Troppi compiti? Impara a gestire il tempo

Cristina Montini
Di Cristina Montini
Imparare a gestire il tempo

Se arrivate a sera con ancora una lunga lista di compiti da fare e la paura di non riuscire a spuntarla per l’interrogazione del giorno dopo, le alternative sono due: o cercate di corrompere i prof a darvi meno compiti per casa, o imparate a gestire meglio il vostro tempo.


Come gestire il tempo di studio

Se il professore è di quelli integerrimi che non si lasciano commuovere dai vostri occhietti stanchi per il troppo studio, allora prendete in mano la situazione e sfidate il vostro destino di studente: riuscire a fare sempre tutti i compiti vi sembra una “mission impossibile”? Per voi, non più!

I consigli per studiare in meno tempo

Se la scuola che avete scelto è particolarmente impegnativa per la mole di studio, se avete tante attività extra a cui vi piace dedicarvi o se tornate a casa da scuola tardi e stremati, seguite questi semplici consigli per ottimizzare il tempo a vostra disposizione.

1. Fate una lista di cose da fare
Elencate i vostri impegni per la giornata elaborando una lista a mente o appuntando le cose da fare su un foglio.

2. Scegliete quali sono le priorità
Stabilite quali sono le cose che dovete fare assolutamente oggi e quelle che potete anche rimandare a domani.

3. Dividete il tempo per ogni attività
Stimate per ogni attività o compito da svolgere il tempo necessario per portarlo a termine. Considerate quindi il numero di pagine e la difficoltà della materia, distinguete il ripasso (in teoria più breve) dallo studio di qualcosa di completamente nuovo, valutate anche la necessità di qualche pausa ogni tanto. Sembra un calcolo matematico difficile, ma con il tempo diventerà un’abitudine e sarà automatico. Il tempo per studiare una stessa pagina, poi, varia da persona a persona; con l’esperienza imparerete a conoscere i vostri tempi e ad organizzarvi di conseguenza. Tenete in considerazione che sarebbe comunque bene stabilire dei periodi di studio di circa cinquanta minuti l’uno e poi riposarsi una decina di minuti.


4. Da cosa si inizia a studiare
Il nostro consiglio è di iniziare a studiare dalla materia più difficile. Il motivo è che all’inizio avete la mente più fresca e libera e sarà più facile concentrarvi. Con il trascorrere del tempo diventerete più stanchi, quindi sarebbe meglio lasciare per ultime le materie che vi risultano più semplici e leggere. In alternativa potete decidere di alternare le materie che vi piacciono con quelle che amate di meno.

5. Attività extrascolastiche
Se nella giornata avete degli impegni ad orari fissi e stabiliti (es. lezione di musica, allenamento in palestra ecc.) organizzate il tempo e le vostre attività in “prima” e “dopo” tenendo conto del tempo che impiegate per prepararvi prima di uscire e del tempo necessario per ritrovare la concentrazione nello studio quando tornate a casa.

6. Autodisciplina: portatevi avanti con il lavoro
Se un giorno siete più liberi, approfittatene per avvantaggiarvi: fate i compiti per quei giorni in cui siete più impegnati scongiurando le nottate di studio.

7. Importanza della routine
È importante non trascurare i compiti e non lasciarli accumulare nel tempo. La costanza nello studio è fondamentale: meglio “poco” tutti i giorni che tanto tutto insieme. Anche il risultato in verifiche e interrogazioni sarà migliore.

8. Le distrazioni esistono, ma non devono diventare la scusa per non studiare
E' giusto prendersi di tanto in tanto dei piccoli periodi di pausa o dedicarsi ad attività extra scolastiche durante la settimana, ma non nascondetevi dietro l’alibi “ho bisogno di riposare” per non studiare o rimandare i compiti a data da destinarsi. Provate a pensare: Cosa mi succede se non studio adesso? Immaginatevi impreparati il giorno dell’interrogazione o pensate al giorno successivo in cui non saprete dove mettere le mani per le troppe cose da fare che si sono accumulate… la paura in genere stimola lo studio, provate ;)

9. Insistete!
Anche se all’inizio non riuscite a trovare l’organizzazione perfetta e il tempo continua a non essere sufficiente, non buttatevi giù, ci vuole un po’ di pratica. Se non vi abbattete vedrete che riuscerete in breve tempo ad ottenere ottimi risultati.

10. Stare attenti a non diventare schiavi del vostro piano di studi
Gli imprevisti sono qualcosa di naturale e possono far saltare il vostro programma da un momento all’altro, ma sono delle eccezioni per fortuna. Siate pronti a fare dei sacrifici rinunciando a qualche cosa che vorreste fare, ma che invece vi tocca rimandare.

11. Premiatevi
Quando raggiungete gli obiettivi previsti dal vostro piano di lavoro, festeggiate! Non lasciatevi andare a festicciole tra amici, musica e balli sfrenati… una pausa per gustarsi un gelato o una fetta di torta, una sosta per ascoltare un po’ di musica o uscire per un breve giretto potrebbero essere sufficienti…

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta