Invalsi: i promossi e i bocciati d’Italia

Lorena Loiacono
Di Lorena Loiacono

Prove Invalsi, in arrivo anche in quinto superiore

L’Invalsi ha pubblicato i risultati dei test del 2013-2014: I test di valutazione sono stati effettuati in 13.200 scuole, 122016 classi su quasi due milioni e 300mila studenti di II e V elementare, III media e II superiore. In tutto sono stati distribuiti quasi 6 milioni e 900mila fascicoli.

PROMOSSI – Buoni i risultati riscontrati nella scuola primaria dove si assottiglia lo storico divario tra le regioni del Sud e quelle del Nord. Pur restando inferiori i livelli di preparazione nelle regioni meridionali. Si confermano invece i primi della classe i ragazzi di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trento. In vetta anche le Marche che, negli anni, hanno fatto una graduale avanzata per affermarsi oggi tra le migliori regioni d’Italia. Da registrare anche l’ottima performance degli istituti tecnici del Nordest nelle prove di matematica per le quali i risultati sono gli stessi, se non addirittura migliori, di rilevati nei licei, tradizionalmente più preparati.

BOCCIATI – Note dolenti per Campania, Calabria e Sicilia: le regioni del Sud e delle Isole che si piazzano in ultima posizione. La Campania nello specifico contribuisce notevolmente ad abbassare la media delle regioni del Sud che, altrimenti sarebbero al pari di quelle del Centro. Altro discorso invece per la Calabria che regge per quanto riguarda la scuola primaria ma crolla inesorabilmente nel rendimento si scuole medie e superiori.

TERZA MEDIA – Analizzando i dati dal punto di vista dell’ordine di scuole, va specificato che per la secondaria di primo grado le due macro-aree settentrionali registrano punteggi medi superiori alla media italiana statisticamente significativi, mentre il Centro resta in media e le due macro-aree del Sud e del Sud e Isole risulta invece significativamente inferiore alla media italiana.
Nello specifico, tra le regioni del Nord Ovest, Piemonte e Liguria ottengono un punteggio superiore alla media nazionale, stesso boom nel Nord Est per il Veneto e le due Province Autonome di Bolzano e Trento. Tra le regioni meridionali e insulari, la Campania, la Calabria e la Sicilia ottengono in Italiano punteggi significativamente inferiori alla media nazionale. La regione che registra il migliore risultato in assoluto (212 punti) è la Liguria, fanalino di coda invece la Sicilia con un punteggio di 184.

SUPERIORI –Tra i licei, le regioni con un punteggio significativamente al di sopra della media italiana sono la Lombardia e tutte le regioni e province del Nord-Est. Quelle con un punteggio significativamente inferiore alla media italiana sono invece l’Abruzzo, la Campania, la Calabria, la Sicilia e la Sardegna. Tra i tecnici, spiccano quelli delle Marche. Ben al di sotto della media italiana sono invece il Lazio, la Campania, la Calabria, la Sicilia e la Sardegna. Tra gli Istituti Professionali si differenziano in positivo quelli delle regioni settentrionali e in negativo quelli di Campania e Puglia.


FENOMENO CHEATING – Anche i prof sbagliano o, meglio, imbrogliano. Non solo medie e valutazioni didattiche, tra i risultati dell’Invalsi c’è anche il fenomeno “cheating”. Quello strano dato che riesce ad evidenziare il copia-copia generale nelle singole classi. La distribuzione a rotazione delle domande permette di capire se lo studente, che ha copiato, sia riuscito a farlo con il benestare del prof. Anche qui i sospetti di cheating ricadono molto più sulle Regioni del Sud che su quelle del nord.

INVALSI ALLA MATURITA’? – Uno studio ormai avviato, quello che vede gli esperti dell’Invalsi impegnati a stilare un possibile test da sottoporre alla maturità. Soprattutto, secondo quanto spiegato oggi al Miur, al vaglio dei tecnici c’è la possibilità di differenziare il test in base alle scelte future dei ragazzi: una sorta di indirizzo per la facoltà universitaria.

Lorena Loiacono

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta