera del cellulare e registrati. Solo in questo modo ascoltando la tua voce ti renderai conto di che cosa non va cosi da poterlo migliorare.

Prenditi anche qualche pausa

Anche se hai tanto da studiare, non perderti d’animo e non rinunciare a prenderti una pausa; la scienza ci dice che ogni 20 minuti circa di studio, la nostra attenzione cala.
Perciò, se ti sei organizzato per bene, ogni quaranta minuti o un'ora di studio vero puoi concederti di fare una breve pausa. Però dev'essere una pausa breve, di pochi minuti e, soprattutto, deve servire a rilassarti e non a distrarti.
La difficoltà risiede nel trovare un metodo più adatto che sia al tempo stesso efficace. Una volta trovato risulterà tutto più facile.

Giulia Di Miele
Consigliato per te
Compiti per le vacanze: 5 trucchi per finirli in tempo
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta