Campionati di sci: la scuola si fa sulla neve

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto di campionati mondiali scolastici di sci

La scuola sposta i suoi banchi sulla neve. Tra Ovindoli e Campo Felice, in Abruzzo, si stanno svolgendo i Campionati mondiali scolastici di sci, organizzati dall’International Sport Federation (I.S.F.), dal Miur e dall’Ufficio Scolastico regionale per l’Abruzzo. Un evento biennale iniziato per questa edizione lo scorso 23 febbraio e che si concluderà sabato 27. Sui campi innevati sono presenti circa 500 ragazzi, suddivisi nelle categorie C1 (scuole medie) e C2 (scuole superiori), e provenienti da 15 paesi. La truppa italiana è nutrita e ben preparata, e qui a Skuola.net abbiamo conosciuto uno dei ragazzi azzurri più brillanti, Peter Tumler. 16 anni, altoatesino, Peter compete in una disciplina affascinante e anche impegnativa: il biathlon. Gli atleti come lui sono impegnati in due specialità, lo sci di fondo e il tiro a segno. Allo sforzo fisico si accompagnano precisione e concentrazione. In questi Campionati mondiali studenteschi di sci per ora il miglior posto per gli atleti italiani è il quinto dove si è piazzato proprio il nostro Peter.

Quando ti sei avvicinato al biathlon?
Da giovanissimo. Lo faccio dalla prima elementare, e poi ho proseguito anche alle scuole medie. Ora frequento la scuola sportiva a Malles, dove era già stato mio fratello.

Non conosci i Campionati mondiali studenteschi di sci? Guarda il video!

A proposito di gare… Come sono andati questi campionati mondiali?
È stata un’esperienza molto bella. C’erano tanti partecipanti e le gare sono andate bene. Ho ottenuto un quinto posto e poi un quarto con la staffetta. È un buon risultato, sono soddisfatto.

Hai solo 16 anni, come riesci ad allenarti e studiare allo stesso tempo?
Frequento il penultimo anno alla scuola sportiva di Malles, e devo dire che non è semplicissimo. Ma lo faccio. Anche perché a Malles abbiamo combinato bene le due cose… Abbiamo dei giorni nei quali andiamo a scuola e altri solo di allenamento.

Quindi i tuoi prof sono anche i tuoi allenatori?
Sì. Ci dividiamo nelle due attività, e loro ci sostengono quando siamo impegnati nel lavoro di allenamento e di studio. È un po' una fortuna, insomma.

Qual è il tuo obiettivo sportivo dei prossimi anni?
Beh, sono nella squadra nazionale e voglio rimanerci e lavorare per gli anni successivi. L’obiettivo è sicuramente quello della Coppa del mondo.

Alessio Nannini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta