Non solo borse di studio per pagare meno l’Università

Non solo borse di studio per pagare meno l’Università

Si va dalle borse di studio per merito alla possibilità di lavorare all’interno dell’università maturando una vera e propria esperienza di lavoro da inserire anche nel CV. Alla John Cabot, il campus americano nel cuore di Roma, sono molti i modi in cui gli studenti possono vivere un’esperienza accademica di eccellenza a costi molto vantaggiosi. Infatti, è risaputo che le rette universitarie, soprattutto delle università straniere, sono molto costose, tanto da scoraggiare chi si accinge ad intraprendere un percorso di studio. Ma se il vostro sogno è quello di laurearvi proprio in un ateneo straniero, ecco cosa potete fare.

LE BORSE DI STUDIO – La prima possibilità che avete è rendere la vostra bravura moneta sonante per pagarvi l’università: le borse di studio, come la Italian Merit Scholarship della John Cabot, traducono il vostro merito in un’opportunità. Questa borsa copre fino a € 10,600, più della metà della retta totale! Si può fare domanda presentando l’ISEE, le pagelle del liceo, e un ottimo “personal essay”, un piccolo testo che racconta chi siete e tutte le attività e le piccole esperienze extracurriculari fatte durante gli anni delle superiori. Non solo buoni voti, quindi, quel che conta è la vostra motivazione. E se non eravate proprio i primi della classe, ma avete comunque tanta voglia di impegnarvi e sfruttare a pieno l’esperienza universitaria, avete la possibilità di ridurre la retta (fino ad un massimo di € 2,250 annui) in base al reddito familiare, ma solo se il vostro ISEE è pari o inferiore a € 50,000.

STUDIO E LAVORO NEL CAMPUS – Avete mai preso in considerazione questa opportunità? Jessica, studentessa di Marketing alla JCU al secondo anno, ci racconta che “Lavorare come orientation leader per la settimana di accoglienza delle matricole e come assistente negli uffici mi ha permesso di acquisire esperienza lavorativa da inserire nel mio CV e di avvicinarmi così alle responsabilità del mondo lavorativo”. Questa è la filosofia dell’università americana, e alla John Cabot University sono diverse le opportunità offerte a chi ha voglia di mettersi in gioco. Sono un modo non solo per pagarsi gli studi ma anche per fare esperienza di lavoro così da arricchire il proprio profilo già durante gli anni dell’università. Ad esempio, con il programma studio-lavoro, è possibile lavorare part-time all’interno degli uffici dell’Università riuscendo a guadagnare fino a € 3,000 l’anno che vengono scalati dalla retta.

GLI STAGE - Negli atenei americani è molto apprezzata e incoraggiata qualunque esperienza pratica da parte degli studenti. Proprio per questo il Career Services della John Cabot propone ogni anno più di 450 esperienze di stage e lavoro, molti dei quali retribuiti, sia in Italia che all’estero. Esperienze che arricchiscono il curriculum e che fanno crescere, come racconta Valeria, neolaureata in Economia aziendale alla John Cabot: [ i]“Il Career Services Center mi ha permesso di svolgere diversi stage in più campi. Tra questi, quello più incredibile è stato presso l’Ambasciata americana a Roma. Questa esperienza mi ha cambiata: ho capito davvero in cosa consiste il lavoro di un diplomatico. Ho dovuto perfezionare il time-management e il problem-solving. Al termine del mio stage è stato fatto un ricevimento in mio onore, e l’Ambasciatore in persona è venuto a ringraziarmi”.

ALLOGGIO GRATIS - Sembra incredibile ma è proprio così: darsi da fare è moneta di scambio nelle università americane. Alla John Cabot diventare “Resident Assistant”, ovvero lo studente incaricato di occuparsi degli studenti che alloggiano all’interno del campus universitario, vuol dire poter avere un letto gratis in una delle residenze universitarie. Tra l’altro, è divertente: lo studente incaricato, più avanti negli studi, “accudisce” i nuovi arrivati e organizza attività di socializzazione, spiega la vita nel quartiere, o semplicemente rimane a disposizione ogni qual volta se ne ha bisogno, ad esempio quando si hanno problemi con la lavatrice o si sono perse le chiavi. Chi l’avrebbe mai detto che è possibile studiare in un campus americano e vivere (quasi) gratuitamente nel cuore di Roma? Alla JCU questo è possibile!

Visita il sito della John Cabot University! Clicca qui

Vuoi sapere di più sulla John Cabot University? Scarica la brochure!

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta