Matteo, c’è posta per te: scrivigli anche tu

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

renzi invita gli studenti a scrivere al suo indirizzo di posta, fallo anche tu

Ieri il neo Premier, Matteo Renzi, ha visitato la scuola media “Colletti” di Treviso. Si tratta solo della prima visita in programma, in quanto il nuovo Presidente del Consiglio ha manifestato l’intenzione di andare in una scuola diversa ogni mercoledì. Ma non solo. Ieri, durante la sua visita, ha invitato i ragazzi a parlare con lui scrivendo al suo indirizzo di posta matteo@governo.it. Ma gli studenti di Udu e Rete della Conoscenza lo hanno preceduto consegnandogli una lettera dove indicano le loro priorità della scuola.

RENZI, CHE FORZA!

- Quella di ieri è stata senza dubbio un’esperienza emozionante per gli studenti. Infatti, di rado capita di trovare il Premier all’interno della propria scuola e di parlare con lui. Così hanno raccontato a Renzi delle loro lavagne multimediali, delle porte dei bagni rotte e della connessione Internet presente nella loro scuola. “Renzi è stato fortissimo, ci è piaciuto proprio, ci ha chiesto cosa va e cosa non va nella nostra scuola e ci ha dato delle risposte”, dice uno studente della media “Colletti”. E il dialogo con i ragazzi non sembra intenzionato a finire qua. Infatti, Matteo Renzi li ha invitati a continuare a parlare con lui scrivendo al suo indirizzo di posta elettronica.

LA LETTERA GIÀ PRONTA -

E sembrano aver colto la palla al balzo gli studenti, un po’ più grandi di quelli della scuola di Treviso, di Udu e Rete della Conoscenza. Infatti, hanno approfittato della visita del Premier alla scuola “Colletti” per consegnargli una lettera dove sono indicate le loro priorità per il mondo della scuola e dell’università.

LA SCUOLA SECONDO GLI STUDENTI

- Otto punti, otto proposte per migliorare la situazione scolastica del nostro Paese. Gli studenti hanno chiesto prima di tutto che scuola ed università non siano solo una vetrina, ma diventino il vero motore di questo Paese. Il primo punto vuole che si ridia priorità alla Costituzione e al diritto allo studio per poi andare avanti e risolvere il problema dell’edilizia scolastica ed abolire il numero chiuso all’università. I ragazzi chiedono poi una rappresentanza studentesca per garantire una scuola democratica e, ancora, un rapporto istruzione – lavoro che si basi su percorsi caratterizzati da un alto valore formativo e tutela dei diritti.

PERCHÉ UNA LETTERA?

- Lo scopo della lettera a Renzi? Lo rivela Gianluca Scucimarra, coordinatore nazionale dell’Unione Universitaria: “Abbiamo consegnato una lettera al Presidente Renzi, e al Ministro Giannini, contenente le nostre otto proposte per Scuola e Università; otto punti prioritari, su cui il Governo dovrebbe investire, se vuole davvero che l’istruzione torni ad essere una risorsa per tutto il Paese. Se davvero il Premier e il Governo sentono urgenza di cambiamento, allora assumano le priorità inderogabili degli studenti, e realizzino le nostre otto proposte per Scuola e Università”.

E tu cosa diresti a Renzi? Prova a scrivergli a matteo@governo.it!

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta