Studenti giornalisti d'assalto contro le mafie

Studenti giornalisti d'assalto

La mafia può essere invisibile e vicina, operare in silenzio ma, comunque, incessantemente. E sono i quartieri, i cittadini, a fare le spese delle quotidiane attività criminali delle associazioni mafiose. Ma i ragazzi, gli studenti delle scuole, che spesso sono costretti ad entrare in contatto con queste realtà presenti nel loro territorio, hanno oggi la possibilità di alzare la voce e diventare giornalisti d'inchiesta partecipando, entro l'8 maggio, al concorso per le scuole “Le mafie sulla mia città” promosso dall’associazione di promozione sociale DASUD, il quotidiano online Repubblica.it e la Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione e la Partecipazione del Miur, con il patrocinio dell’Assessorato alla Scuola e allo Sport di Roma Capitale.

L'agguato camorristico al bar di Fuorigrotta in Gomorra La Serie

DENUNCIA LA MAFIA NELLA TUA CITTA' - Possono partecipare tutti gli studenti delle scuole medie e superiori. Dovranno sviluppare un "post", un articolo di massimo 2.700 battute (500 parole), seguendo una di queste tracce:

- Le mafie e le forme che le rendono visibili in città, negli spazi pubblici attraversati in maniera distratta o vissuti quotidianamente.
- Le speculazioni e l'economia criminale (es: droga, ecomafie, gioco d'azzardo, usura, corruzione, omertà e paura, connivenze con il sistema mafioso ed esclusione sociale).
- Le buone pratiche di contrasto alle mafie, le testimonianze e le proposte antimafia che partono dall'osservazione e dall'analisi dei territori di appartenenza.
- Le storie di mafia o di antimafia riconosciute o ancora da definire in città.

COME PARTECIPARE - Perché i singoli studenti possano partecipare, è necessario iscrivere la scuola frequentata alla piattaforma laRepubblica@SCUOLA del sito web www.scuola.repubblica.it. Una volta iscritti, i lavori dovranno essere inviati entro le ore 23.59 dell'8 maggio 2015 alla stessa piattaforma laRepubblica@SCUOLA. Tutti i post che rispettino le tracce e le 2.700 battute saranno pubblicati da laRepubblica@SCUOLA.

CHI VINCERA'? - I vincitori saranno stabiliti da due giurie: una nazionale e una esclusivamente dedicata alle scuole del Comune di Roma Capitale. Saranno scelti i 9 articoli ritenuti maggiormente meritevoli per rispondenza agli obiettivi, chiarezza e semplicità di linguaggio, completezza e fondatezza delle informazioni, e originalità. Di questi 9 migliori, 3 saranno scelti tra i lavori delle scuole medie, 3 tra quelli delle scuole superiori, e 3 tra quelli delle medie e superiori della sola zona di Roma. I nomi dei 9 vincitori saranno comunque pubblicati sul sito web www.scuola.repubblica.it entro e non oltre il 10 settembre 2015.

I PREMI PER I VINCITORI - Tutti i promotori del contest contribuiranno a premiare i 9 ragazzi vincitori. L’associazione promotrice DASUD fornirà una copia del social game “Mammamafia” e una copia della collana di fumetti antimafia “Progetto Libeccio”, mentre Repubblica.it curerà una speciale pubblicazione sul sito e altri premi editoriali. Il Miur premierà i migliori 9 con una visita guidata presso il Palazzo del Ministero dell'Istruzione e della Camera dei Deputati o del Senato. Roma Capitale premierà i primi 3 studenti della zona di Roma con un abbonamento presso una struttura sportiva.

Carla Maria Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta