Fumi a scuola? Niente ricreazione: a Bergamo l’intervallo è sotto sorveglianza

Marcello G.
Di Marcello G.

divieto fumo intervallo sorvegliato bergamo

Gli studenti continuano a fumare a scuola, nonostante i divieti e gli avvertimenti? Si verificano atti vandalici nei bagni dell’istituto senza che il colpevole esca fuori? Gli alunni sono in preda all’anarchia? Un preside di Bergamo ha trovato la soluzione: vietare la ricreazione o, perlomeno, sorvegliare a vista i ragazzi durante l’intervallo. A riportare la notizia L’Eco di Bergamo.

Intervallo sotto sorveglianza al Manzù di Bergamo

Siamo al liceo artistico Manzù, nel capoluogo lombardo, dove il dirigente scolastico ha deciso di prendere questa drastica decisione dopo settimane di lotta (persa) contro i trasgressori e gli indisciplinati. Così, di fronte all’impossibilità di far rispettare il patto di collaborazione firmato a inizio anno da genitori e studenti, è passato alle vie di fatto: intervallo sì, ma solo nel tratto di corridoio davanti le singole classi. Il modo per dichiarare guerra al fumo a scuola. Una piaga difficile da sconfiggere.

L’indagine di Skuola.net sul fumo a scuola

Qualche settimana fa, noi di Skuola.net, avevamo segnalato come il divieto di fumo anche negli spazi comuni delle scuole – imposto da un decreto del 2013 – venisse rispettato veramente poco. Questo episodio non fa che confermare quanto ci avevano detto i ragazzi interpellati in quell’occasione.

La lettera aperta del preside

“Nonostante i turni di vigilanza a cui si erano sottoposti i docenti durante la ricreazione – ha sottolineato il preside della scuola in una lettera aperta pubblicato sul sito d’istituto – molti studenti tendono a sfuggire volutamente alla sorveglianza per isolarsi nei luoghi più defilati”.

Studenti puniti e multati

Anche se la goccia che ha fatto traboccare il vaso non è stato il fumo ma alcune scritte dal contenuto offensivo apparse sui muri dei bagni e di cui non si è riusciti a risalire all’autore. Facendo aggiungere un’ulteriore punizione al divieto d’intervallo ‘libero’: ogni studente dovrà autotassarsi – con un contributo di 5 euro – per raccogliere i 3mila che serviranno a ripitturare il muro imbrattato.

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta