Professioni Sanitarie 2019: le migliori università dove studiare

manliogrossi
Di manliogrossi
classifica professioni sanitarie

Terminato il liceo, sono tantissimi i ragazzi che avendo il sogno di lavorare nell’ambito della sanità, e si iscrivono alla facoltà dopo aver superato il test ingresso per professioni sanitarie. Se anche voi siete tra quei ragazzi che sognano di lavorare come infermiere, vi sarà utile sapere quali sono secondo il Censis le università migliori dove studiare Professioni Sanitarie per il 2019/20.
I criteri su cui si basa il Censis per la valutazione sono due: “Progressione di Carriera” e “Rapporti Internazionali”. Su queste due voci si basa poi il “Voto medio” sul quale è basata la classifica. Il punteggio massimo a cui un’università può arrivare è 110. Ma ora, vediamo insieme quali sono i migliori atenei dove studiare Professioni Sanitarie.

Guarda anche:


Università di Parma

All'ultimo posto della Top Ten delle università dove studiare Professioni Sanitarie, secondo il Censis, c'è l'ateneo di Parma. Alla voce “Progressione di Carriera” ottiene ben 100 punti, 90 invece per quanto riguarda “Rapporti Internazionali”.

Università di Brescia

Pari merito con Parma, c'è l'Università di Brescia: entrambe totalizzano 95 punti. L’ateneo ha 105 punti per quanto riguarda “Progressione di Carriera” e 85 in “Rapporti Internazionali”.

Università di Verona

All'ottavo posto troviamo l'ateneo veronese che totalizza un punteggio di 95,5 punti. Alla voce “Progressione di Carriera” guadagna 104 punti, mentre si ferma a 87 per quanto riguarda “Rapporti Internazionali”.

Università di Trieste

Appena sotto, al settimo posto troviamo l’Università di Trieste, con 96 punti complessivi. L’ateneo ottiene 90 punti in “Progressione di Carriera”. Più alto invece il punteggio per quanto riguarda l'altra voce: qui l’ateneo totalizza 102 punti.

Università Venezia Cà Foscari

Al sesto posto, un punteggio di 97,5 su 110 punti, troviamo l'Università di Venezia Cà Foscari. Con ben 105 punti in “Progressione di Carriera”, ma il punteggio di "Rapporti Internazionali" non le permette di scalare la classifica, frenandola a 90 punti.

Università di Padova

La medaglia di legno, secondo la classifica del Censis viene assegnata a ben due atenei. Uno è l’Università di Padova, di poco fuori dal podio. L’ateneo veneto ottiene un voto medio di 100.5 punti: 110 in “Progressione di Carriera” e 91 in “Rapporti Internazionali”.

Università di Bologna

L'altro ateneo che conquista il quarto posto è quello bolognese. L’ateneo ottiene un punteggio complessivo di 100.5. punti. 107 e 94 punti rispettivamente in “Progressione di Carriera” e “Rapporti Internazionali”, ottimo risultato.

Università Milano Bicocca

Al terzo gradino del podio c'è, secondo il Censis, l'ateneo meneghino con 101 punti. Come ottine questo risultato? Semplice, con 109 punti in “Progressione di Carriera” e 93 in “Rapporti Internazionali”.

Università di Udine

Al secondo posto della classifica, con 105 punti, si posiziona l'Università di Udine. L'ateneo friulano raggiunge 104 punti per “Progressione di Carriera” e 106 per “Rapporti Internazionali”.

Università di Modena e Reggio Emilia

Al primo posto troviamo l'Università di Modena e Reggio Emilia con 108,5. Il miglior ateneo del 2019 si posiziona tra i primi tre anche quest'anno con ben 107 per “Progressione di Carriera” e 110 per “Rapporti Internazionali”.


Manlio Grossi
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci

12 dicembre 2019 ore 15:30

Segui la diretta