Valeria Fedeli: 'studiare vi permetterà di diventare ciò che vorrete essere domani'

Carmine Zaccaro
Di Carmine Zaccaro

valeria fedeli ministro dell'istruzione

E' tempo di rientri. Passate le vacanze e l'euforia dei festeggiamenti si torna di nuovo a prendere posto tra i banchi e a sentire le lezioni dei prof. Ma ad allietare il suono della campanella, e darvi qualche motivazione in più per iniziare il 2017 con la giusta grinta arriva puntuale il messaggio di augurio della neo ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli.

Il dovere di impegnarsi ogni giorno

Basta rigirarsi nel letto a poltrire: bisogna ritornare alla vita di tutti i giorni, fatta di impegni e doveri da rispettare. Ma la Fedeli scrive anche che un nuovo inizio è sempre motivo per gioire, perché ricco di "nuove speranze": "Ogni inizio d’anno porta con sé nuove speranze. Finito il tempo degli auguri, ognuna e ognuno di noi ha il dovere di tornare ad impegnarsi ogni giorno per realizzarle".

Il post facebook della ministra Valeria Fedeli agli studenti

Studiare aiuta a diventare professionisti del domani

E se spesso quello che non digerite tra i banchi sono le noiose lezioni dei prof, o le lunghe ore con la testa piegata a studiare formule e versioni, la ministra non va per il sottile e vi spiega che tutto ha un senso. "Lo studio e la conoscenza sono strumenti indispensabili, i migliori che avete, per trasformare le vostre aspettative in percorsi di crescita concreti" - continua - "Certo, a voi oggi può sembrare che ciò che imparate a lezione o sui libri di scuola sia finalizzato all’interrogazione o al compito in classe, eppure non è così: state stratificando conoscenze, esperienze, apprendimenti molto importanti, che vi permetteranno di diventare ciò che vorrete essere domani.

Il maltempo combina guai, meglio evitare rischi

E c'è chi continua a godersela un po' tra le calde lenzuola. Il freddo straordinario, che ha colpito il nostro Paese negli ultimi giorni, ha causato lo slittamento del normale inizio dell'anno. Molti studenti tra voi infatti, sono rimasti a casa per le condizioni climatiche. Ed è direttamente la Fedeli a ricordarlo nel suo messaggio e a specificare che si sono voluti "evitare rischi": "Per alcune e alcuni di voi il rientro tra i banchi è rimandato di qualche giorno. Il maltempo che si è abbattuto sul nostro Paese ha creato qualche disagio e per questo, responsabilmente, alcune amministrazioni locali e alcuni dirigenti scolastici hanno preferito posticipare il ritorno a scuola, per evitare ogni possibile rischio"

La scuola al centro delle priorità

E se il nuovo anno è foriero di nuove speranze, di certo lo sarà anche per gli abitanti del Centro Italia, colpito dal terremoto nei mesi scorsi, a cui la Fedeli rivolge un caloroso saluto "Voglio infine rivolgere un pensiero particolare alle studentesse e agli studenti delle aree del Centro Italia colpite dal terremoto. A voi voglio garantire il mio impegno e quello del Governo: la scuola sarà sempre in cima alla lista delle priorità e centrale nella fase di ripartenza e ricostruzione. Perché la scuola è normalità, è aggregazione, è comunità professionale, umana e civile, è esercizio di speranza e futuro e nessuno può o deve esserne privato."

Carmine Zaccaro

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta