Bonus Cultura non è a rischio: dal 2020 per tutti i 18enni e 19enni

lucy.t.997
Di lucy.t.997

Negli ultimi giorni in Senato si è discusso del bonus cultura e, dopo vari dubbi e incertezze sul suo mantenimento, ieri il ministro della Cultura Alberto Bonisoli ha fugato ogni preoccupazione: il progetto è confermato "e non riguarderà più solo i diciottenni". Sono state molte le polemiche sul bonus negli tempi, anche all'interno dell'attuale governo, ma dati alla mano, i soldi in più nelle tasche dei giovani hanno incrementato la vendita di prodotti culturali e non solo. Infatti è stato lo stesso Bonisoli a sottolineare i risultati ottenuti finora delle spese di 18app: il 65% dei soldi sono stati spesi dai diciottenni per acquistare libri, il 12% per cd e musica, il 10% per concerti, il resto per teatro, danza e altre attività.

Ma la volontà di mantenere questo incentivo va di pari passo con la voglia di apportare miglioramenti, imporre limiti e rinnovare il range da raggiungere.

Bonus cultura: cosa cambia dal 2020?

Se per decreto “18app” è già nella legge di bilancio sia per il 2018 che per il 2019, è dal 2020 che vedremo i primi cambiamenti. Infatti l’intento del Ministro della Cultura è quello di estendere questo bonus voluto dal governo Renzi. Il piano è far diventare il bonus cultura un progetto strutturale che possa incrementare e incidere a lungo termine sui prodotti culturali includendo non solo i diciottenni, ma anche i ragazzi di 19 anni. Quindi non è un decreto da rottamare ma da aggiustare, a correggere il tiro ci penserà “una commissione di esperti, che individuerà anche il modo più corretto per farli".

Lucilla Tomassi
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta