Immuni, come funziona l'App anti-covid

app immuni
Fonte foto: sito Immuni.italia.it

La app immuni, della quale al lungo si è dibattuto, è infine diventata realtà. Infatti in queste ore alla battaglia al Coronavirus che l’Italia sta combattendo da febbraio 2020, si è aggiunto un importante alleato: Immuni, l’app in grado di aiutare gli operatori sanitari a tenere a bada la diffusione dell’aggressivo covid-19.
Ma come funziona effettivamente l’app? Quando entrerà in funzione? Sarà obbligatoria o facoltativa la sua installazione sugli smartphone? Sono tante le domande in merito all’app che sta facendo tanto discutere: proviamo a chiarire la situazione.


Immuni: chi può scaricarla?

Iniziamo subito dando qualche informazione in merito a come installare l’app e a come scaricarla dai vari store online. Intanto è da chiarire subito che attualmente l’app è disponibile solamente per dispositivi Android, aggiornati alla versione 20.18.13, e per iOs aggiornato alla versione 13.5, i quali troveranno l’app disponibile su Google Play e App Store. Mentre invece sono rimasti fuori i dispositivi Huawei sprovvisti di Google Play, che dovranno attendere una versione per AppGallery ancora non disponibile. Infine ricordiamo che l’età minima da avere per poter iniziare a usare l’app è di 14 anni.


Come funziona Immuni?

Una volta scaricata l’app, sarà sufficiente inserire al suo interno Regione, Provincia e domicilio, da quel punto in poi l’app sarà in grado di lavorare autonomamente. Infatti tramite il Bluetooth, l’app sarà in grado di registrare, senza ulteriori comandi manuali, gli incontri, senza però tenere conto della posizione, anche se su Android potrebbe chiedere l’attivazione del Gps, ma comunque non vi accederà, né ricorderà i vostri spostamenti geografici. Ma come funzionerà in caso di positività di un utente? È molto semplice: quando un contatto risulta positivo a un tampone, e ha installato l’app sul suo smartphone, l’utente potrà fornire agli operatori sanitari che gli comunicheranno la positività il codice generato dalla app, codice che si trova nella sezione «Impostazioni» della app, sotto la cartella «Caricamento dati». Tramite la comunicazione del codice verrà sbloccata una funzione in grado di avvertire in automatico tutti i dispositivi che nei 14 giorni precedenti si sono imbattuti nell’utente positivo, stando a meno di due metri di distanza da lui per almeno 15 minuti. A tutti coloro che riceveranno questo messaggio è quindi consigliato di avvertire le autorità sanitarie per procedere poi con ulteriori accertamenti.

Quando e dove sarà attiva l’app di Immuni

L’app di Immuni è ufficialmente attiva e scaricabile in tutta Italia già in queste ore. Tuttavia a partire da lunedì 8 giugno solo in Liguria, Marche, Abruzzo e Puglia Immuni sarà usata al massimo del suo potenziale in un sistema integrato tra app e operatori sanitari. Per le altre regioni invece la data di inizio per questi protocolli sarà probabilmente la settimana successiva all’8 giugno 2020, ma ancora non si hanno comunicazioni ufficiali in merito.
Skuola | TV
Digital Open Day | Campus Bio-Medico “Quali lauree scegliere per entrare nel mondo del lavoro?”

L’emergenza Covid-19 ha impedito lo svolgimento dei classici open day a cui gli studenti erano abituati per orientarsi e conoscere le realtà accademiche a cui erano interessati. Skuola.net porta quindi l’orientamento universitario direttamente sui device degli studenti. In questa puntata della Skuola Tv saremo in compagnia dell’Università Campus Bio-Medico

2 luglio 2020 ore 15:00

Segui la diretta