Gioite geek, in classe arriva l'animatore digitale

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto di animatori digitali in arrivo

Geek, nerd, coder, ma anche semplicemente nativi digitali. Non importa quale sia il vostro grado di approccio alla tecnologia, quel che conta è che siate tutti pronti: il digitale sta per fare il suo ingresso in classe. Ma non tutto insieme, meglio iniziare a piccole dosi, purchè si inizi. Entro il 10 dicembre farà il suo debutto nelle scuole italiane (udite, udite) l'animatore digitale. Un animatore che non ha niente a che fare con vacanze e tour operator, sia chiaro, ma che aiuterà a portare nelle aule una ventata d'aria fresca tutta 2.0. Sarà lui che dovrà controllare e fare in modo che il Piano Nazionale Scuola Digitale presentato al Miur lo scorso 27 ottobre sia applicato nella vostra scuola.

ECCO A VOI L'ANIMATORE DIGITALE - E qual è il compito principale di un animatore, se non quello di animare? Grazie a questa nuova figura che in realtà già vedete passeggiare per i corridoi della vostra scuola, visto che è un prof di ruolo, voi finalmente farete nuove attività con le strumentazioni digitali di cui disponete, come per esempio un bel laboratorio di coding. E poi dovrà coordinare e motivare tutti i vostri prof a partecipare ad attività di formazione stimolandoli anche ad utilizzare nuove tecniche di apprendimento. Meglio se 2.0, chiaramente.

Scopri cosa ha detto il ministro Giannini a Skuola.net sulla scuola digitale, guarda il video

DIGITALE, FINO A OGGI TUTTO TRANNE CHE UN COMPAGNO DI BANCO - Perchè sì, comunque anche i prof devono imparare l'uso del digitale, lo sapete meglio di noi. Proprio voi ci avete raccontato in un'indagine recente che nel 67% dei casi non avete mai usato un'app in classe, e che 1 su 5 ha detto di non aver mai visto un suo prof fare lezione utilizzando materiale didattico online. E se consideriamo che le professioni digitali sono il futuro dell'occupazione, diciamo che fino a oggi la scuola non è riuscita a prepararvi come si deve, tanto che nell'85% dei casi non avete mai creato un sito o un blog tra le mura scolastiche.

PROF, INSEGNANDO SI IMPARA - Prof troppo vecchi? Nemmeno troppo, considerando che chi tra di voi ci ha raccontato di averne di nuovi assunti con La Buona Scuola (1 su 3), la metà ci ha anche detto di aver visto sedere alla cattedra insegnanti più giovani rispetto a quelli avuti in precedenza. Chiaro è che il problema sembrerebbe proprio essere la formazione del personale docente. Perchè, parliamoci chiaro, saper utilizzare uno smartphone, non vuol dire essere al vostro livello quando parliamo di tecnologia, piccoli nativi digitali che non siete altro. Quindi, abbiate pazienza, anche i prof hanno bisogno di imparare. Animatori digitali compresi. Ma a questo il Ministero dell'Istruzione sembra aver già pensato.

SOLDI PER IMPARARE - Per la loro formazione, infatti, sono stati già stanziati circa 850mila euro, da ripartire a livello regionale. In più a ogni scuola verranno assegnati altri mille euro per sostenere le attività dell'animatore digitale. Il che, tradotto in numeroni, vuol dire 8500 euro visto che gli animatori digitali saranno un numero equivalente a questo, uno per ogni scuola.

Serena Rosticci

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta