Bonus Maturità, sì ripescaggio: approvato Dl scuola

approvato pacchetto scuola alla Camera, ora bisogna attendere l'esame del Senato

Forse mai come questa volta gli studenti si sono appassionati alle cronache dal Parlamento. In particolare coloro che avevano diritto al Bonus Maturità e che grazie all'emendamento Galan avrebbero guadagnato il diritto ad iscriversi in sovrannumero all'Università già da quest'anno. Per diventare un provvedimento con valore legale a tutti gli effetti, c'era infatti bisogno dell'approvazione del testo alla Camera, che è arrivata ieri. Ora tutto passa al Senato, che ha tempo fino all'11 Novembre per esprimere il suo parere favorevole. Pochissimo tempo, se consideriamo che alla Camera hanno impiegato oltre settimane per completare il processo. Se non ce la faranno, salterà anche al provvedimento sul Bonus anche tutto il Pacchetto Scuola.

NON SOLO BONUS - Con l'approvazione del testo di conversione in legge del cosiddetto Pacchetto Scuola da parte dalla Camera, vengono salvati anche alcuni provvedimenti molto importanti per la Scuola e l'Università. Infatti per la prima volta da un decennio non sono previsti tagli all'Istruzione bensì un investimento di 400 milioni di euro. Ecco quindi le principali misure:

Welfare - 100 milioni per aumentare il Fondo per le borse di studio degli studenti universitari a partire dal 2014, 15 milioni vengono stanziati per il 2014 per garantire ai capaci e meritevoli ma privi di mezzi il raggiungimento dei più alti livelli di istruzione. 15 milioni per la connettività wireless e 6 milioni per il 2014 per borse di studio destinate agli studenti iscritti alle Istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Libri di testo - Per quest’anno scolastico gli studenti potranno utilizzare liberamente libri di testo nelle edizioni precedenti; sono stati stanziati 8 milioni per finanziare l'acquisto delle scuole di libri di testo e e-book da dare in comodato d'uso; i dirigenti scolastici dovranno assicurare il rispetto dei tetti di spesa; L'adozione dei testi scolastici diventa facoltativa e i testi consigliati potranno essere richiesti agli studenti solo se avranno carattere di approfondimento o monografico.

Lotta alla dispersione scolastica - Previsti 15 milioni per un programma di didattica integrativa nelle realtà in cui è più presente il fenomeno dell’abbandono e dell'evasione dell'obbligo.

Orientamento degli studenti - 6,6 milioni investiti per potenziare l’orientamento degli studenti della scuola secondaria di secondo grado. L'orientamento dovrà partire già dal quarto anno.

Potenziamento dell'offerta formativa - 13,2 milioni si useranno per potenziare l’insegnamento della geografia generale ed economica e altri 3 milioni per il 2014 per finanziare progetti didattici nei musei e nei siti di interesse storico, culturale e archeologico; ci saranno poi detrazioni fiscali al 19% per le donazioni a favore di università e istituzioni di Alta formazione artistica.

Tutela della salute a scuola - Ampliato il divieto di fumo a scuola e stop alle sigarette elettroniche.

Continuità del servizio scolastico - I dirigenti scolastici da ora saranno selezionati annualmente attraverso un corso/concorso di formazione della Scuola Nazionale dell’Amministrazione. Nel frattempo saranno assegnati incarichi temporanei di presidenza a reggenti, assistiti da docenti incaricati; sarà definito un piano triennale di immissioni in ruolo del personale docente, educativo ed ATA; prevista l'assunzione di 57 dirigenti tecnici (ispettori) e sbloccata l’assunzione degli ATA da gennaio 2014; stabilite assunzioni a tempo indeterminato di docenti di sostegno.

Edilizia scolastica - Le Regioni potranno contrarre mutui trentennali, a tassi agevolati, per nuove costruzioni o ristrutturazioni. Gli oneri di ammortamento saranno a carico dello Stato.

Formazione dei docenti - 10 milioni per il 2014 per la formazione del personale scolastico, soprattutto per le competenze digitali, percorsi scuola-lavoro, preparazione degli studenti nelle aree ad alto rischio socio-educativo.
Altri 10 milioni per l'accesso gratuito dei docenti nei musei statali e nei siti di interesse archeologico, storico e culturale.

Divieto di fumo - E' stato reso esecutivo quanto previsto nel disegno di legge presentato a fine Luglio dal Ministro della Salute. Ampliato il divieto di fumo a scuola: viene esteso anche alle aree all’aperto, ad esempio i cortili. Vietato anche l’uso della sigaretta elettronica nei locali chiusi delle scuole. Quindi, per esclusione, all'aperto si potrà fumare la sigaretta elettronica.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta