Dalle medie alle superiori: differenze e consigli

Skuola.net | Ripetizioni
In collaborazione con Skuola.net | Ripetizioni

Dalle medie alle superiori: differenze e consigli

Quando si tratta di cominciare le scuole superiori, si è sempre un po’ ansiosi e pieni di dubbi. Il passaggio dalle scuole medie alle superiori è un punto interrogativo continuo: “Avrò compagni di classe simpatici?”, “Chi saranno i miei professori?”, “Ho fatto la scelta giusta?”, “Ce la farò a studiare le nuove materie?”.

A pochi mesi dall’inizio della scuola, sono molte le risposte che già si possono dare a queste domande e ci si dovrebbe sentire un po’ più rilassati, non è così?
Certo, dalle medie alle superiori, le differenze sono tante e si sentono: il livello degli studi aumenta, cambia il gruppo classe e i professori diventano molto più esigenti. Alle superiori bisogna studiare molto di più e molti studenti entrano in crisi perché non riescono a far fronte alla mole di compiti da fare e di testi da imparare. Si passa dal leggere massimo 5 pagine per il giorno dopo, a studiare (nel vero senso del termine) interi e interi capitoli!

È del tutto normale, quindi, che i ragazzi ci mettano un pochino in più per abituarsi a questo student style, ma alla fine con il tempo e gli aiuti giusti, ce la si fa!

Nuovi amici

Arrivati al terzo anno di scuole medie, ormai i compagni di classe si conoscono tutti e i rapporti che ci sono gli uni con gli altri sono ben definiti.

Quando si inizia la scuola superiore, c’è qualcosa che spaventa, tra le altre, una delle più grandi paure per i ragazzi che stanno affrontando questo passaggio e i loro genitori, è il gruppo classe.

Sembra uno scherzo, ma non è assolutamente così: quelli saranno i compagni di scuola per almeno 5 anni e la paura che ci sia qualcuno che non ci vada a genio è del tutto lecita.
Ora, a pochi mesi dall’inizio della scuola, questa paura si dovrebbe essere un pochino affievolita o perlomeno, guardandosi intorno all’interno della classe, sicuramente si sono individuati i ragazzi con i quali ci può essere più affinità e nascere un’amicizia anche al di fuori della scuola. Un consiglio? Qualunque cosa succeda, cercate sempre di essere voi stessi e non modificate il vostro atteggiamento solo per piacere agli altri. I rapporti instaurati tra gli studenti si devono basare su un presupposto fondamentale: la sincerità. Non tutti possono andare d’accordo ed è totalmente inutile forzare la propria natura per fare in modo che questo succeda.

Nuovi professori

Altro tasto dolente: i professori! Usciti dalla campana di vetro delle medie, ora si fa sul serio. I professori sono abituati ad avere a che fare con ragazzi adolescenti che affrontano questo passaggio, faranno di tutto per metterli a loro agio, ma a volte, testeranno anche la resistenza allo stress assegnando tanto da studiare.
Nella nuova scuola che tipo di insegnanti ci sono?
Che siano tiranni o siano professori più docili, l’importante è che si sappia che sono persone esattamente come voi. Possono avere delle giornate difficili quanto gli studenti o giornate in cui sono più predisposti ad ascoltare ed ad aiutarvi. È fondamentale sempre e comunque avere il rispetto del ruolo e comportarvi con educazione. Non serve a niente essere maleducati a scuola: usare i modi giusti è il primo passo per farsi apprezzare.

Nuove materie da studiare

L'ultima novità, ma non per ordine di "preoccupazione" per gli studenti che hanno fatto il passaggio dalla scuola media alle superiori e i loro genitori, sono sicuramente le nuove materie da studiare. A seconda dell'istituto che si sta frequentando ci saranno diverse materie alle quali approcciare per la prima volta. Non bisogna farsi prendere dal panico se non si riesce subito ad entrare in sintonia con il nuovo oggetto di studio. Bisogna più che altro affrontare tutto con il giusto livello di curiosità. Cominciare a leggere un testo avendo voglia di leggerlo, sarà l'approccio giusto da adottare: risulterà molto più semplice studiare e non si vivrà come un peso. Nel caso in cui, ci siano delle materie con le quali gli studenti, dopo i primi mesi di scuola, hanno già "bisticciato", non si deve assolutamente lasciar passare altro tempo o rinunciare a priori a capirle, anzi... bisogna prendere subito provvedimenti e raggiungere il livello della classe senza restare indietro a nessuno. Se non sapete da dove iniziare, chiedete l'aiuto di un insegnante privato su Skuola.net | Ripetizioni, non solo aiuterà a recuperare le lacune, ma insegnerà il giusto metodo di studio per imparare meglio la materia in cui c'è difficoltà.

>>> Recupera adesso le materie su cui hai avuto un inizio incerto:
scegli un Tutor di Skuola.net | Ripetizioni

Letizia Ferro

Consigliato per te
Come affrontare un'interrogazione senza aver studiato