Iscrizioni online: arriva il milionesimo iscritto

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

1milione di iscritti online. Premio al milionesimo

Come il cliente di un supermercato: il milionesimo iscritto a scuola grazie alla nuovissima procedura online è stato individuato da poche ore, si chiama Diego e ha 5 anni. Proprio nel corso della serata di mercoledì il sistema informativo del Ministero ha superato la fatidica quota di 999.999 domande registrare a partire dal 21 Gennaio. Per celebrare questo significativo traguardo, è stato deciso di individuare il milionesimo iscritto e di premiarlo con una procedura forse insolita per un Ministero: Diego e la sua futura classe avranno diritto a una visita premio a Roma con un Cicerone d'eccezione, il Ministro dell'Istruzione in persona. Nella conferenza stampa di ieri la notizia è stata comunicata alla famiglia dal Ministro, direttamente in collegamento telefonico. Il milionesimo iscritto vive a Fabbriche di Vallico, un piccolo centro montano in provincia di Lucca.

IL 65.3% CE L'HA FATTA - Il Ministero ha istituito un centro di controllo, che monitora giorno e notte i dati relativi alla situazione delle iscrizioni e aggiorna in tempo reale i dati. Finora sono state inviate con successo il 65.3% delle domande totali attese. Dall'ultimo aggiornamento emerge che ci sono regioni più avanti nel processo come Lombardia, Liguria, Piemonte, Lazio, con percentuali di iscrizioni superiori al 68% del totale atteso. Fanalino di coda la Basilicata, con meno del 50% delle domande attese pervenute. Queste informazioni sono accessibili a tutti gli uffici scolastici regionali, in modo da incentivare una sorta di competizione tra le regioni più virtuose, come ha sottolineato il Ministro.

300.000 INDECISI - C'è ancora indecisione sulla scelta delle scuole superiori. Infatti in questo caso le domande di iscrizione finora trasmesse sono circa la metà di quelle totali attese. Il che vuol che ci sono 300.000 studenti di terza media che devono iscriversi. Insomma come spesso accade la scelta della scuola superiore e in particolare dell'indirizzo di studio rappresenta una scelta ardua, perché coinvolge pesantemente il futuro degli studenti. Per questo si aspetta quanto più possibile prima di decidere. Neanche l'innovazione dell'iscrizione online può nulla di fronte all'annoso problema dell'Orientamento Scolastico.

ANDAMENTO ACCESSI - Il Ministro ha inoltre tratto qualche considerazione sulla "prima" della procedura di iscrizione online: nei primi giorni c'è stato un boom di accessi, ma sono state relativamente poche le domande registrate. Il 21 gennaio, giorno inaugurale, il sito www.iscrizioni.istruzione.it è preso d'assalto da 1,5 milioni di visitatori che tuttavia hanno prodotto solo 23.000 domande registrate. Finito l'effetto novità, e anche la psicosi da click day, la situazione si è normalizzata: come anche confermato da un sondaggio di Skuola.net, circa il 40% degli studenti (e relative famiglie) riteneva che l'assegnazione dei posti a scuola fosse in base all'ordine di arrivo delle domande, generando un'inutile corsa che ha messo ko i server ministeriali nelle prime ore. Ora, garantisce il Ministro, il sistema funziona bene: ce lo auguriamo, visto che a 14 giorni dal traguardo mancano ancora all'appello 600.000 domande.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta