Liceo Mamiani elemosina computer a famiglie

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

liceo mamiani elemosina carta igienica

La crisi finanziaria e i tagli alla scuola non hanno risparmiato neanche uno dei più noti e storici licei della Capitale, il Mamiani di Prati. In tempi di rivoluzione informatica, che tutte le aule degli istituti siano fornite di un numero sufficiente di pc sembra, infatti, il requisito minimo. Ma a quanto pare persino le scuole più gettonate della Penisola non sembrano pronte ad aderire alla tanto osannata digitalizzazione. Da qui l’accorata richiesta d’aiuto del Mamiani a generosi donatari di computer, anche usati ma in buone condizioni, pescabili perlopiù tra i genitori degli studenti. L’obiettivo della Preside Sallusti è quello di combattere la mancanza di fondi tramite una collaborazione attiva con le famiglie.

QUANDO TUTTO EBBE INIZIO … - Ma quello del Mamiani è solo uno degli esempi dell’interminabile saga “salviamo la scuola”. Protagonisti attivi dei numerosi progetti ed iniziative promossi in questi anni di tagli all’istruzioni, sono genitori, insegnanti e alunni. Tutti impegnati nella difesa e salvaguardia del fondamentale diritto allo studio. La carenza di risorse primarie è iniziata a venire a galla già alcuni anni fa. Pronti gli interventi delle famiglie paladine.

IMBIANCHINI NON PER CASO - Nel 2011 al Keplero di Roma, i genitori degli studenti si misero a disposizione con una colletta di 5 euro a testa (oltre all’insufficiente contributo versato all’inizio dell’anno scolastico di ben 120 euro), e pennelli alla mano per imbiancare la scuola. Era il novembre dell’anno seguente quando l’occupazione dell’I.I.S. Papareschi della Capitale divenne teatro di una vera e propria ristrutturazione delle aule da parte dei giovani occupanti che si accollarono anche la spesa dei materiali e strumenti da impiegare.

VERI E PROPRI PROGETTI - Lo scorso aprile niente ponte per i ragazzi del Galilei di Terni che hanno ideato il progetto “Up to us: dipende da noi”, un’autogestione di due giornate finalizzata a rimbiancare le pareti dell’edificio scolastico. Iniziativa accolta dalla Provincia e dalle autorità scolastiche. Impegno attivo anche quello che ha visto improvvisarsi api operaie imbianchine studenti, genitori e insegnanti (Preside inclusa) all’I.I.S.S. Paciolo D’Annunzio di Fidenza. “Coloriamo insieme la scuola” il nome dell’iniziativa. L’ondata ha travolto molte altre scuole italiane, tra cui l’Istituto Superiore S. Trinchese di Martano che si è distinto per l’iniziativa “La scuola che vorrei”.

S.O.S CARTA IGIENICA- Ma l’aiuto attivo delle famiglie alle scuole non si è limitato alla ristrutturazione delle aule. Pennelli e tinte a parte, molti sono stati i genitori che hanno supportato gli istituti con donazioni di vocabolari, ad esempio, e beni di prima necessità come la carta igienica. Altrettanti i ragazzi che hanno ovviato al problema portandosi da casa pacchetti di fazzolettini. Persino da enti privati sono giunti aiuti, come quello da parte di una nota marca di carta igienica che ha inventato un quiz di poche domande a cui rispondere, mettendo in palio rotoli di carta igienica da donare alle scuole. La solidarietà certo non è mancata, e degni di lode sono gli interventi delle famiglie a supporto delle scuole bisognose. Che lo Stato incominci a fare la sua parte?

E tu hai mai aiutato la tua scuola?

Margherita Paolini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta